Magazine Società

Bari, uomo ucciso in strada con colpi di arma da fuoco. E’ il figlio del capoclan Lorusso

Creato il 11 gennaio 2015 da Stivalepensante @StivalePensante

Un uomo è stato ucciso in strada con colpi di arma da fuoco nel quartiere San Girolamo di Bari. Sul posto sono confluite pattuglie di poliziotti e carabinieri. Si tratta di Nicola Lorusso, di 58 anni, pregiudicato e sorvegliato speciale, padre di Umberto Lorusso, 37 anni, considerato dagli investigatori il capo dell’omonimo clan della zona. Secondo le prime notizie, l’uomo è stato crivellato con numerosi colpi di pistola.

Bari, uomo ucciso in strada con colpi di arma da fuoco. E' il capoclan Nicola Lorusso (ansa.it)

Bari, uomo ucciso in strada con colpi di arma da fuoco. E’ il capoclan Nicola Lorusso (ansa.it)

Il clan Lorusso è in contrapposizione, secondo gli investigatori, a quello dei Campanale. Pare che Nicola Lorusso si stesse recando a firmare la presenza, obbligo legato alla misura di prevenzione a cui era sottoposto, quando è stato investito da una pioggia di proiettili (tra i 20 e i 30) sparati con un kalashnikov. Diversi proiettili lo hanno raggiunto alla testa, uccidendolo sul colpo.

L’agguato dell’omicidio al padre del capoclan Nicola Lorusso. L’agguato in cui è stato ucciso il sorvegliato speciale Nicola Lorusso è avvenuto verso le 9,30 in via Van Westerhout. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo era in compagnia della moglie alla guida di una Ford Fiesta e si stava recando in Questura per firmare la presenza. Lorusso si sarebbe accorto di essere seguito da un’altra auto e ha fatto scendere la moglie dalla vettura. Quindi ha proseguito la marcia ma poco dopo sarebbe stato affiancato e crivellato di proiettili da un killer che avrebbe sparato con un mitra kalashnikov. Sembra che un uomo che transitava nella zona, uditi gli spari, abbia poi visto il cadavere a terra e abbia messo davanti un cassonetto dell’immondizia per evitare che il corpo venisse travolto dalle auto di passaggio. Sul posto si sono registrati momenti di tensione tra la polizia e i parenti dell’uomo ucciso giunti sul posto. (ANSA)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog