Magazine Asia

Chiang Mai le attrattive parte III.

Creato il 09 febbraio 2012 da Fabiofabbri
< Le provincie. < Chiang Mai, la "Rosa del Nord".
< Le provincie. < Chiang Mai, le attrattive parte I.
< Le provincie. < Chiang Mai, le attrattive parte II.

● Parco nazionale di Mae Ta-khrai, Il parco copre un'area di 350 chilometri quadrati nelle provincie di Chiang Mai e Lamphun, con un paesaggio di aspre montagne che arrivano a fino a 2030 m. Ci sono diversi pinete, foreste sempreverdi e miste sui monti e nei pendii della valle, che sono la fonte di torrenti che alla fine danno origine al fiume Ping. L'area della foresta è l'habitat di uccelli diversi, cervi, gibboni, cinghiali, ecc Il clima è generalmente fresco e ventilato, anche se l'estate può diventare piuttosto caldo.Attrattive: - Diga Mae Ta-khrai qui si trova la sede del parco posta in mezzo a foreste miste e boschetti di bambù. un sentiero per lo studio della natura di 3 km circonda la diga.- Cascata Tat Moei alta 15 metri è molto spettacolare, soprattutto nella stagione delle piogge quando il suo flusso è a pieno regime. La cascata si trova a circa 16 chilometri dalla sede del parco e raggiungibile con una passeggiata di 3 km attraverso i boschi.- Cascata Mae Ta-khrai si tratta di una cascata a un unico livello, si trova a 6 km dalla sede centrale del parco. Lungo la strada, ci sono vari tipi di piante, funghi e fiori selvatici.- 2 punti di vista panoramici si trovano sulla Mae Ta-khrai - Huai Kaeo Road. Il primo è al km 6, e offre viste panoramiche sulle montagne che segnano il confine tra la provincia di Chiang Mai e la provincia di Lampang. Il secondo è a 600 metri di distanza, ed è pure abbastanza impressionante. In particolare, possiede una visione mozzafiato della citta' di Chiang Mai e del Doi Suthep. Di notte, le luci scintillanti della città che si vedono guardando in basso sembrano creare un mare di stelle sulla terra, immersa tra le braccia della valle.- Doi Langka o Phu Langka Luang, con un'altitudine di 2030 m sul livello del mare, questa è la quinta montagna più alta del paese. Il clima è fresco e freddo tutto l'anno. Un'ampia aperta pianura erbosa attraversa la cima della montagna. La zona è particolarmente bella tra febbraio e marzo, quando l'Azelia (Rhododendron sp.) e' in piena fioritura. Langka Phu Luang si trova 50 chilometri a nord della sede del Parco. Per arrivare qui partire dal villaggio di Kamphaeng Hin, poi con un'escursione di 12 chilometri raggiungere la cima della montagna. A piedi si puo' anche fare un'escursione dal Doi Langka al parco nazionale di Khun Chae. Il viaggio dura 2 giorni. I visitatori possono fare l'escursione all'andata e il viaggio di ritorno in auto.Per arrivare al parco nazionale di Mae Ta-khrai dalla città di Chiang Mai, prendere l'highway 1006 che porta all'amphoe reale Mae-on. All'incrocio di fronte alla scuola Pao Sam Kha svoltare a destra sull'highway 1229 e proseguire per 4 chilometri dal Check Point 1. Dopo altri 10 km svoltare a destra in direzione di Ban Huai Kaeo. Il quartier generale del parco e il luogo di controllo della diga sono circa 800 metri più avanti. Al punto di controllo della diga ci sono 2 campeggi.Per maggiori informazioni contattare Mae Ta-khrai National Park, Tambon Tha Nuea, Amphoe Mae On, Chiang Mai 50130, o National Park Centre, Chiang Mai Forest Office 50000, tel. 0 5381 8348. ● Parco nazionale Op Khan, il parco vanta una rilevante varietà di piante e animali selvatici di rilevanza nazionale e con la sua tranquillità offre una via di fuga ideale per godere una bellezza naturale selvaggia e incontaminata. Si estende su aree di Samoeng, Hang Dong, Mae Wang, e San Pha Tong, con una superficie approssimativa di 484 kmq. Le caratteristiche geografiche del parco sono costituite da alte montagne ignee e calcare. Yod Khun Thian è la vetta più alta, con un'altitudine di 1.550 m. Nella zona ci sono pini sempreverdi e boschi misti. Op Khan è la fonte di molti fiumi e gole che sfociano nei fiumi Mae Wang, Win e Khan.Inoltre, la bella e aromatica orchidea 'Ward Dendrobium' (Dendrobium Wardianum Warner) si trova solo in questa zona della Thailandia. Ogni anno in gennaio questa splendida orchidea lascia attoniti per la sue fioriture. Il suo nome thai Ueang Manee Tri Rong "gioiello tricolore'. I suoi petali sono per lo più bianchi, con bordi viola alle loro punte, le parti centrali sono di colore giallo, marrone al centro, l'insieme di questi colori da' un aspetto unico e bellissimo.Il Parco offre numerose attrazioni, fiumi, cascate, colline e pianure con villaggi tradizionali. Gli animali selvatici che si trovano nel parco nazionale includono gorals, i Muliacus Muntjak, orsi, gatti, cervi topo, zibetti palma, conigli selvatici, cinghiali, scimmie, loris lento, manguste, istrici, scoiattoli, toporagni, ratti, ecc...Le attività nel parco comprendono: campeggio, trekking, percorsi naturalistici, caverne, turismo geologico. - Op Khan Gorge è un posto strano e bello un'attrattiva naturale, che è a soli 450 metri dal quartier generale del parco, raggiungibile a piedi. Nasce dall'erosione delle rocce su entrambi i lati del fiume Mae Khan. Il fiume scorre attraverso 30 metri di alte scogliere da un lato e dall'altro. - Huai Ya Si trova a circa 1 km dalla sede centrale. E' una sezione curva del fiume Khan Mae, dove il fiume cambia direzione. La curva è di quasi 90 gradi, e quindi rallenta il flusso del fiume considerevolmente. Entrambe le rive del fiume sono coperte con Ya Si (Leersia hexandra SW), una pianta verde con fiori bellissimi. Huai Sai Ya è una piccola gola poco profonda adatta per il nuoto. La zona offre uno scenario mozzafiato, un'atmosfera tranquilla e il suono rilassante del sinuoso fiume Mae Khan che fluisce lungo le sue rive rocciose.- Pha Toob e' una piccola scogliera in piedi accanto a una collina, si trova a circa 500 metri dal Huay Ya Si. Alla base di Pha Toob, ci sono detriti che si estendono fino al fiume Mae Kham. le rocce sono state scolpite in forme interessanti. - Il torrente Huai Pong dista circa 2 km dalla sede centrale, ed è adatto per il nuoto. I visitatori possono anche godere dei fiori selvatici lungo i sentieri.- La cascata Mae Tian è a un singolo livello, le sue acque provgengono dal fiume Mae Tian. Vicino a questa cascata si trova una centrale elettrica che la sfrutta per produrre elettricità.- Tham Takkatan o Grotta Cavalletta, e' un'ampia grotta con molte stalattiti e stalagmiti. Ci sono anche antiche immagini scolpite che ornano le pareti della grotta.- Oltre a queste attrattive il parco nazionale di Op Khan contiene Tham Doi Ton, e le fonti calde di Mae To, ci sono altre cascate che i visitatori possono esplorare come cascata Khun Puai, cascata Morakot, cascata Mae Mud, cascata Khun Win e cascata Mae Wang. Inoltre, il parco offre percorsi naturalistici per passeggiate a piedi.Come alloggi e strutture ci sono bungalow e campeggi disponibili con prenotazione anticipata. Attrezzate per il campeggio con cibo e bevande sono disponibili dalle ore 08.00 alle ore 18.00. Per contatti: Op Khan National Park, Tambon Nam Phrae, Amphoe Hang Dong, Chiang Mai 50230 o Chiang Mai Regional Forest Office, tel. 0 5381 8348.Per arrivare qui da Chiang Mai guidare lungo la Highway No.121 fino a Hang Dong per circa 15 km, una strada panoramica che abbraccia un canale di irrigazione. Poi girare a destra sulla Namprae - Op Khan Ro Pho Cho Road e andare avanti per circa 10 km. Si noti che la strada è ripida e sinuosa!● Wat Phra That Doi Koeng Il tempio con il suo stupa dorato è in posizione suggestiva, su un'alta montagna, che domina il paesaggio come se si trovasse in paradiso. Da qui si gode di una vista panoramica su montagne aspre con le loro ampie fenditure in profonde valli verdeggianti.● Montagna Doi Mon Chong e' situata all'interno del santuario per la fauna selvatica di Omkoi che copre aree in Amphoe Omkoi, nella provincia di Chiang Mai, e Amphoe Sam Ngao nella provincia di Tak, Doi Mon Chong è un bellissimo rifugio di montagna nel nord della Thailandia. Le attrattive includono capre di montagna quasi estinte e quindi protette, nonché panorami alpini mozzafiato. Le Azelia (Rhododendron sp.), più grandi di Thailandia, che fiorisce da dicembre a gennaio e adorna le montagne con i fiori rossi, rosa e dai petali bianchi. Il paesaggio include pacifiche, ampie colline e larghe pianure erbose. Le foreste e le pianure sono la patria di molti uccelli rari e di altre creature. Escursioni fino al Doi Mon Chong possono essere fatte in un giorno, ma e' un viaggio molto faticoso che non dovrebbe essere iniziato dopo le 6:30 del mattino. Gli escursionisti sono invitati a trascorrere almeno 2 giorni e 1 notte per una visita piacevole. Inoltre, un'autorizzazione preventiva deve essere richiesta all'Omkoi Wildlife Sanctuary all'Unità Musoe, dove si trova l'ufficio del Wildlife Sanctuary.Per arrivare qui in macchina da Chiang Mai, prendere l'autostrada 108, quindi svoltare a sinistra ad Amphoe Hot entrando sulla highway 1099 e continuare per Amphoe Omkoi. L'Unità Musoe si trova sulla sinistra dopo 40 chilometri. Da l'unità all'inizio del trek occorre prendere una strada sterrata di 16 chilometri, la strada e' panoramica ma ha molte curve, occorre una macchina 4x4 e un abile pilota. Gli autobus partono dalla porta Chang Phueak in Chiang Mai, portando i passeggeri al centro Omkoi. Il servizio inizia alle 08:00. Mr. Det Soemmatiwong porta i passeggeri con un ferry da e per l'inizio del sentiero, chiamatelo al 0 5346 7109. I visitatori possono acquistare i materiali di consumo in Omkoi. Un portatore può essere noleggiato per 150 baht al giorno.● Tempio di Phra That Doi Noi si trova in Doi Lo, nel distretto di Chom Thong lungo la highway No.108 tra i km. 43 e 44. Il tempio è stato costruito dalla regina Jamathewi nel 658 d.C. Durante gli scavi, numerose immagini di Buddha in marmo, contenitori per immagini di Buddha e una cappella sono stati scoperti. Il tempio sulla collina offre ai visitatori una vista panoramica della bellezza paesaggistica del fiume Mae Ping e delle colline e le valli circostanti. Il tempio può essere raggiunto a piedi salendo una scalinata di 241 gradini.● Parco nazionale Doi Wiang Pha questo parco copre aree nei distretti di Chai Prakan e Fang, nella provincia di Chiang Mai. Quest'area offre lo spartiacque per molti grandi fiumi, in particolare il fiume Fang, nonché rami di fiume Lao, come il Mae Fang Luang, il Mae Fang Noi, e il fiume Yang Min. Le caratteristiche geografiche del parco nazionale sono costituite da alte montagne, che si estendono verso nord e formando un confine tra le provincie di Chiang Mai e Chiang Rai. Doi Wiang Pha è la montagna più alta del parco nazionale, con una elevazione di 1.834 metri sul livello del mare. I boschi della zona sono foreste sempreverdi e miste. Il tempo qui può essere diviso in 3 stagioni. La stagione delle piogge dura da maggio a ottobre, e di solito piove più pesantemente nel mese di settembre. L'inverno è da novembre a febbraio, quando il clima è fresco e invitante - ideale per i viaggi. Le mattine d'inverno tendono ad essere nebbiose. Marzo-aprile è la stagione estiva, quando il clima è piuttosto caldo.Ci sono diverse varietà di foreste vergini nel parco nazionale, tra cui sempreverdi, pini, foreste di legname e boschi misti, a seconda dell'altitudine delle aree. I tipi di alberi principali sono teak, gomma, Leguminosae (Pradu), Michelia Alba, Pinus Merkusii Jungh, diversi tipi di Lithocarpus Cantleyanus (Ko), e inoltre molti tipi di muschi, felci, orchidee, ecc...Grazie alla sua abbondanza di foreste, le varietà di piante, e altitudini diverse, il Parco Nazionale è diventato la fonte di cibo e l'abitazione per i diversi tipi di animali selvatici tra cui Muntiacus Muntjak, cinghiali, gorals, istrici, conigli selvatici, scimmie, civette della palma, scoiattoli, toporagni e diversi tipi di uccelli come il Copsychus malabaricus, tortore, falchi, galline, ecc...Il Parco vanta grandi punti panoramici, dove i visitatori possono sperimentare il fascino naturale della catena montuosa dall'alba, al crepuscolo. Molte piante d'alta quota si trovano sulla cima della montagna, come Azelia (Rhododendron sp.) e ci sono anche molti tipi di erbe e fiori.Il Parco contiene numerose cascate, ma la maggior parte di loro sono di difficile accesso perché il paesaggio del parco è ancora in fase di sviluppo. La cascata che è più accessibile è la Huai Sai Khao. Si trova nella zona della sede del parco. Huai Sai Khao è una cascata a tre livelli con una piscina adatto per nuotare. Il getto dell'acqua è più potente da maggio a novembre. Il livello più alto è di sabbia in quanto la roccia sopra la cascata è in pietra arenaria. L'ambiente intorno alla cascata è talmente umido che tutte le rocce sono ricoperte con muschio verde.Altre cascate della zona sono Mae Fang Luang, Doi Wiang Pha e Huai Han, sono tutte piccole cascate.Il Parco ha due bungalow, contattare Doi Wiang Pha National Park. P.O. Box 14, Amphoe Chai Prakan, Chiang Mai, Thailandia 50320. Tel.0 2562 0760.Per arrivare qui in auto dalla città di Chiang Mai, prendere l'highway No.107 per circa 125 chilometri. 2 km prima di raggiungere al distretto di Prakan Chai avrete l'ingresso alla scuola Si Dong Yen di fronte e l'ingresso al parco dall'altra parte. Proseguire per altri 12 chilometri fino alla sede del Parco.● Centro conservazione e allevamento delle api e' fondamentalmente un centro di ricerca sulle api anche se tiene anche un allevamento di grilli. Prodotti derivanti dalle api sono prodotti qui mentre i grilli vengono allevati per l'alimentazione animale. I risultati della ricerca vengono diffusi agli agricoltori all'interno dell'area. I visitatori sono riuniti in gruppi e forniti di una guida, strutture turistiche sono disponibili, tuttavia, il centro non offre alloggio. Un contatto precedente e' richiesto per visitare il centro che si trova in Mu 1, Ban Tong Kai, Nong Khwai sub-district, Hang Dong District, Chiang Mai 50230. .Chiang Mai le attrattive parte III.● Centro reale di ricerche sull'agricoltura è composto da 2 sub-stazioni. La prima stazione si compone di campi dimostrativi per la ricerca, la raccolta, e l'allevamento di varie piante, la seconda stazione, situata nel sottodistretto di Mae Win si occupa principalmente di ricerca di frutta e fiori di zone temperate e di caffe', Arabica. Il centro funge anche da fonte di informazioni completo di guide per le visite di istruzione e formazione. Alloggi e servizi di base sono disponibili. sulla base di contratti precedenti. Il centro si trova a Mu 1, Ban Tong Kai, Nong Khwai sub-district, Hang Dong District, Chiang Mai 50230 e Mu 10, Tambon Mai Win, Amphoe Mae Wang, Chiang Mai,tel. 0 5343 2275, fax. 0 5343 2276.● Stazione sperimentale agricola di Mae Chon Luang, immersa, nella bellissima valle di Amphoe Mae Chaem, la stazione sperimentale è situato in un luogo ideale per l'agriturismo. I suoi pendii collinari sono stati sistemati in piantagioni a gradini, che offrono sereni panorami di montagna. La stazione si occupa di ricerche su piante tipiche delle zone temperate che sono alternativamente in fiore e producono frutti tutto l'anno. La vista e' particolarmente impressionante nella stagione fredda, in dicembre, quando i fiori di ciliegio sono in piena fioritura, e quando l'area è coperta in incantevoli petali rosa e bianchi. I visitatori potranno esplorare aiuole con fiori da clima fresco, piantagioni di vegetali organici, frutteti di vario tipo, come ad esempio pera, fragola, frutto della passione, castagno e maccadamia. Un altro punto interesante, in particolare per gli amanti del tè, sono le piantagioni di tè, che producono vari tipi di questa bevanda, qui i visitatori potranno dilettarsi nella degustazione di tè cinesi di qualità superiore e verde. Ultimo ma non meno importante è la degustazione del Yam Bai Cha, che e' un piatto tradizionale tailandese piccante agrodolce fatto con un'insalata di foglie di tè, una specialità a disposizione dei visitatori solo in questa stazione agricola.La stazione e' in grado di fornire alloggio e servizi diversi, per l'alloggio e' disponibile un grande bungalow per 40-50 persone, così come alloggio formato da 2 dormitori separati per uomini e donne, comprensivo di zone di cottura. Inoltre, ci sono due campeggi per circa 100 persone al belvedere, che si trova in mezzo a un fantastico paesaggio, tra montagne mozzafiato, circondato da fiori colorati e alberi di pino. Aggiungete i padiglioni per il relax, belle trattorie, e avrete a dispone un luogo ideale per trascorrere una vacanza. Gli alloggi e le strutture sono ben sviluppate e si fondono nel paesaggio naturale che continua ad offrire un ambiente intatto senza sacrificare il comfort per l'atmosfera, offrendo ai visitatori la possibilita' di sentirsi veramente parte della natura. I pasti sono forniti dai membri dello staff con prenotazione anticipata, oppure i visitatori possono anche preparare il cibo da se stessi. La stazione stessa è una fonte di ingredienti freschi come ortaggi, frutta, etc. Per ulteriori informazioni, chiamare il 5343 0 2207.Allo stato attuale, non ci sono trasporti pubblici per arrivare alla stazione, che si trova nella zona di Ban Hmong Khun Wang, un villaggio della tribu' degli Hmong, L'indirizzo e' Mu 6, Tambon Mae Na Chon, Amphoe Mae Chaem, Chiang Mai. Ai visitatori si consiglia di utilizzare un mezzo a 4 ruote motrici, oppure di affittare una songthaeo, un camioncino con due file di sedili lungo i lati, ai piedi del Doi Inthanon. Ci sono due strade per arrivare alla stazione: La prima è di circa 120 chilometri di lunghezza e richiede circa 3 ore. Dalla città di Chiang Mai, prendere la Chiang Mai – Hot, via Amphoe Chom Thong, girare a destra verso il Doi Inthanon e proseguire fino ad arrivare al km 31. Girare a destra e oltrepassate il Centro reale per lo sviluppo del Doi Inthanon. Proseguendo per circa 16 chilometri i visitatori potranno arrivare al Centro Reale per Ricerche Agricole di Chiang Mai, in Khun Wang. Girare a sinistra e proseguire per altri 6 km.Il secondo percorso è di circa 92 chilometri e necessita di circa 2 ore e mezzo. Si parte da Chiang Mai via Amphoe San Pa Tong, dove si svolta a destra sulla highway No.1013 che porta a Amphoe Mae Wang. Passata Mae Wang, girate a sinistra, e questa strada tortuosa proseguira' attraverso le montagne, via Ban Nong Tao, Ban Pa Kluai e Ban Pong Lom Raeng. Girare a destra e proseguire per altri 9 chilometri.Le vicine attrazioni interessanti sono:- Mae Khun Wag, un villaggio della tribu' degli Hmong, situato a nord del Stazione sperimentale agricola di Mae Chon Luang, a 20 minuti di guida. I visitatori possono visitare la tribu' degli Hmong, osservarne lo stile di vita e ammirare le loro stoffe finemente cucite im modo intricato.Chiang Mai le attrattive parte III.- Cascata Sirirat dalla stazione, proseguendo in direzione ovest, i visitatori troveranno una svolta che porta alla cascata, accessibile solo a piedi, con una passeggiata di 10 minuti dal parcheggio. Il pesante flusso d'acqua della cascata e' perenne. Ai visitatori si consiglia di indossare scarpe adatte, perché il sentiero è scivoloso e ripido.
● Parco nazionale Pha Daeng in precedenza chiamato Parco nazionale di Chiang Dao. E' situato nel nord della Thailandia, vicino alla città di Chiang Mai, copre un''area di Amphoe Chiang Dao, Amphoe Wiang Haeng e Amphoe Chai Prakan. Il parco di 1,155 chilometri quadrati comprende alte montagne e valli profonde dove crescono foreste verdeggianti. Sono le montagne calcaree di questo settore che alimentano i torrenti spumeggianti che alla fine danno origine al grande fiume Mae Ping.La piu' alta vetta del parco è Doi Puk Phak Ka, che si alza per 1.794 metri sul livello del mare e offre fantastiche viste panoramiche della zona, tempo permettendo, comunque anche in tempi nebbiosi, il panorama può essere abbastanza sorprendente. Il luogo offre clima fresco tutto l'anno.Le attrattive del parco sono:- La cascata Si Sangwan, una bella cascata calcarea che e' solo a 150 metri dal l'ufficio del parco. La cascata è alta circa 20 metri e ha una bellezza idilliaca, e' immersa in una lussureggiante foresta verde, con una zona circostante adatta al relax. - Cascata Huai Hok, perfetta per gli amanti dell'avventura, 8 ore di cammino dall'ufficio del parco sono necessarie per raggiungere questo gioiello immerso in una profonda foresta. E 'accessibile solo a piedi. E' una cascata a un livello, alta circa 20 metri che si getta giu', con schizzi spettacolari, un grande bacino di acqua cristallina circondato dal verde.- L'origine del fiume Ping, il Mae Ping è uno dei quattro grandi fiumi del Nord della Thailandia. Nasce da una piccola sorgente che scorre dalle rocce della montagna, ed è accessibile solo a piedi, il viaggio dura circa 2 ore dall'ufficio del parco. Gli abitanti dei villaggi locali venerano questa fonte come un luogo sacro. Ogni anno all'inizio della raccolta del riso, gli abitanti tengono riti speciali per rendere omaggio allo spirito del fiume, ringraziandolo per la sua benevolenza e chiedendo scusa per eventuali possibili insulti. Con questi riti si pensa di inaugurare una buona stagione per il raccolto. Gli abitanti sono gentili e hanno un profondo rispetto per la natura che venerano in tutte le sue manifestazioni. Questi riti annuali servono anche per purificare le persone, e per garantire un ambiente naturale caldo e sereno.- Fonte calda di Pong Ang, la temperatura di questa sorgente naturale di acqua calda è di 70 - 80 gradi Celsius. Si trova 3 chilometri a sud dell'ufficio del parco. E' una piccola piscina naturale di acqua calda con l'acqua che scorre tutto l'anno ed è anche un luogo ideale per l'osservazione degli uccelli. - Doi Pha Tang e' un'alta montagna rocciosa con una gigantesca pietra rotonda in piedi su di essa. Si trova nei pressi del km 93 sulla Strada Statale 107, Chiang Mai - Fang. Da dicembre-gennaio, la fioritura dei Sakura fornisce uno scenario pittoresco. Questa zona ospita cinesi Haw, Hmong e Yao. Dalla cima della montagna, i visitatori possono godere di viste panoramiche di aree rurali Thai e Lao. La montagna è più frequentata durante l'inverno quando i fiori di ciliegio sono in piena fioritura e un mare di nebbia copre l'intera area.- Cascata Pang Tong, questa bella cascata è nascosta tra la lussureggiante verde foresta verde del parco nazionale. Originata dalle acque del fiume Khun Mae Ngai, la cascata è noto per una caratteristica interessante: l'acqua scorre attraverso canali sotterranei per 60 m prima di uscire attraverso fori sulla superficie della scogliera e diventare una cascata abbagliante con 3 livelli e 2 sezioni.Oltre alle sue numerose cascate, nam tok, e ruscelli gorgoglianti, il parco nazionale Pha Daeng offre attrattive come grotte, tham, che sono gioielli esotici con stalattiti e stalagmiti, come Tham Pha Chan, Tham Doi Klang Mueang, e Tham Huai Cha Khan. Ci sono comunque molte altre belle cascate dove i visitatori potranno godere della bellezza paesaggistica che si mescola con i rilassanti suoni provenienti dalla giungla come Namtok Thung Kaeo e Op Ping.Il parco vanta uno splendido sentiero della natura, di 2,5 km che si snoda attraverso un mix di foresta decidua e degrada dolcemente Il percorso dovrebbe richiedere all'escursionista medio 2-3 ore per essere completato, informazioni sono disponibili presso il Centro visitatori, che è aperto tutti i giorni dalle 08.30 alle 16.30. Il parco nazionale è abbellito da una grande varietà di flora ed è sede di fauna di molti tipi.Gli uffici del parco offrono campeggi e due bungalow. La prenotazione anticipata è necessaria, si puo' attraverso fare http://www.dnp.go.th, o telefonando al 0 5381 8348 oppure al 08 1883 7371.Per arrivare qui prendere l'highway 107, Chiang Mai - Fang fino al km 79, poi girare a sinistra e proseguire lungo l'highway 1178 per circa 24 chilometri fino a Ban Na Wai. Girare a sinistra e proseguire per altri 150 metri fino all'ufficio del parco.● Centro reale del progetto di sviluppo di Huai Luek, il centro funge da modello di sviluppo dimostrativo per la gente delle tribù della colline e si basa sulla filosofia di promuovere la tecnologia agricola fra gli agricoltori delle tribù. Il sito è aperto al pubblico che puo' vedere progetti pilota per verdure, fiori, piante da frutta, le piantagioni degli Hmong e il fiume Poi. Inoltre, la fondazione ha il suo negozio di vendita di prodotti freschi. Tours completi con guida possono essere organizzati su prenotazione, la prenotazione e' anche consigliata per le visite di gruppo. Servizi igienici e aree di parcheggio sono disponibili.Si trova a Ban Huai Luek, Bueng Khong sub-district, Chiang Dao District, Chiang Mai. Tel. 0 5345 1116, fax. 0 5322 9635● Stazione di ricerca agricola Pa Kia Doi Chiang Dao, questa stazione di ricerca è amministrata dalla Facoltà di Agraria, dell'Università di Chiang Mai. E 'situata in una bellissima zona da cui i visitatori possono vedere chiaramente il Doi Luang Chiang Dao. La zona è piena di uccelli, il che la rende un luogo ideale per il bird watching. Nella stagione fredda le montagne sono ricoperte da un mare di nebbia al mattino, e il cielo di sera e' scuro, pulito e pieno di stelle. Le luci della citta' di Chiang Dao scintillano molto al di sotto.Per arrivare qui prendere l'highway 107 da Chiang Mai via Mae Rim e Mae Malai, i visitatori possono acquistare cibo e altro al mercato di Mae Malai, e Mae Taeng. Continuare fino a raggiungere Ban Mae Na, dove occorre girare a sinistra quando si incontra il segnale stradale indicante "Mae Taman Watershed Management Unit". Dopo circa 21 km c'è un incrocio, girare a destra, questa strada è ripida e sterrata e porta ai villaggi di Pang Hong e Pang Hang. La strada continua e si fa più ripida. Proseguire dritto passare il bivio per il Den Pa Ya Khat Ranger Station. Girare a destra verso la scuola San Ban Pa Kia. Da qui, continuano per Mae Taman Watershed Management Unit. La stazione di ricerca è a circa 500 m lungo una strada, che è molto ripida.Dalla stazione, i visitatori possono tornare indietro con la highway 107 passando per il villaggio di Kaeng Phan Tao. Circa 12 km dalla stazione, i visitatori troveranno un incrocio. Girare a destra o a sinistra vi porterà alla strada principale. Andando a destra, la strada passa per il villaggio di Pak Iak, dove ci sono piantagioni di te' e una tribu' delle colline. La strada è asfaltata, ma è ancora piuttosto ripida. Essa conduce al villaggio di Kaeng Phan Tao Village e alla Highway 107.Dormitori per gli studenti della Facoltà di Agraria sono disponibili, così come bagni e cucine attrezzate con utensili, ma i visitatori devono portare il proprio cibo. La quota è di 50 baht a persona per notte. I visitatori sono invitati a richiedere l'autorizzazione presso la Facoltà in anticipo contattando il Pa Kia Doi Chiang Dao Agricultural Research Station, Faculty of Agriculture, Chiang Mai University, almeno con 10 giorni di anticipo. Tel. 0 5322 2014 o 0 5394 4052.● Sito archeologico Inthakhin e museo della ceramica, il museo si trova a Ban San Pa Tong, Tambon Inthakhin, Amphoe Mae Taeng, Chiang Mai. Si tratta di un sito di scavo archeologico che ha riportato alla luce le antiche fornaci di Inthakhin nella zona di Mueang Kaen. La scoperta e' molto importante sia per la storia che per l'archeologia, in quanto contribuisce a stabilire con sicurezza che il villaggio di Phan Aek Phan Fuea Mueang Kaen e' realmente esistito nel Regno antico di Lanna. Iscrizioni su pietra sono state rinvenute, risalenti all'epoca del re Mengrai, un periodo che va dal 1258 al 1311 d.C. E' anche molto importante per l'archeologia, perché i forni e le ceramiche sono in ottime condizioni e in nessun'altra parte del Nord Superiore della Thailandia sono stati trovati forni o terracotta in un simile stato di conservazione.Dalle testimonianze trovate, gli archeologi hanno determinato che questi forni erano ancora in uso nel periodo 1407-1457 d. C, e si presume che la zona di Ban San Pa Tong fosse una volta una grande produttrice di terracotta e servisse l'intero Regno di Lanna. Nel XIV secolo l'arte della ceramica invetriata era diffusa in tutta Chiang Mai e nel resto del Regno Lanna.La maggior parte delle terracotte trovate qui sono di tipo celadon, con uno smalto verde chiaro o verde-marrone, plasmati dalla bianca terra di qualità estremamente buona che può essere confrontata con le merci Sangkhalok di Si Satchanalai, e anche con gli esemplari prodotti nei forni di Phan Tao in provincia di Chiang Rai. I prodotti erano tutti forti e belli. Significativamente, ceramiche pre-cotte modellate dalla terra bianca sono stati scoperte anche in altre fornaci in Thailandia.Questa terracotta invetriata di tipo celadon rese famoso il Lanna nei primi tempi, anche se queste ceramiche trovavano la loro origine in Cina. Lo smalto verde permetteva di imitare la giada, che è considerato il più fausto fra i materiali e colori cinesi. Durante tutto questo periodo, artigiani e artisti thai infusero nella ceramica un gusto unico e una grande vitalità.Una vicina attrattiva nelle vicinanze è la diga Mae Ngat Sombun Chon, dove i visitatori possono rilassarsi in riva alle acque e cenare circondati dall'ambiente naturale.● Cascata Bua Tong e Nam Phu Chet Si,  'Nam Phu' significa 'fontana', o meglio 'geyser' questo caso e 'Chet Si' significa '7 colori '. Questa cascata e' situato al km 42 della Chiang Mai - Phrao Road, nel sottodistretto di Ho Phra. distretto di Mae Taeng. Si tratta di un geyser minerale contenente carbonato di calcio, che sgorga dalla terra e poi straripa in ruscelli e piccole cascate. Il suo alveo è solido bianco, scintillante incrostato di carbonato di calcio. I raggi del sole si riflettono nell'acqua che scorre e che cade, cosi' come nel bianco letto del torrente dando luogo a un impressionante spettacolo naturale.Chiang Mai le attrattive parte III.La pineta di Ban Wat Chan, i Mu Se Khi, sono un gruppo etnico Karen che ha vissuto in questa zona della foresta per oltre 100 anni. Essi proteggono la foresta che li nutre e per questo hanno idealizzato la foresta facendola diventare come un membro della famiglia. In base a questa considerazione si sono sviluppati riti, quando nasce una persona il suo cordone ombelicale viene portato nel bosco e legato attorno ad un albero. In questo modo l'albero diventa un membro effettivo della famiglia. Da cio' consegue che dato che gli abitanti dei villaggi Karen hanno il massimo rispetto l'uno per l'altro, non puo' accadere che venga abbattuto uno degli alberi prescelti. I pini in quest'area sono pini a due foglie o pini a tre foglie che crescono solo ad altitudini di 1.000 m sul livello del mare. La loro resina è molto utile per temperare le corde del saw uno strumento musicale tradizionale thailandese che rientra nella famiglia dei violini. Inoltre, distillata la linfa di questi pini può essere miscelata con la vernice per far si che questa si asciughi più velocemente. Al fine di conservare le foreste di pini in questo settore, gli abitanti del villaggio non si guadagnano da vivere con la raccolta di questa linfa. Essi sono sostenuti da un progetto di sviluppo reale che riguarda l'allevamento dei polli, la produzione di carne di qualità che ha un prezzo molto buono sul mercato.La bellezza serena e il modo in cui la natura e' stata ben conservata in questa zona fanno si che il luogo meriti una visita, a parte la natura si puo' sempre osservare lo stile di vita del popolo Karen. Comunque Il clima è fresco e in inverno, le foreste esplodono in tutta una serie mozzafiato di fogliame colorato. I visitatori sono incoraggiati a portare le biciclette per esplorare le belle pinete, e la zona presenta anche delle opportunità di canottaggio.Alloggi sono disponibili contattare Forest Industry Organization, Ban Wat Chan, tel. 0 5324 9394.Per arrivare qui si possono prendere i song thaeogialli, specie di caminoncini con la parte posteriore coperta e con due panche, essi fanno tutti i giorni la rotta che parte da Chang Phueak Road in Chiang Mai e arriva a Ban Wat Chan e viceversa. Il servizio e' attivo dalle 09:00 all 23;00. La tariffa è di 120 baht. Il viaggio dura 4 ore via Samoeng. In auto se prega di notare che un veivolo 4WD e' necessario per tutte le rotte. La strada più comoda è la highway 1095 da Mae Malai a Pai.Ci sono due percorsi possibili:1. Prendere l'autostrada 1095 Mae Malai - Pai, tenerla fino al km 80, e poi svoltare a sinistra su una strada sterrata e proseguire per altri 40 chilometri.2. Prendere l'autostrada 1095 Mae Malai - Pai, prendere l'ingresso a Wat Phra That, proseguire per circa 500 m, girare a sinistra sulla Chom Chaeng – Ban Mueang Rae – Ban Bo Rae La distanza totale è di 165 chilometri.Altri percorsi sono: Samoeng – Wat Chan – Ban Bo Kaeo – Ban Dong Sam Muen. Questo percorso è di circa 155 chilometri, di cui la metà si trova su strada ruvida e sterrata.Amphoe Mae Chaem – Ban Wat Chan e Amphoe Mueang Mae Hong Son – Ban Wat Chan. entrambi su strade dure e ruvide, il secondo e' il piu' panoramico.● Museo di Ban Kham Un si trova sul lato destro al km. 4, di fronte alla fattoria dei serpenti di Mae Sa in Amphoe Mae Rim, questo museo privato di arte thailandese è di proprietà di un abile artista-collezionista. Fedele alla natura della famiglia dell'artista, il museo presenta un ambiente caldo e accogliente per le famiglie e gli amanti dell'arte. Contiene arte contemporanea, così come rari oggetti antichi del periodo Ban Chiang, risalente a 5000 anni fa. Vanta anche vecchi mobili come tavoli, sedie, specchi, e letti scolpiti in stile cinese della dinastia Ching. Nel museo, luce, ombra e la riflessione sono ben utilizzati per produrre una composizione olistica di bellezza e serenità.L'edificio del museo è una casa in teak dorato costruita nella metà del 1800 in stile tradizionale tailandese ed e' stata portata qui da Uthai Thani, dove si trovava in un centro artistico ma era minacciata da alluvioni, per questo motivo e' stata sposatata. E' una tipica rappresentante delle tradizionali case thai che sono in legno e sono realizzate senza utilizzare chiodi, usano pioli di legno, il che permette di salvarle dalle inondazioni dato che possono essere smontate e spostate pezzo per pezzo in una nuova posizione.Le collezioni del museo comprendono opere dei membri della famiglia dell'artista così come di altri artisti I visitatori vedranno trattati tutti i tipi di arte, che vanno dai ritratti, paesaggi, immagini e sculture in legno, oreficeria, ceramica e lacche. La parte esterna ospita bellissimi alberi e fiori, un padiglione per gli ospiti per sfuggire al sole, e un negozio di souvenir ricco di articoli interessanti.● Cascata Mae Sa e' una famosa cascata a 8 livelli che si trova al Km. 7 lungo la Mae Rim-Samoeng si trova in un ambiente naturale tra alberi altissimi e ha una bella brezza tutto l'anno.● Centro di insegnamento per l'economia autosufficiente in base alla dottrina di re Bhumibol. Quello di un'economia autosufficiente per il popolo thailandese è un concetto sviluppato da Sua Maestà Re Bhumibol a beneficio del suo amato paese. Si tratta di piani e strategie per spingere i thailandesi a vivere in modo indipendente con i soli propri mezzi, proteggendo la terra e le risorse naturali utilizzandole in modo riflessivo cosi' da garantire un futuro prospero e felice al popolo, la prosperita' e lo sviluppo della cultura Thai e della Thailandia stessa.● Parco nazionale Khun Khan ci sono vari tipi di foreste vergini all'interno di questo parco nazionale, tra cui sempreverdi, foreste di pini, foreste miste. I principali tipi di alberi sono gomma, Malabar Ironwood, Teak e Redwood. Gli animali presenti nel Parco Nazionale comprende cinghiali, uccelli della giungla, istrici, volpi, scoiattoli volanti, pipistrelli, manguste, gibboni e l'hornbill.Chiang Mai le attrattive parte III.● Sorgenti calde di Fang sono sorgenti termali situate in Ban Pin, che si trova circa 8 chilometri a nordovest della città di Fang. Le acque termali provengono da granito bollente con una temperature da 90 a 100 gradi Celsius. Degna di nota è la fonte più grande che costantemente fa uscire getti di vapore di zolfo fortemente profumato. Chiang Mai le attrattive parte III.● Ban Tawai - Il villaggio dell'artigianato. Baan Tawai è un villaggio abitato da abili scalpellini del legno, abili scultori artigianali. Il villaggio e' conosciuto come una delle principali attrattive culturali di Chiangmai fra i turisti thai e thailandesi. Qui sicuramente si trovano alcune delle migliori sculture in legno di tutta la Thailandia. Al centro artigianale di Baan Tawai e al Baan Tawai Song Fang Klong Center vi e' un'ampia scelta di sculture in legno e di elementi decorativi ma non solo, qui potrete trovare anche argenteria, lacche, stoffe tessute a mano, vimini e terracotta, ● Centro di addestramento degli elefanti di Chiang Dao ospita 32 elefanti ognuno dei quali ha il proprio mahou che si prende cura solo di lui. Gli elefanti lavorano solo al mattino, hanno il pomeriggio e le serate libere e possono vagare tranquillamente nella foresta naturale circostante. Hanno a disposizione una vasta area piena di colline e il fiume Ping, possono quindi passeggiare attraverso le foreste e fare il bagno nel fiume. Al centro si puo' imparare tutto sugli elefanti, la loro natura e le loro caratteristiche individuali, i loro stili di vita, i loro talenti e il loro fascino. Si potra' anche dare uno sguardo sulle relazioni uniche che esistono fra gli elefanti e i loro mahouts.Chiang Mai le attrattive parte III.● Campo degli elefanti di Mae Sa si trova in una giungla tropicale, nella valle dallo stesso nome, in provincia di Chiang Mai, qui una grande famiglia di elefanti vive fianco a fianco con i loro custodi mahout. "Camp Elephant Maesa" è sede di uno dei più grandi gruppo di elefanti nel nord della Thailandia. La filosofia che guida il campo è quella di creare un ambiente naturale e sano per gli elefanti mentre si lavora per conservarli e allevarli, pensando anche alla diminuzione del numero di elefanti asiatici rimasti allo stato selvatico.Chiang Mai le attrattive parte III.● Fang secondo la cronaca Yonok, Mueang Fang è stata costruita nel 641 d.C. dal re Lawa Changkarat. Più tardi re Mengrai il Grande regnò su Fang per un anno, nel 1268, prima di costruire Wiang Kumkam e Chiang Mai e dare origine al Regno di Lanna. Sembra che Mengrai utilizzo' Mueang Fang come base per invadere Hariphunchai.Nel 1910 la Fang Mueang fu resa subalterna a Chiang Rai, col ruolo di sistretto. Nel 1925 Fang fu riassegnata a Chiang Mai. Nel 1938 la parola Mueang fu tolta dal nome, e da allora in poi e' stata riservata ai distretti capitali di province.● Mae Chaem, il distretto di Mueang Chaem è stato creato nel 1908, costituito da Mae Thap, Tha Pha, Chang Khoeng e Mae Suek separate da Chom Thong. Nel 1917 fu rinominata Chang Khoeng, che come ufficio distrettuale si trovava in quel Tambon. Nel 1938 è stato ridotto a un distretto minore, amphoe reale, ed era un subordinato del distretto Thong Chom. Nel 1939 fu rinominato Mae Chaem. Nel 1956 è stato aggiornata a provincia.● Playhouse Complex è l'attrazione più recente e più alla moda di Chiang Mai. Iniziate la vostra serata con un esperienza culinaria unica nel Kinnaree Park. Situato all'interno di una eco-friendly ambiente, circondato da montagne e cascate che offrono una esperienza unica della cultura Lanna e iniziate ad eccitare i vostri sensi con danze tradizionali e un delizioso buffet nord thailandese prima di entrare nel teatro adiacente al ristorante. Con la sua capacita' di 350 posti il teatro ospita due spettacoli al giorno alle 20:00 e alle 22:00. Lo spettacolo che si puo' definire in due parole "Danze e Paillettes", una rappresentazione divertente e gaia, un sano divertimento , pieno di brio, movimento e emozione che faranno trascorrere una serata memorabile. Lo spettacolo impiega 30 artisti nazionali thai ed eccita con le canzoni e varie forme di danza. Si consiglia la prenotazione. Playhouse Complex, 177 Changpueak Road, T.Sriphum, A.Muang, Chiang Mai. Tel. +66 5341 0671. Ref.Thomas Swain.
Scarica l'opuscolo (in inglese)del Tourist Authority of Thailand su Chiang Mai.
< Le provincie.
Chiang Mai le attrattive parte III.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Chiang Rai.

    Chiang Rai.

    La parte più settentrionale del Siam, la frontiere di tre paesi, casa della cultura Lanna e del tempio Doi Tung. La piu' quieta vicina di Chiang Mai, Chiang... Leggere il seguito

    Da  Fabiofabbri
    ASIA, DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO
  • Ricordi da Chiang Mai

    Ricordi Chiang

    Chiang Mai, ThailandiaSilenzio dentro le mura: richiami di un upupa vicina, templi nascosti da muretti bianchi si stagliano improvvisamente contro il cielo. Leggere il seguito

    Da  Nataliapazzaglia
    DIARIO PERSONALE, ITALIANI NEL MONDO, TALENTI, VIAGGI
  • Da Chiang Mai a Chiang Rai

    Chiang

    Gli hot springs di Chiang Rai Domenica 3 Luglio. Siamo sempre a Chiang Mai e oggi ci aspetta un’escursione lunga ma ricca di emozioni. Leggere il seguito

    Da  Italianiaparigi
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Com’e` fatta una camera da 4,80€ a.. Chiang Mai, Thailandia

    Com’e` fatta camera 4,80€ Chiang Mai, Thailandia

    Tok! Fu il rumore che fece il letto quando mi ci sedetti per la prima volta. Quella sensazione di morbidezza che soltanto una lastra di granito sa darti, mi fec... Leggere il seguito

    Da  Angelozinna
    ITALIANI NEL MONDO, VIAGGI
  • Chiang Mai - Cosa vedere e fare

    Chiang Cosa vedere fare

    Situata nel nord della Thailandia, la provincia di Chiang Mai è piena di bellezze naturali come il Doi-Suthep-Pui National Park, Thap Lan Naional Park e il parc... Leggere il seguito

    Da  Fabiodipennyguide
    ITALIANI NEL MONDO
  • Eventi Chiang Mai - Expo floreale

    Eventi Chiang Expo floreale

    A Chang Mai si terrà dal 15 dicembre 2011 al 15 marzo 2012 il Royal Flora Ratchaphruek. L' esposizione con migliaia di specie vegetali autoctone e straniere, tr... Leggere il seguito

    Da  Fabiodipennyguide
    ITALIANI NEL MONDO
  • Riflessione sull’antifascismo del III millennio.

    Questo post nasce da un dibattito nato su facebook per l’uscita del libro di Emanuele Toscano Daniele Di Nunzio “Dentro e fuori Casa Pound. Capire il fascismo... Leggere il seguito

    Da  Cristiana
    DIARIO PERSONALE, OPINIONI