Magazine Cultura

Concorso Letterario Roberto Scialabba

Creato il 20 febbraio 2013 da Camphora @StarbooksIt

Magari il nome può non dire niente, soprattutto a chi è lontano dalla politica, dalla cronaca e dalle trasmissioni di Lucarelli. È proprio per questo che il centro sociale Spartaco indice il primo concorso letterario Roberto Scialabba, per ricordare questo giovane militante di sinistra, ucciso da estremisti di destra il 28 febbraio del ’78.

La sera del 28 febbraio 1978, un commando di estremisti di destra, che si fanno chiamare NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari), cerca un obiettivo politico da colpire ed uccidere per rivendicare i morti nella strage di Acca Larentia del 7 gennaio passato. Dopo essere stati allo Stabile occupato, quest’ultimo sgomberato da poco dalle forze dell’ordine, i NAR compiono dei giri nel quartiere Tuscolano in cerca di una preda. In piazza San Giovanni Bosco c’è un gruppo di ragazzi, capelli lunghi e calzoni a zampa, compagni. Tra i ragazzi c’è Roberto Scialabba, un giovane di 24 anni che con la strage di Acca Larentia non c’entra proprio nulla. Il suo abbigliamento però lo identifica come un compagno, è quindi la preda giusta. Il commando della destra estrema, guidato da Valerio Fioravanti, irrompe nella piazza sparando su tutto ciò che si muove. Roberto cade a terra e viene finito dallo stesso Fioravanti, il quale anni dopo dichiarerà di aver ucciso un innocente credendolo invece un avversario politico ed armato. 

Per non inasprire ancor di più un clima di tensione politica già elevato, i quotidiani e partiti politici del tempo fanno passare l’omicidio come un regolamento di conti tra spacciatori, creando un immaginario collettivo falso intorno alla figura di Roberto che da giovane militante di sinistra vicino alle idee di Lotta Continua diventa quella di un tossico. L’omicidio, al contrario, è il risultato di una strategia politica di Stato volta a colpire le frange estreme della militanza italiana per mantenere il controllo e l’egemonia politica del paese.

Al concorso possono partecipare tutti, con racconti e poesie. I lavori, che non devono superare le tre cartelle di Word, dovranno ispirarsi ai valori e agli ideali della democrazia, dell’impegno civile e dell’antifascismo ed essere inviati entro il 26 febbraio a [email protected].

I premi consistono in 50€ di buono acquisto presso la libreria Zafari a Roma, un mese gratuito per un corso a scelta presso la Palestra Popolare Quadraro e due biglietti per uno spettacolo cinematografico in un cinema di Roma, rispettivamente per il primo, il secondo e il terzo classificato.

La premiazione avverrà il 28 Febbraio, proprio durante la manifestazione pubblica in ricordo di Roberto Scialabba.

Per avere maggiori informazioni, questo è l’evento creato su Facebook dal centro sociale.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines