Magazine Cultura

aria 1972

Creato il 29 gennaio 2011 da Vivianascarinci

aria 1972

Prima di approdare alla canzonetta di successo, l’italo-gallese Alan Sorrenti era stato uno dei più interessanti pionieri del prog-rock italiano. Combinando atmosfere incantate e uno stile canoro peculiare.

Alan Sorrenti è un cantautore napoletano di origine gallese, noto ai più per i suoi lavori più commerciali (pezzi in stile dance come l’hit ”Figli delle stelle” o canzonette melodiche come la fortunatissima ”L’unica donna per me”). Ma negli anni in cui “Pawn Hearts” dei Van der Graaf Generator rimaneva al primo posto nella penisola per mesi vendendo oltre 800 mila copie, Sorrenti ebbe anche e soprattutto una carriera di raffinato cantautore rock di chiara matrice psichedelica/progressiva, che molti videro direttamente ispirata ai lavori di Tim Buckley o Peter Hammill. I rapidi cambiamenti del pop italiano e, secondo quanto risulta da cronache dell’epoca, il manifestarsi di problemi alla voce che gli impedivano di compiere certe evoluzioni, soprattutto dal vivo, gli fecero cambiare strada. leggi qui 


Filed under: città siamese, come eravamo, musica Tagged: alan sorrenti, musica, poesia, prog-rock italiano, Tim Buckley, Van der Graaf Generator

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines