Magazine Libri

Caro Diario...

Creato il 17 febbraio 2016 da Arwen @Arwencz86
Caro Diario...
Buongiorno carissimi lettori! Sì, nonostante tutto è sempre un buongiorno. Deve sempre essere così, siete d'accordo?Era un po' che non mi occupavo di questa rubrica e non perché non avessi nulla da dire, anzi. Ma perché avevo anche troppo da dire e prima di poterlo fare devo in qualche modo riuscire a organizzare i milioni di pensieri che mi affollano la mente, altrimenti non riuscirei a scrivere nulla di comprensibile.
Oggi voglio parlare di una scoperta fatta ultimamente: "scrittrici" improvvisate che - udite udite - pubblicano libri con famose case editrici nel giro di poche settimane. Ho due esempi da citarvi, ditemi poi se sono io che esagero o se effettivamente ho ragione ad arrabbiarmi così tanto. Conosciamo tutti You Tube, vero? Molte donne tra voi sapranno che alcune ragazze diventate celebri su You Tube, hanno poi pubblicato dei libri. Mi riferisco a Giuliana "MakeUpDelight" e a Clio "Makeup". Ho anche io i loro libri, sono fatti bene e rispecchiano ciò che entrambe mostrano nei loro video, nulla di più e nulla di meno.
Dov'è la cosa negativa? Ovviamente ve lo state chiedendo. Beh, la cosa negativa è che nelle ultime settimane, una rinomata casa editrice italiana, ha deciso di pubblicare il libro di una ragazzina che fa video inutili e privi di contenuto su You Tube. Qualche esempio: "Room Tour", "Le mie cover per I-phone 6S Plus" e roba del genere. Ecco, una così ha di recente pubblicato un libro.
Trama banalissima e grammatica oscena, tanto che sembra scritto da una ragazzina di 8 anni! Mi chiedo se in questa famosa CE qualcuno abbia letto questa robaccia prima di pubblicarla definendola anche romanzo! E non parliamo poi dell'assurdo pubblicità che stanno facendo a questo pseudo libro!Caro Diario...
Sapete cosa penso? La tizia in questione è l'ennesima nullafacente che sputtana la sua vita su You Tube e quindi viene idolatrata dalle ragazzine che la seguono e quindi la casa editrice in questione ha mangiato la foglia: "Se pubblichiamo questa roba, di sicuro le vendite e quindi il nostro guadagno andranno alle stelle". Questo avranno pensato, per forza! Non trovo altre spiegazioni sensate.
Mi spaventano queste cose. Sono veramente spaventata dal fatto che una casa editrice come quella che purtroppo non posso citare visto il paese schifoso in cui viviamo, abbia veramente pubblicato quello che sembra un tema di una bambina delle elementari, nemmeno delle medie perché già a quell'età mi aspetto scritti più elaborati.
L'ultimo fatto di cui vi parlerò, l'ho scoperto proprio questa mattina. Una donna appartenente al fandom di Twilight, appassionata di Robert Pattinson e fan della famosa Trilogia di E.L James. E' "famosa" per scrivere fanfiction includendo e prendendo spunto da queste ultime tre cose citate. Bene, direte voi, e quindi? Tutti scrivono fanfiction.
Certo, avete più che ragione. Ma quando queste fanfiction vengono prese e pubblicate da un'altra e ancora più nota casa editrice italiana, le palle girano a 360 gradi come fossero le pale di un elicottero! Ma nessuno pubblica più storie originali? Nessuno ama più scrivere storie inventate di sana pianta? No. Caro Diario...
Questa è la triste realtà. Le scrittrici improvvisate scrivono roba trita e ritrita perché sanno che ormai gran parte delle case editrici ITALIANE, mirano solo ed esclusivamente al guadagno. Nient'altro conta. Ed ecco qui che ci ritroviamo Amazon, Ibs e librerie Mondadori e Feltrinelli, invase di questa robaccia schifosa.
E poi libri degni veramente di essere presi in considerazione e pubblicati da CE serie, si ritrovano invece ad essere autopubblicati sotto forma di ebook dai loro scrittori e quindi a far tutto da soli. Queste sono le persone da ammirare e a cui dare attenzione e non quella mocciosa arricchita e quella quarantenne frustata che sfoga le sue fantasie sessuali su carta invece di provare a salvare il suo matrimonio.
Ma fa più figo dire "ho pubblicato un libro con tale casa editrice che mi fa fare i soldi", piuttosto che "mi sto facendo in quattro per salvare il mio matrimonio invece di scrivere una lunga serie di parole scopiazzate qui e la".
Complimenti a tutti. 

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Caro diario... Pray for world!!

    Caro diario... Pray world!!

    Caro diario,Scrivo questo post non per fare polemiche o iniziare discussioni. Lo scrivo per sfogarmi, per dire ciò che penso e che ho dentro.Questa mattina ho... Leggere il seguito

    Da  Arwen
    LIBRI
  • Lisboa - Diario de viagem

    Lisboa Diario viagem

    In viaggio per il mondo con Sara MenettiUno degli stand lucchesi che non potevo perdermi era sicuramente quello di Mammaiuto. Per quei tre al mondo che non la... Leggere il seguito

    Da  Audaci
    FUMETTI, LIBRI
  • Caro Babbo Natale...

    Caro Babbo Natale...

    Caro Babbo Natale,sì, lo so, è un po’ tardi scriverti la letterina proprio il giorno della vigilia, ma oggi ci sono le email e di sicuro fai ancora in tempo a... Leggere il seguito

    Da  Lalettricerampante
    CULTURA, LIBRI
  • Caro 2015...

    Caro 2015...

    anche tu stai arrivando alla fine e visto che con i tuoi predecessori sono stata un tantino acidella, con te mi comporterò bene.L'anno scorso scrivendo al 2014... Leggere il seguito

    Da  Eliza
    CULTURA, LIBRI
  • [Recensione] Diario di Anne Frank

    [Recensione] Diario Anne Frank

    Buon pomeriggio cari Lettori! Oggi è la Giornata della Memoria e credo che non ci sia modo migliore di ricordare che parlare del Diario di Anna Frank... Anne... Leggere il seguito

    Da  Lafenicebook
    CULTURA, LIBRI
  • CARO LETTORE IN ERBA... - Gianluca Mercadante

    CARO LETTORE ERBA... Gianluca Mercadante

    Si mangia ogni giorno. Si beve ogni giorno. Si va in bagno ogni giorno. Si ama, si odia, si litiga e si fa pace ogni giorno. E bisognerebbe leggere ogni... Leggere il seguito

    Da  Lalettricerampante
    CULTURA, LIBRI
  • Diario d’Inverno – Paul Auster

    Diario d’Inverno Paul Auster

    Paul Auster non si smentisce ed anche con un “semplice” diario personale riesce a distinguersi. Lo fa con una scrittura in seconda persona che ottiene come... Leggere il seguito

    Da  Ferdori
    CULTURA, LIBRI