Magazine Economia

Crisi: nella cassetta degli attrezzi PMI c’è la riduzione dei costi energetici

Creato il 07 aprile 2010 da Tsorsoli

Crisi: come ridurre i costi energetici

I costi energetici sono una voce rilevante nel bilancio di esercizio di una PMI.
Ridurli si può.
Come?
Si inizia con il distinguere tra efficienza e risparmio energetico.

L’efficienza energetica si riferisce alla quantità di energia consumata dai mezzi di produzione per produrre il prodotto finito: a parità di output, se diminuisce l’energia richiesta aumenta l’efficienza dle processo produttivo.

Il risparmio energetico si riferisce al costo di approvigionamento dell’energia e alle fonti energetiche. Ad esempio, si sceglie di approvvigionarsi nel libero mercato, la riduzione del costo dell’energia è ottenibile gestendo in maniera ottimale l’attività di negoziazione dei contratti.

Si prosegue, ad esempio, accedendo al Progetto TREND (Tecnologia e innovazione per il Risparmio e l’efficienza Energetica Diffusa) promosso da Regione Lombardia.

TREND è il progetto pilota lombardo per individuare, incentivare e sostenere interventi volti al risparmio energetico e alla produzione di energia tramite il ricorso a fonti energetiche alternative nelle pmi locali.

E’ previsto  un contributo a fondo perduto per il check-up aziendale calcolato fino ad un massimo di 5.000 euro ed un contributo a fondo perduto a parziale copertura dei costi ammessi per la realizzazione del progetto di efficientamento energetico, fino ad un massimo di 50.000 euro.

Allo stesso tempo la Regione promuove un finanziamento alle pmi che intendano comprare macchinari tecnologicamente avanzati a basso impatto ambientale. Per questo progetto di innovazione verde i fondi a disposizione sono 145 milioni con contributi che spaziano dal 30% al 50% del costo del progetto (ovvero 10.000 o 15.000 euro di finanziamento per ogni iniziativa); un vincolo però è la necessità, per le pmi, di avere almeno un dipendente con contratto subordinato e l’impegno a non ridurre il numero dei dipendenti per almeno 12 mesi.

Il finanziamento preleva i fondi necessari dal cosidetto Pacchetto fiducia, un nuovo fondo “anticrisi” varato dalla Regione.

DGR 8/10905 del 23.12.2009 (Attivazione del progetto TREND).pdf


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :