Magazine Cucina

Chef ad alta quota: Cathay Pacific

Da Forchettinagiramondo @BrandiChiara

Ho deciso di aprire oggi un nuovo capitolo del blog: chef ad alta quota. Ovvero, di raccontarvi cosa si mangia a diecimila metri di altezza o poco più! Cosa si serve in volo? Quali sono le migliori compagnie in termini di food & beverage? Quali offrono i migliori servizi a bordo?
20140419_094914
Iniziamo dall’ultimo volo fatto poco prima di Pasqua: Cathay Pacific, Francoforte-Hong Kong. Viaggio di lavoro, come spesso mi capita di dover fare, verso la Cina. Vi ho raccontato più volte di questo paese.
Parto subito bene rilassandomi un pò prima del decollo alla lounge di Francoforte: bella, confortevole e con un buffet ben allestito. Mi faccio un piattino di formaggi francesi con pane scuro e pane alla noci, insieme ad un bicchiere di succo di pomodoro (che io adoro). Ottimo spuntino pre-volo.
IMG_20140414_124044
Chiamano il mio volo e mi avvio verso l’imbarco. E lì mi aspetta una bella sorpresa: un upgrade in business class! Molto felice della gradita offerta, mi avvio soddisfatta nel corridoio che porta diritto sopra l’aereo.
In vita mia mi è capitato altre due volte di viaggiare nella comodità della business class: la prima volta con AirFrance, verso il Messico, avevamo così tante miglia da spendere che ci siamo regalati un viaggio al top; la seconda con Lufthansa di ritorno da New York, ci hanno omaggiato di un upgrade, forse perchè in coincidenza con il compleanno di Ms.Ego visto che ha la tesserina d’oro. Questa volta, dato che viaggiavo anche da sola, è stata davvero una bella sorpresa.
Mi sistemo quindi nelle spaziose poltrone divanetto ed inizio a prendere confidenza con le comodità del caso. Subito arriva prontamente uno steward che mi offre un aperitivo, noccioline ed il beauty Agnes b. (carinissimo!).
IMG_20140414_150642
Tempo di decollare, sfogliare il catalogo dei film, iniziare a vedere “Philomena” che arriva il pranzo. Di ottima qualità, curato e  con molta scelta di piatti e di vini.
20140414_152132
L’antipasto è un salmone marinato con insalata; baguette calda e burro in accompagnamento. Tutto molto buono, anche il bicchiere di chardonnay australiano che ho scelto come accompagnamento.
20140414_153303
Passiamo al piatto principale: la scelta è ampia, pollo, carne, pesce o vegetariano. Io sono incuriosita da quest’ultimo, il Dal channa, un piatto indiano con crema di anacardi, riso e formaggio con spinaci.
20140414_154848
Potevo concludere senza un dolce? Ho lasciato passare la selezione di formaggi, ma non il dolce! Un crumble alle pere con salsa di vaniglia, che mi sono gustata insieme ad una tazza di jasmine tea.

20140414_163629

E con questa ottima cena, mi sono goduta la fine del film e una discreta dormita sotto il caldo e morbido piumino in dotazione.
Se il buondì si vede dal mattino, questa era la colazione: smoothie di mirtilli, frutta fresca, yogurt, pane (o croissant vari), burro e marmellate. C’era poi anche la parte salata: noodles in rispetto alle tradizioni cinesi, oppure omelette per quelle occidentali…ma ho soprasseduto, già questo prima vassoio era più che sufficiente!
20140414_231825

Bilancio complessivo: ottimo. Cucina curata, non banale e molta scelta. Per essere con i piedi in celo, assolutamente non male.
Nel suo piccolo però, anche lo snack servito nel volo Firenze/Francoforte l’ho trovato molto positivo: non i soliti biscottini o tramezzini di gomma, ma un più salutare e gustoso yogurt cremoso e muesli, con caffè e succo.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog