Magazine Calcio

Chinese Super League, esordio con vittoria per Scolari

Creato il 21 giugno 2015 da Pablitosway1983 @TuttoCalcioEste
Chinese Super League, esordio con vittoria per Scolari

La Chinese Super League si era interrotta due settimane fa con un sussulto, un colpo di scena che aveva lasciato tutti basiti, ovvero l'esonero di Fabio Cannavaro, primo in classifica con il Guangzhou e l'approdo di Felipe Scolari. L'allenatore brasiliano ha risposto presente al battesimo nel match al vertice contro lo Shandong Luneng allenato dal connazionale Cuca. La partita presentava anche la sfida fra i due attaccanti più prolifici del campionato, Alosio giunto a 10 centri e Goulart che segue a 9.

Nei primi minuti i giocatori del Guangzhou faticano notevolmente nel trovare la propria posizione in campo, troppe le disattenzioni. Al 7′ Fang perde la sfera a centrocampo sul pressing di Alosio che si invola verso la porta avversaria e viene fermato al momento del tiro da uno strepitoso intervento in scivolata di Feng. Al 12′ una apertura da manuale di Yang, lancia Liu in profondità, l'esterno aggancia la sfera e con un movimento a rientrare batte Wang con un tiro sotto l'incrocio, il match per lo Shandong sembra in discesa ma non viene tentato l'affondo che poteva chiudere la pratica. Il pareggio giunge al 34′ su colpo di testa del terzino Zheng Zou su calcio di punizione approfittando di una approssimativa marcatura di Alosio che non salta.

La ripresa si apre fra le polemiche, al 52′ Goulart conquista la palla all'altezza del centrocampo e vede l'inserimento dalla parte opposta di Zheng Long, l'attaccante si appresta a entrare in area ritrovandosi di fronte se solamente il portiere ma viene fermato con un intervento da dietro del difensore Zheng Zheng che viene solo ammonito quando era scontato il cartellino rosso. E' proprio sul calcio di punizione dal limite che arriva il gol del sorpasso segnato da Liu che calcia diretto in porta, il portiere avversario non può nulla, la sfera assume una traiettoria a rientrare e si insacca sotto l'incrocio dei pali. Al 73′ lo Shandong ha l'occasione per riequilibrare il punteggio con il subentrato Wang che aggancia un difficilissimo pallone in area fra le maglie avversarie e lascia partire un bolide che sorvola di poco la traversa. La squadra di casa è sbilanciata in avanti e il Guangzhou va vicino al 3-1 con Gao Lin che arriva di testa sul cross di Goulart ma non centra lo specchio della porta.

La partita si chiude con un intervento da antologia di Zheng Zou che entra in scivolata sulle caviglie di Wang buttandolo gambe all'aria, notevole il gesto tecnico per coordinazione e precisione, così come l'espressione del volto una volta che l'arbitro estrae il cartellino rosso.

Esordio certamente positivo per Felipe Scolari che trionfa in casa dei diretti avversari per la lotta al titolo mantenendo la testa della classifica assieme al Beijing Guoan che ha liquidato per 3-0 il Tianjin Teda grazie alle reti di Damjanovic, Battalia e Shao.

Torna alla vittoria dopo un digiuno durato quattro partite anche lo Shanghai SIPG di Sven Goran Erikson con un rocambolesco 5-3 ai danni del Changchun Yatai che deve fare a meno della propria puna di diamante Moreno, attualmente impegnato in Copa America con la Bolivia. Lo Shanghai ritrova la propria straripante forza offensiva grazie a Davi (autore di una doppietta) e Dario Conca. Persistono i problemi in fase difensiva che anche in questa giornata hanno rischiato seriamente di compromettere il risultato della partita.

I Risultati della 14ma giornata

Shanghai SIPG-Changchung Yatai 5-3

Hangzhou Greentown-Sainty 2-1

Shandong Luneng-Guangzhou Evergrande 1-2

Lifan-Guangzhou R&F 2-1

Beijing Guoan-Tienjin Teda 3-0

Sanghai Senhua-Liaoning 3-1

Henan Costruction-Shanghai Shenxin 5-0

Guizhou Renè-Shijiazhuang 0-0

Classifica: Guangzhou Evergrande 29, Beijing Guoan 29, Shanghai SIPG 26, Shandong 26, Henan Costruction 19, Tianjin Teda 19, Sainty 19, Shijiazhuang 18, Sanghai Senhua 18, Guangzhou R&F 17, Hangzhou Greentown 17, Yatai 16, Lifan 16, Liaoning 15, Guizhou 11, Shenxin 4


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog