Magazine Cucina

Come cucina un angelo

Da Silva Avanzi Rigobello

Da poco il cielo ha un nuovo Angelo, salito troppo presto per chi è rimasto, ma chiamato a donare tutto il suo splendore, la bellezza e il fascino della figura, la gentilezza dei modi, la bontà dell’animo e la grande abilità di cuoca.
Sofisticata e delicata, attenta, tradizionale e innovativa, Silva diceva che preparare un pasto era per lei fonte di gioia e soddisfazione.
La cucina era evasione e divertimento, un modo per esprimere affetto, amicizia ,devozione, per ricreare atmosfere speciali da non dimenticare o coinvolgere in una golosa scoperta le persone care.
Così cucina un Angelo.

IMG_20151113_211356_01

I miei figli ed io abbiamo immaginato che tutti coloro che hanno frequentato il suo blog o l’hanno incontrata su Facebook, e tutti quelli che in futuro lo faranno, potrebbero aver piacere di conoscere più a fondo questa donna meravigliosa che abbiamo avuto la fortuna di avere con noi.
Silva ha scritto tre libri bellissimi, un altro era in preparazione, diversi tra loro per sentimenti e contenuti, introspettivi e pieni di ricordi, sempre ricchi di vita vissuta.
Ecco, noi desideriamo, in suo onore e ricordo, condividere con voi questi libri che esprimono quello che Silva era e mettono in luce la sua bravura e sensibilità di scrittrice e di cuoca, regina della tavola e dei cuori, maestra di vita e di passioni.
Questo è un blog di cucina e Silva vorrebbe essere ricordata come grande amica Foodblogger, amata da tutti in un gioco iniziato per caso ma finito prima che la sua anima dolce potesse dare tutto il bene e l’amore che aveva dentro.
Cosa direbbe Silva con il suo stile inconfondibile?

“Avviso ai naviganti! Le ricette non sono finite!”
Appuntamento alle prossime settimane

Lino,Lisa,Simone


Archiviato in:Di tutto un po' Tagged: angelo, cucina, I Tempi andati e i tempi di cottura (con qualche divagazione), La cugina francese e la cucina francese, Silva Avanzi Rigobello, U.S.A. e Jet Ovvero: Come sopravvivere ai viaggi fai da te in America

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines