Magazine Musica

CONCERTO CON PASQUALE INNARELLA in UOMINI DI TERRA e FABIO CIMINIERA presentazione libro IL TEMPO DI UN ALTRO DISCO

Creato il 03 marzo 2015 da Pjazzanetwork
CONCERTO CON PASQUALE INNARELLA in  UOMINI DI TERRA   e FABIO CIMINIERA presentazione libro  IL TEMPO DI UN ALTRO DISCO
VENERDI 6 MARZO Duplice Evento a
SAN SEVERO WINTER JAZZ

In preserata - ore 21,30

presentazione del libro "IL TEMPO DI UN ALTRO DISCO"
con l'autore Fabio Ciminiera.


ore 22,00: concerto



PASQUALE INNARELLA 4TET
“Uomini Di Terra”

Pasquale Innarella: ten. sopr. & alto saxes
Francesco Lo Cascio: vibes
Pino Sallusti: bass
Roberto Altamura: drums

Info/Luogo:
CAFFE' TRA LE [email protected] OFF & ASSOC.AMICI JAZZ SAN SEVERO
Indirizzo: Via De Cesare, 13
Città: SAN SEVERO (FG)
Telefono: 348.0422174 - 342.1038402
CONSIDERANDO I TEMPI STRETTI, SI PREGA LA MASSIMA PUNTUALITA'
Il quartetto propone brani jazz di Pasquale Innarella strutturati ed eseguiti nel linguaggio della new thing e del jazz contemporaneo, un repertorio musicale in cui convivono brani tonali e brani modali, canzoni e free jazz.

La Musica è il linguaggio che Pasquale Innarella con grande passione utilizza per comunicare emozioni, idee e riesce ad esprimere al meglio la sua partecipazione civica e sociale.
Non è un caso che questo disco "Uomini Di Terra" ha anche e soprattutto una lettura politica che troviamo nelle dediche, nelle parole e nel significato generale che accompagnano il disco.

"L'Uomo Delle Terre", primo brano dell'album, è Giuseppe Di Vittorio, che nel corso del '900 ha avuto un ruolo cruciale nella formazione di una nuova e diversa coscienza dei lavoratori e dei loro diritti. Una importante figura storica del nostro Paese che oggi, purtroppo, non tutti ricordano o conoscono, specialmente la nuova generazione.

http://youtu.be/AWwhO6k7-q0
Disco dedicato al suo coraggio, e al coraggio di tutti i contadini e braccianti agricoli degli anni '50, un connubio di suoni e emozioni che rispondono al tema di questa edizione di San Severo Winter Jazz: "Attualità Della Memoria"
Il sound del gruppo è caratterizzato dall’impasto timbrico tra il sax tenore dal suono grumoso e materico di Innarella e dal timbro dolce ed aulico del vibrafono di Francesco Lo Cascio, il tutto sostenuto dalla fantasiosa e puntuale batteria di Roberto Altamura e dal contrabbasso solido e possente di Pino Sallusti.

Il quartetto è una realtà musicale attiva già da diversi anni e hanno codificato in maniera sicura il proprio linguaggio.
Innarella unisce nel suono dei suoi sassofoni improvvisazione radicale e senso melodico in una fusione stretta e vivace, animata da un equilibrio tutto personale tra questi due poli. Slanci impetuosi e aperture liriche si inseguono continuamente e danno una forte caratterizzazione al suo stile.

Le composizioni - tutte a firma di Innarella, a parte "Malayka" di Fadhili William e "Non è l'amore che va via" di Vinicio Capossela - sono quindi fortemente ancorate alla scrittura e alle necessità del tema, ma sono sempre aperte a deviazioni libere o, meglio, ne contengono i possibili spunti e la decisione se coglierli, o meno, sta ai solisti e al collettivo.

Un Sound ricco e coinvolgente, frutto di una laboriosa ricerca empatica e la variegata tavolozza timbrica del quartetto prende le mosse dalla diversità espressiva dei singoli musicisti e dalla loro lunga esperienza come musicisti Jazz.
La musica che ne emerge è un ricco caleidoscopio di suoni con le radici saldamente piantate nel solco del Jazz.

Innarella partecipa ad importanti festival jazz in Europa ed Oltreoceano, a trasmissioni radiofoniche e televisive (Rai, Mediaset, La7). In modo particolare è ospite frequente alle trasmissioni dedicate al Jazz di Rai Radio 3, molto intensa anche la produzione discografica.

Nell'Agosto 2010 a Sant'Anna Arresi, ha preso parte alla "Conduction N° 192 Possibile Universe" di Butch Morris, con Evan Parker, David Murray, Chad Taylor, Hamid Drake ed altri.
Attualmente oltre al suo quartetto storico, ha fra i suoi progetti più importanti il New Thing Quartet con John Tchicai, il duo con Matthew Shipp ed il trio con Hamid Drake e William Parker.
Il suo impegno nel sociale:
Innarella da molti anni pratica quello che definisce “Jazz Sociale” o “Jazz al Popolo” insegnando a bambini e ragazzi della periferia sud est di Roma il Jazz e permettendo loro di utilizzarlo come riscatto sociale e culturale.

Dal 2001 è impegnato con la Cooperativa Nuove Risposte alla realizzazione della BandaRustica (banda di musicanti jazz), formata da 50 ragazzi del "muretto" che prima di incontrare Pasquale Innarella non avevano mai ‘visto' ne ‘sentito' uno strumento musicale, vivono nella periferia sud est di Roma ed hanno una età compresa tra i 7 ed i 19 anni. Questo progetto ha dato alle stampe il Cd “BandaRustica”.

Su invito del Comune di Roma la RusticaXBand ha suonato al summit dei premi Nobel per la pace convenuti a Roma in Campidoglio per consegnare a Peter Gabriel il premio uomo di pace dell'anno 2006. Nel giugno 2012 la Banda ha partecipato al festival della letteratura tenutasi alla basilica di Massenzio con Ascanio Celestini e Massimo Gramellini .


PER SAPERNE DI PIU’:

http://pasqualeinnarella.it/pg000.html

Molto belle ed interessanti le recensioni su Pasquale Innarella, autore di questo capolavoro discografico, da parte di Alceste Ayroldi per conto di Jazzitalia, la seconda è di Jazz Convention.net

http://www.jazzitalia.net/recensioni/uominiditerra.asp?fb_action_ids=1087275117964821&fb_action_types=og.likes#.VO7juPmG-b8

http://www.jazzconvention.net/index.php?option=com_content&view=article&id=1328%3Apasquale-innarella-quartet-uomini-di-terra&catid=2%3Arecensioni&Itemid=11


In preserata - ore 21,30

presentazione del libro "IL TEMPO DI UN ALTRO DISCO"
con l'autore Fabio Ciminiera.

Una storia che riporta al centro il piacere per la musica, attraverso le canzoni con cui si è sviluppata la passione per gli interpreti delle varie stagioni del rock e del jazz, una storia fatta di episodi, ricordi, ironia e tanta curiosità, un racconto autobiografico in musica, realizzato attraverso ascolti, riflessioni, passioni e condivisioni.

Fabio Ciminiera è redattore di Jazz Convention (www.jazzconvention.net) e autore dei programmi di Jazz Convention on TV, si occupa di jazz e, in generale, di musica in ruoli diversi: conduttore radiofonico e televisivo, redattore e critico, ufficio stampa e organizzatore di concerti. Dal 2007 fa parte dello staff del Pescara Jazz Festival.

Nel maggio 2009, ha pubblicato, per Ianieri Edizioni, il libro "Le Rotte della musica", dedicato ai suoni e ai protagonista della vita musicale del Mediterraneo. Ha collaborato con Mediterranea on line e Strumenti e Musica.
Ha condotto, insieme a Ferruccio Benvenuti, la trasmissione televisiva Jazz-a-Like in onda su TV6 e ha fatto parte della giuria di critici della trasmissione Saranno Calibri in onda su Radio Delta Uno.


Antonio Tarantino
Direttore Artistico

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :