Magazine Informazione regionale

Castrovillari, sequestro per redditi non dichiarati

Creato il 20 marzo 2014 da Makinsud

Un’evasione milionaria, perpetrata per più di tre anni, senza far percepire al Fisco l’esistenza della propria azienda, omettendo i normali adempimenti previsti e non presentando alcuna dichiarazione fiscale: è stato questo il “disegno” di un imprenditore calabrese scoperto dalla Guardia di Finanza che ha sequestrato al legale rappresentante di un’impresa di Castrovillari, centro del Pollino in provincia di Cosenza, beni per oltre 232 mila euro di valore. Il sequestro è stato disposto dal Gip del Tribunale di Castrovillari a seguito della richiesta da parte della Procura della Repubblica, scaturita a conclusione di articolate e approfondite indagini patrimoniali condotte sul territorio nazionale che hanno evidenziato una notevole discrepanza tra i ricavi dell’impresa – pari a circa 3 milioni di euro e l’Iva dovuta pari a 1,1 milioni di euro – e le dichiarazioni dei redditi e le dichiarazioni Iva mai presentate. L’imprenditore, dunque, era connotabile come un evasore totale essendo la sua attività imprenditoriale totalmente sconosciuta all’Erario e, per far fronte alle imposte mai versate, è stato disposto il sequestro preventivo dei suoi beni.

castrovillari

Inoltre, secondo successive approfondite indagini compiute dalle Guardia di Finanza di Castrovillari sui conto correnti bancari dell’imprenditore, il presunto totale dei ricavi dell’impresa è da rivedere al rialzo considerando che, dall’inizio del mese di Gennaio 2009 e fino al triennio successivo, gli introiti dell’azienda si aggirerebbero sui 4,3 milioni di euro e che, di conseguenza, l’Iva dovuta avrebbe dovuto essere pari a circa a 1,5 milioni di euro.

Pertanto, i militari della Guardia di Finanza di Castrovillari hanno provveduto a sequestrare le quote sociali detenute dal legale rappresentante dell’impresa in questione, oltre alle quote sociali detenute dall’imprenditore in altre quattro società, in aggiunta alla somma depositata presso un conto corrente bancario: il tutto per un importo totale di circa 232 milioni di euro. In questo modo, il patrimonio dell’imprenditore di Castrovillari è stato – di fatto – bloccato preventivamente a beneficio del Fisco e, nel caso in cui il debito nei confronti dell’Erario non dovesse essere onorato da parte dell’imprenditore e legale rappresentante, i beni sequestrati potrebbero garantire il recupero della somma evasa da questi negli ultimi anni.

Castrovillari, sequestro per redditi non dichiarati, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :