Magazine Cucina

|⇨ Bruschetta con crema di carciofi

Da Piac3r
bruschetta

La bruschetta è un piatto povero contadino della cucina italiana, nata dalla necessità che gli agricoltori avevano di conservare il pane, servito oggi perlopiù come veloce antipasto.


È costituita da una fetta di pane abbrustolito (“bruscato”) condito con olio, sale, e strofinato con aglio.

La bruschetta può essere arricchita con un’infinita di altri ingredienti, il più tipico è il pomodoro.

Nella cucina napoletana la bruschetta è presente da secoli grazie alla grande produzione di pomodori della Campania. Diffusasi poi in tutta Italia, la bruschetta nacque come spuntino per gli agricoltori campani che durante le pause condivano queste fette di pane abbrustolite con i pomodori appena raccolti. Il nome deriva probabilmente dalla Brusca “spazzola per pulire i cavalli e buoi dal pelo morto” che richiama la bruschetta nella forma e nella ruvidezza della sua superficie. Diventato poi un antipasto, conobbe la sua prima versione condita con olio, aglio e pomodoro talvolta anche origano. Successivamente si sono aggiunte versioni con alici, olive e formaggi vari. Con il passare del tempo ed il continuo mutare della cucina napoletana, da molti anni si possono assaggiare in tante versioni condite con creme e paté di peperoni, funghi, zucchine, piccoli tocchetti di melanzane, mozzarelle, scamorze e salumi vari.

Ingredienti per 4 persone:

– 4 Fette Pane Casereccio
– 3 Carciofi
– 4 Cucchiai Olio D’oliva
– 1 Cipolla
– 60 G Farina
– 75 Cl Brodo Di Dado
– 50 Cl Latte
– 40 G Formaggio Parmigiano
– 4 Cucchiai Panna

Procedimento:

Mondate i carciofi e tagliateli a fettine. Tritate la cipolla, fatela rosolare con l’olio, aggiungete i carciofi e la farina, poi il brodo e il latte bollenti. Mescolate e cuocete per un’ora circa. Passate il composto al passaverdure e rimettetelo sul fuoco, unite la panna e il parmigiano e mescolate fino a ottenere una crema omogenea. Abbrustolite il pane e spalmatevi sopra la crema.

Condividi su WhatsApp

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines