Magazine

CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO di E. L. JAMES

Creato il 04 ottobre 2012 da Sgruntreviews
CINQUANTA SFUMATURE DI GRIGIO  di E. L. JAMES
Gentili Lettrici, Signore, Signorine, in età da marito, sposate, amanti, fidanzate, single convinte, single e basta, adolescenti (facciamo dai 16 anni in poi!), separate, mamme, figlie e nonne...
*rullo di tamburi*
Ecco la recensione che stavate tutte aspettando!!!! La recensione del libro più letto dalle donne negli ultimi mesi...
Cinquanta sfumature di grigio, di E. L. James, edito Mondadori.
Ho parlato con molte donne, soprattutto dai quaranta anni in su, che non hanno apprezzato il libro per motivi che poi vi dirò. Altre invece, dai venti anni in su, hanno letto, assaporato, immaginato ogni singola parola. Ma di questo rifletteremo dopo.
Dunque, quella della signora James si presenta come una trilogia composta da “Cinquanta sfumature di grigio”, “Cinquanta sfumature di nero”, “Cinquanta sfumature di rosso”, che segue con andamento sempre più lento (a mio parere) una particolare storia d’amore.
La definisco particolare poiché è una storia di volontaria (e presunta) sottomissione sessuale.
La protagonista, Anastasia Steele, è una ragazza di 21 anni, studentessa universitaria, semplice, virginale, inesperta in campo sessuale, impacciata con gli uomini. Per fare un favore alla sua migliore amica (e futura... Scopritelo voi andando avanti!), incontra il milionario Mr. Grey per un’intervista del giornale universitario. Rimane allibita e imbambolata dalla bellezza e dal fascino di quest’uomo. Mr. Grey, invece, incarna perfettamente l’uomo ricco di fascino, attratto inesorabilmente dalla giovane Anastasia (e dal suo vizio di mordersi il labbro inferiore). Nella prima parte del libro lei tenta con tutte le sue forze di opporsi a quest’attrazione, allontanando i pensieri che raffigurano Mr. Grey, ma alla fine cede, e i due fanno conoscenza.
Dopo una serie di uscite lui propone la sua idea di rapporto: un contratto Padrone/Sottomessa. Da lì il romanzo prende tutta un’altra piega, molto inusuale per una lettrice come me. Sinceramente non avevo mai letto nulla di così esplicito :-D !!!
Io non sono di certo una persona che si scandalizza, o che possiede una morale irreprensibile, però a volte andiamo giù pesante! Ma nulla che non si trovi in film di un certo tipo! Certo, leggere da la possibilità di immaginare quello che sta succedendo... E a volte è proprio... Imbarazzante!
Provo a farvi capire ciò che intendo, sperando di non infastidire nessuna di voi (in fin dei conti non l’ho scritto io!!!):
“Mi sento così potente; è una sensazione inebriante, stuzzicarlo ed esplorarlo con la bocca e la lingua” (pag. 290) e via discorrendo. Ecco, se la signora James fosse stata un po’ meno diretta...
Comunque, la trama non voglio svelarla, anche perché si tratta di una trilogia, per cui non avrebbe molto senso.
I personaggi non sono molto credibili: lei dice di essere una vergine inesperta, e poi nel farlo è più professionale di una pornostar di lungo corso; lui è così complessato, arrogante, maniaco del controllo e asfissiante, che stento a credere che possa esistere una persona del genere.
Non posso dire altro dei personaggi, perché nel primo libro emerge solo un quadro parziale dei due... Li analizzeremo via via che parleremo degli altri due.
Tirando le somme, posso dire che la prima parte non è molto scorrevole. Ci si annoia un po’, e a essere sincera, avrei voluto abbandonarlo dopo le prime 40 pagine. Poi è chiaro che, se si deve dare un’opinione, si deve arrivare fino alla fine della lettura. Dal primo rapporto sessuale in poi, si ha la curiosità di vedere a che punto riescono ad arrivare, e come va a finire la loro storia.
Per il momento è tutto!
Al prossimo appuntamento!
Come sempre, un caro saluto,

La Libraia
Licenza Creative CommonsQuesto opera è distribuito con licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia. 
DISCAIMER: TUTTE LE IMMAGINI PUBBLICATE SONO STATE PRESE DA GOOGLE.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog