Magazine Attualità

Biblioteca: Aspettando Godot (Samuel Beckett)

Creato il 12 novembre 2014 da Candidonews @Candidonews

p277_4_01_01

Vladimiro ed Estragone. Due vagabondi in attesa. Di chi? Di Godot naturalmente, l’uomo che li aiuterà, forse. Ma Godot non arriva mai. Arrivano Pozzo e Lucky, padrone e schiavo. Battute ‘alte’ e popolari, numerosi silenzi, ruoli lucidamente assurdi. Questo è ‘Aspettando Godot‘, secondo me. Il libro scritto da Samuel Beckett, rappresentate del cosiddetto ‘teatro dell’assurdo‘, può essere sintetizzato in questa frase, scritta proprio nel testo e rivolta da uno dei due protagonisti all’altro:

“Troviamo sempre qualcosa, vero Didi, per darci l’impressione di esistere?”

Godot è Dio? E’ il ‘senso della vita’ ? Rappresenta ciò che ci spinge a fare cose per ‘riempire di senso’ la nostra esistenza? L’autore non lo dice. Ognuno di noi credo troverà il ‘proprio’ Godot leggendo il libro. Buona lettura.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog

Magazines