Magazine Per Lei

Bomboniere? Amka sì

Creato il 15 settembre 2014 da Sposenonconvenzionali

Voi lo sapete che non amo le bomboniere, no? Negli ultimi tre anni sono andata a parecchi matrimoni, battesimi e comunioni. Questo significa che ho molti amici che si sposano, figliano e addirittura tra qualche anno manderanno i figli all’università! Sto accumulando oggettini di vetro, scatoline, cosette, tutto in giro per casa, nella confusione ordinata che contraddistingue Casa Miao.

Continuiamo a parlare di bomboniere. Ho capito, le dovete fare per forza perché sennò pare brutto o perché vostra madre vi sta facendo sanguinare le orecchie per quanto è insistente. Quanto budget avete per sta roba? A volte si arriva ad un migliaio di euro. Li vogliamo spendere bene questi soldi? C’è chi spende molto di più, pure se farete un bel fai da te, sarà comunque una cifra consistente. Di soldi e di tempo.  

Nel corso del tempo, scrivendo di matrimoni, ho appreso di coppie che si dedicano alla solidarietà. Ognuno a proprio modo, dedicandosi alle cause per le quali sono più sensibili.

Scegliere una bomboniera solidale permette di avere un ruolo attivo nel sostegno delle popolazioni impoverite da un sistema economico che parte da qui, dal nostro modo di vivere, e di regalare ai nostri invitati un oggetto di ben altro valore rispetto a quello meramente economico.

La bellezza, ad esempio, delle statuette animali in malachite verde porta fortuna prodotte dagli artigiani del quartiere Ruashi in Congo, è racchiusa nel rispetto per le tradizioni del territorio e nel riconoscimento del giusto valore economico del lavoro di questi artigiani.

A riconoscerlo e a permetterne la vendita senza sfruttamento è stata l’italianissima Amka Onlus, un’organizzazione no profit nata nel 2001 con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle popolazioni del Sud del Mondo

Tra le varie iniziative con le quali i volontari cercano di far conoscere le loro cause e raccogliere finanziamenti, hanno progettato la vendita di diverse bomboniere solidali made in Africa.

Le esperte sarte del villaggio di Mataba, ad esempio, grazie al piccolo finanziamento ottenuto con il sistema del microcredito, hanno potuto realizzare dei prodotti artigianali tra i quali shopper, canovacci, copri cuscini, trousse e astucci di varie dimensioni realizzati con le tipiche stoffe colorate resistenti della tradizione africana e venduti attraverso i canali del circuito del Commercio Equo e Solidale e all’interno del sito stesso di Amka

DSC03182

flavia-cortonicchi-per-AMKA-117

Sul loro sito, nella sezione bomboniere solidali potrete scegliere con il vostro amore la vostra preferita.

Saràper voi e per i vostri cari un bellissimo momento di condivisione e di scoperta di una cultura diversa dalla nostra, ma fondata alla fine, sempre, sugli stessi sentimenti che ci guidano tutti.

Le bomboniere sono tutte realizzate da artigiani del posto con i materiali tipici delle loro regioni e servono a finanziare i progetti attivati dai volontari e dalle volontarie della Onlus nei loro villaggi, tra i quali: Educazione dei bambini, dell’alfabetizzazione degli adulti. Sanità di base, malnutrizione, campagne di vaccinazione e lotta alla trasmissione verticale dell’HIV/AIDS. Accesso all’acqua potabile. Attività di sviluppo socio-economico: microcredito, commercio equo.

In questo modo si può trasformare il matrimonio in qualcosa di più grande: l’opportunità per contribuire a un mondo migliore.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine