Magazine Ecologia e Ambiente

Baby oil per massaggiare i bimbi (…e non solo)

Da Tigella
Baby oil per massaggiare i bimbi (…e non solo)

foto di JasonUnbound


Il massaggio è un’occasione per mamme e papà per rafforzare il legame emotivo-affettivo con il bambino.

E’ stato dimostrato che il massaggio favorisce un sonno migliore, allevia le coliche addominali, rafforza il sistema immunitario, inoltre migliora la crescita e lo sviluppo dei neonati prematuri.

I bambini amano il massaggio! Includerlo nelle pratiche quotidiane è una delle forme più belle per scambiarsi amore.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutarvi in questa pratica.

Non massaggiate il bambino quando ha sonno, fame o dopo i pasti.

Preparate la stanza, la temperatura ideale è di 24°C.

Stendete un asciugamano sul letto e preparate olio da massaggio, vestiti puliti e pannolini.

La pelle dei bambini è delicata, quindi toglietevi anelli, bracciali e fate attenzione alle unghie lunghe che potrebbero graffiare il bambino.

Accertatevi di avere le mani calde, è molto fastidioso il contatto con il freddo.

Poggiate il bambino sul dorso e spogliatelo.

Se vi fa piacere accendete una musica rilassante di sottofondo oppure cantate qualcosa al vostro bambino, i bambini amano la voce di mamma e papà!

Versate mezzo cucchiaino per volta di olio, nel palmo della mano e iniziate a massaggiare delicatamente il vostro bambino.

Evitate di trattare il viso, la testa e le mani (i bambini le mettono sempre in bocca).

Con leggeri movimenti circolari massaggiate il petto e l’addome, poi accarezzate le spalle e massaggiate gambe e braccia con movimenti dal basso verso l’alto, in direzione del cuore.

Poi girate il bambino a pancia in giù e iniziate a massaggiare la schiena, evitando la zona della colonna vertebrale.

Parlate al bambino o cantate soprattutto quando si trova in questa posizione quando cioè non può vedere il vostro sguardo, ma può sentirlo.

Sospendete il massaggio delicatamente, ricordate che togliere le mani bruscamente dal corpo e interrompere il contatto fisico possono allarmarlo.

Dopo il massaggio avvolgete il bambino in un asciugamano caldo e coccolatelo un po’ prima di rivestirlo.

Questo è quanto il resto verrà da se, ma cosa possiamo usare per il massaggio?

La maggior parte degli oli in circolazione sono di tipo minerale e addizionati di profumi sintetici.

Non c’è niente di peggio di un olio da bambini di una nota marca che promette morbidezza e nutrimento. Bisogna tener conto che gli oli minerali impediscono alla pelle di respirare. Se questo è dannoso per noi adulti, figuriamoci per un neonato!

Meglio preparare da sé un olio nutriente, ma leggero. Lo potrete utilizzare per il massaggio, ma anche come dopo bagno o come olio di pulizia.

L’olio più indicato e consigliato da sempre è senz’altro l’olio di mandorle, che però possiamo arricchire e completare con olio di germe di grano, molto ricco di vit. E e con olio di sesamo, un olio delicatissimo, antiinfiammatorio, utilizzato fin dall’antichità nella medicina ayurvedica per curare molte malattie della pelle.

BABY OIL DA MASSAGGIO

…e non solo

(per una bottiglia da 200 ml)

Ingredienti:

180 ml olio di mandorle dolci

1 cucchiaio olio di sesamo

1 cucchiaino olio di germe di grano (oppure il contenuto di qualche perla di olio di germe di grano alimentare)

4 gocce olio ess. di lavanda, arancio dolce, camomilla (facoltativo)

Preparazione:

Mettere tutti gli ingredienti in una bottiglia, chiudere ed agitare per miscelare gli ingredienti.

Uso:

Usare come olio da massaggio, come dopobagno, per la pulizia del sederino e per rimuovere i residui della pasta di Hoffmann, sempre difficile da eliminare completamente dalla pelle.

Veggie


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog