Magazine Medicina

Conservazione cordone ombelicale consente trapianto contro anemia di Fanconi

Creato il 27 novembre 2013 da Conservazionecordoneombelicale @SorgenteSalute

Conservazione cordone ombelicale consente trapianto contro anemia di Fanconi

Wyatt è un bambino nato nel 2004 affetto da anemia di Fanconi, una patologia che gli è stata diagnosticata all’età di tre anni, nel 2007, lo stesso anno in cui è nato il suo fratellino Owen e in cui i suoi genitori hanno deciso di scegliere per Owen la conservazione del cordone ombelicale. 

Aspetti un bambino? Hai l’opportunità unica di conservare le cellule staminali del suo cordone ombelicale: clicca qui e informati su conservazione cordone ombelicale e cellule staminali scaricando gratis una guida completa. Link sponsorizzato

 

Grazie a questa scelta, Wyatt ha potuto sottoporsi a trapianto di cellule staminali del cordone ombelicale, ottenendo benefici contro la sua patologia. L’anemia di Fanconi è una rara malattia del sangue che porta a insufficienze midollari e bassi livelli di globuli rossi, che provocano una insufficiente ossigenazione dei tessuti, e di globuli bianchi, rendendo così difficile combattere le infezioni. I segnali della malattia di Owen si manifestavano in lividi frequenti, salute cagionevole, scarso peso alla nascita e crescita rallentata. Le persone con anemia di Fanconi sono a maggiore rischio di sviluppare il cancro, circa il 10% dei malati sviluppa la leucemia.

Dopo la diagnosi i dottori hanno consigliato un trapianto di cellule staminali. E’ stato proprio in quel momento che la mamma di Wyatt, Jen, ha detto ai dottori di avere conservato le cellule staminali del cordone ombelicale di Owen. Dopo le analisi, Owen è risultato compatibile con il fratello maggiore Wyatt, che ha quindi potuto sottoporsi al trapianto.

Il trapianto di cellule staminali del cordone ombelicale è avvenuto il 30 ottobre 2007 alla University of Minnesota. Dopo il trapianto i test hanno rilevato una crescita delle cellule del sangue. Il trapianto di cellule staminali ha riportato i valori di Wyatt alla normalità, ma non ha eliminato la ,alattia, per questo il bambino si sottopone periodicamente a controlli medici, dapprima a distanza di qualche mese l’uno dall’altro, ora a distanza di un anno. Ma Wyatt ora conduce una vita normale, simile a quella dei suoi coetanei, anche se certamente non farà mai sport di contatto ed è ancora piuttosto basso rispetto al resto della sua classe.

C’è un altra bella novità in famiglia: l’arrivo di una sorellina, anche se Wyatt non sa ancora come prendere la notizia “Ho sentito delle storie sulle sorelle, e non sono divertenti” ha detto. La nascita della sorellina è prevista per la metà di dicembre, e i genitori hanno già deciso per la conservazione del suo cordone ombelicale.

Maggiori dettagli sulla storia del piccolo Wyatt sono stati riportati dala testata online hamptonroads.com. nella foto, i due fratelli Wyatt e Owen che giocano insieme (L. Todd spencer – The Virginian-Pilot – Fonte: hamptonroads.com)


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :