Magazine Cultura

C'era una volta Madonna: David Fincher

Creato il 12 marzo 2012 da Persogiadisuo
1989: EXPRESS YOURSELF by DAVID FINCHER
Dopo le croci infiammate e i baci a un Gesù nero, Madonna ha bisogno di un altro video di forte impatto: ecco arrivare dunque alla sua corte il 27enne David Fincher con il suo mini kolossal da 5 milioni di dollari ispirato a Metropolis di Fritz Lang (1927). Mai un video era costato tanto. Oltre a Metropolis c’è molta Marlene Dietrich e molto sesso e l’immagine di Madonna ne esce rinnovata: non solo sexy, ma androgina, donna del desiderio ma anche uomo, dominatrice e schiava legata nuda a un letto. Insomma nasce la vera Madonna sex symbol e icona (anche gay). Il testo è un inno all’emancipazione femminile, il video è soprattutto ideato per il maschietti: gli etero sono stuzzicati dall’immagine sempre più sexy della diva, mentre il pubblico gay si consola con uno stuolo di ballerini/operai seminudi e bagnati.
1989: OH FATHER by DAVID FINCHER
(non so perché blogger non voleva inserire la versione senza sottotitoli che trovate comunque su youtube cliccando qua). Per questa struggente ballad autobiografica dedicata a un padre severo, Fincher ripercorre la vita di Madonna, segnata dalla perdita della madre in tenera età, il turbolento rapporto col padre, le botte di un compagno (Sean Penn) e il rapporto con la fede (duplice infatti è il padre a cui si riferisce il titolo, e nel video appare pure un prete). La citazione qui è Quarto Potere (Citizen Kane, 1941) di Orson Welles, seppur molto lontana. È considerato uno dei video più scioccanti della storia per l’immagine della defunta con le labbra cucite.
1990: VOGUE by DAVID FINCHER
Madonna vi mette i suoi quadri di Tamara de Lempicka, Jean Paul Gautier le fa indossare i suoi (da lì a poco celeberrimi) reggiseni a punta, il coreografo mette in scena un ballo indimenticabile, il set è ispirato alle foto di Horst P. Horst, le pose di Madonna a quelle delle grandi dive della Hollywood degli anni d’oro, che Madonna cita nel testo della canzone assieme a Marlon Brando, Jimmy Dean, Fred Astaire e Gene Kelly: 17 sono le star citate. Merita una visione anche l'esibizione live che Madonna tenne ai VMA's di quell'anno.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

A proposito dell'autore


Persogiadisuo 1113 condivisioni Vedi il suo profilo
Vedi il suo blog

L'autore non ha ancora riempito questo campo L'autore non ha ancora riempito questo campo

Magazines