Magazine Politica

Attacco al peschereccio: chi sta coprendo il governo italiano?

Creato il 21 settembre 2010 da Laperonza

peschereccio_web--400x300.jpg"Abbiamo cercato di opporci sia all'inseguimento sia, naturalmente, ai colpi sparati contro il peschereccio - hanno raccontato - ma i libici non hanno sentito ragioni perchè hanno detto che si trattava di un ordine da eseguire. Abbiamo spiegato che non potevano farlo perchè non si trattava di una missione di pattugliamento anti immigrazione, ma non c'è stato nulla da fare" (Agrigentonotizie.it – 21 settembre 2010). Non capisco: se fosse stata una missione di pattugliamento anti immigrazione allora sarebbe stato consentito? Quindi l’Italia sa e legittima l’uso indiscriminato delle armi contro imbarcazioni inermi che trasportano gente indifesa, donne e bambini. Tutto questo per contrastare l’immigrazione clandestina, costi quello che costi.

Poi, da chi avrebbero ricevuto questi ordini? E perchè? Tutto lascia supporre che si sia trattato di una deliberata aggressione ai danni dell’Ariete, probabilmente non contro la specifica imbarcazione ma contro un generico peschereccio italiano, allo scopo di dare un segnale forte circa le pretese libiche sulle acque internazionali. Diventano quindi molti più gravi le asserzioni del Ministro Frattini che, affermando che il motopesca italiano “sapeva di pescare illegalmente”, conoscendo i dati GPS e presumibilmente anche le dichiarazioni dei nostri militari imbarcati sulla motovedetta libica (nostra in realtà ma in loro possesso in virtù dei trattati anti immigrazione) implicitamente legittima le pretese del colonnello Gheddafi di avanzare la linea della acque territoriali.

Gravissimo poi il silenzio televisivo calato sulla vicenda. Non se ne parla da giorni. Perché?


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Bocchino sotto attacco

    Brutta aria, anche se a leggerla vien quasi da ridere.ROMA, 29 APR -'Allora io ti infilzo'. E' quanto Silvio Berlusconi avrebbe detto a Italo Bocchino a... Leggere il seguito

    Da  Funicelli
    POLITICA, POLITICA ITALIA
  • attacco ai ricchi -uno

    Io ritengo che la richezza sia una cosa profondamente immorale. Uno degli scopi della mia vita è convincere anche gli altri di questo, e raffinare le... Leggere il seguito

    Da  Gaia
    SOCIETÀ
  • attacco ai ricchi -due

    Il secondo capitolo si apre con la descrizione di una grande discarica fuori da Ciudad de Guatemala, dove uomini, donne e bambini sgarfano tra i rifiuti per... Leggere il seguito

    Da  Gaia
    ECOLOGIA E AMBIENTE, SCIENZE, SOCIETÀ
  • attacco ai ricchi -terza parte

    Questa parte conterrà un sacco di dati, chiedo scusa in anticipo. Penso però che se ci soffermiamo a riflettere su ciascuno di loro ci rendiamo conto più da... Leggere il seguito

    Da  Gaia
    SOCIETÀ
  • Israele: attacco terroristico alla pace!

    Israele: attacco terroristico alla pace!

    È questo ciò che deve succedere perché l’attenzione del mondo intero si sposti sul problema mediorientale? A quanto pare sì.   La Freedom Flotilla, composta da... Leggere il seguito

    Da  Matteomonco
    SOCIETÀ
  • attacco ai ricchi -quarta parte

    Il quarto capitolo [Hervé Kempf, Perché i mega-ricchi stanno distruggendo il pianeta] parte dalle teorie di Thorstein Veblen, economista dell’Ottocento.... Leggere il seguito

    Da  Gaia
    ECONOMIA, FINANZE, SOCIETÀ
  • attacco ai ricchi -ultima parte

    Sì lo so, inizio a stancare, ma devo finire il riassunto del libro, e manca ancora una puntata. In realtà il quinto capitolo lo spiegherò velocissimamente e... Leggere il seguito

    Da  Gaia
    SOCIETÀ