Magazine Attualità

ATP Finals: stratosferico Federer. Italia out

Creato il 18 novembre 2015 da Retrò Online Magazine @retr_online

Entrano nel vivo le ATP Finals di Londra. Il re del tennis Novak Djokovic si inchina 5-7 2-6 di fronte all’imperatore, Roger Federer. Nel doppio, termina l’avventura degli italiani Bolelli e Fognini contro i fratelli Bryan. Seconda vittoria per Bopanna e Mergean che accedono alla semifinale.

Djokovic vs Federer

Londra, ore 20 di martedì sera. Il mondo del tennis si ferma, per assistere allo spettacolo più assoluto. Si affrontano eterni rivali, Novak Djokovic e Roger Federer, in un match valido per il primo turno delle ATP Finals di tennis. Il serbo, numero 1 indiscusso del World Ranking, contro lo svizzero, attuale numero 3 e a detta di molti il più forte tennista di tutti i tempi. Quella di Londra è la loro 43ma sfida. Prima dell’inizio, tra i due, c’era perfetta parità: 21 vittorie Nole, 21 Federer.

La perfetta parità si riflette nelle battute iniziali del match. Un Federer in grande spolvero cerca continuamente il vantaggio, ma un Djokovic cinico e determinato rimane sotto. Si va avanti fino al 5-5, quando lo svizzero prende il largo aggiudicandosi il 6° e poi il 7° game dopo una smorzata finale che lascia l’O2 Arena col fiato sospeso, per concludersi in uno scroscio di applausi quando si concretizza il set point. Perché nello sport funziona così, il favorito raramente raccoglie le simpatie del pubblico, e inoltre Federer ha sempre monopolizzato gli entusiasmi degli spettatori, dovunque giocasse, anche quando era numero 1. Il suo gioco è così pulito e perfetto al centimetro, che fa sembrare tutto facile.

Contro di lui, tuttavia, si trova un altro giocatore eccezionale, un muro che per larghi tratti sembra impossibile penetrare. Muro che, però, inizia a mostrare qualche crepa proprio nel secondo set. Un match di così alto livello può essere deciso soltanto dalla forza mentale, che in Djokovic svanisce all’improvviso.

Federer mette il piede sull’acceleratore, ma dopo le prime efficaci risposte del serbo, che stabilizzano il parziale sul 2-2, subentrano nervosismo e disattenzioni, che provocano un errore dietro l’altro. Lo svizzero prende il largo, e si arriva velocemente al 6-2. Un combattutissimo ultimo game gli garantisce una vittoria importantissima. Dopo aver battuto Berdych, Federer si guadagna così l’automatico accesso alle semifinali dell’ATP Finals e la speranza di concludere l’anno come numero 2. Djokovic, pur beneficiando della vittoria di domenica contro Nishikori, dovrà ancora vedersela con lo stesso Berdych per assicurarsi il prosiecuo del torneo, e magari una rivincita.

Federer vola in semifinale alle #AtpFinals, dopo la vittoria su Djokovic https://t.co/VXOrE0zWUKpic.twitter.com/5PSHZmPrgh

— Eurosport.it (@Eurosport_IT) 17 Novembre 2015

Gli altri incontri: Italia fuori

Nell’altro match singolare delle ATP Finals, dopo la prima sconfitta senza appello 1-6 1-6 contro Djokovic, il giapponese Nishikori ha battuto Berdych nel pomeriggio in tre set 7-5 3-6 6-3 in 2 ore e 24 minuti di gioco. Può ancora sperare nel passaggio del turno, in caso di vittoria contro il superlativo Federer.

Nel doppio sono arrivati i primi verdetti. La coppia Fabio Fognini e Simone Bolelli, unici atleti a rappresentare il tricolore sul cemento londinese, incappata nella seconda sconfitta del turno contro i fratelli Bob e Mike Bryan, è stata esclusa dal torneo. Peccato, perché domenica avevano dato dimostrazione di grande tenacia, contro i favoriti Jamie Murray e John Peers, perdendo in tre set 6-7 6-3 9-11 dopo un match combattutissimo. Il match contro i fratelli americani Bryan era da dentro o fuori per entrambi, avendo anch’essi perso a sorpresa all’esordio contro Bopanna e Mergea. La loro superiorità tecnica e maggior maturità è stata consacrata nel risultato: 3-6 2-6 in 55 minuti di gioco.  

Bryan&Bryan più forti: Bolelli e Fognini eliminati dal Masters di doppio #AtpFinals https://t.co/CkZPz2Yz7e pic.twitter.com/18J5ERWKZd

— Eurosport.it (@Eurosport_IT) 17 Novembre 2015

Gli stessi Rohan Bopanna e Florin Mergea, dopo la sorprendente vittoria contro Bob e Mike Bryan di domenica, hanno vinto e convinto anche ieri, 6-3 7-6 contro Murray-Peers, ottenendo con un match d’anticipo un’importantissima qualificazione alle semifinali delle ATP Finals.

Appuntamenti odierni

Oggi continua lo spettacolo negli altri gironi: nel doppio, MatkowskiZimonjic contro HerbertMahut alle 13, e RojerTecau contro DodigMelo alle 19. Nel singolare, altra sfida di lusso delle ATP Finals alle 15, tra Rafa Nadal e Andy Murray, mentre alle 21 scenderanno in campo Stan Wawrinka e David Ferrer.

Tags:ATP World Tour Finals,bolelli,Bopanna,Bryan,djokovic,federer,Fognini,Italia,Londra,Master,Mergea,Nishikori,tennis

Related Posts

AttualitàItaliaMedicinaOur Modern SocietyPrima PaginaSaluteScienzaSocietà & Cultura

Antibiotici: Italia in testa per l’uso (spesso improprio)

CalcioIl corriere SportivoPrima PaginaSport & CuriositàSports

Gli azzurrini volano con la coppia Be-Be

CalcioIl corriere SportivoPrima PaginaSport & CuriositàSports

Azzurrini spreconi, a Novi Sad è 1-1

AmbienteAttualitàItaliaMilanoOur Modern SocietyPrima PaginaSocietà & Cultura

Bosco Verticale è il miglior grattacielo del mondo


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :