Magazine Cultura

Cronache di Natali allucinanti

Creato il 26 dicembre 2011 da Rory

Cronache di Natali allucinanti

Grazie alla piccola Mery per questa foto mia e del chitarrista fuori ai baretti, dove abbiamo festeggiato un Natale migliore.

Come vi sono andati questi primi due giorni di festa?  Vi racconterò brevemente i miei per farvi rendere conto della gioia e dell’atmosfera natalizia che mi circonda.

Vigilia di Natale

Mi dicono che non tutti festeggiano la sera della Vigilia ma qui nel South (e quindi a Munnezzopoli) è d’uso fare un cenone ricchissimo al termine del quale si scartano i regali. La mia famiglia usa anche fare una processione per tutta la casa in cui il più piccolo porta imbraccio una statuina del povero Bambin Gesù mentre tutti stonano sulle note di Tu scendi dalle stelle. Una cosa allucinante. A cena da noi, oltre ai soliti 20 mila parenti, c’era anche la fidanzata di mio cugino più grande assieme alla sua famiglia. Probabilmente non dovrei scriverlo perché lei potrebbe capitare su questo blog… ma la storia è troppo succosa per celarvela! Questa tizia fidanzata è carina ma non brilla per intelligenza né eloquio ed i suoi genitori sono una coppia abbastanza attempata di personaggi allucinanti: lui si presenta come “Il marchese” (l’ho subito soprannominato il Marquis Pesant) visto che è nobile e dice d’essere ovviamente monarchico. La madre invece non parla italiano ma sostiene d’essere insegnante d’inglese, che cosa meravigliosa. Entrambi erano vestiti davvero bene, lui con un completo grigio chiaro da giorno e lei con un tailleur blu di velluto che non sarebbe stato male se non si fosse vista da sotto la canottiera con anche una spilla da balia appesa.

Si è iniziato a sconnettere già alle 20.30, quando stavamo per accomodarci a tavola. Mio cugino dichiara di non amare il pesce, dunque che mangerà poco, alché uno dei miei zii chiede alla fidanzata quali pietanze non ama; lei si tiene sul vago finché un altro zio la guarda sorridendole e fa “Ma ti piace la fava?”  Su queste note io mi alzo e vado in un’altra stanza. Vi dico solo che c’erano vari tavoli e il mio tavolo, composto da allegri cugini, era il più gettonato, molto abbandonavano il tavolo dov’erano seduti Marchese e Consorte per chiederci disperatamente di ammetterli ma noi ovviamente non abbiamo concesso a nessuno tale privilegio.

Ad un certo punto mia zia (madre del cugino fidanzato) s’è sentita male perché dei gamberi le avevano fatto allergia, ha quindi preso un tinset e le è venuto sonno, quindi s’è addormentata praticamente davanti a tutti. Immaginate le facce dei nostro nobili invitati. Poi c’è stato il momento dello spacchettamento dei regali, al solito assai drammatico. La palma d’oro per il regalo peggiore se l’è aggiudicata la suddetta zia, che ha avuto sempre dal Marchese&co un enorme ciondolone brillantinato simile ad un sorcio.

Alla fine siamo tornati a casa e sono rimasta a parlare di bestialità fino a tardi col chitarrista, che mi ha omaggiato di una bottiglia di Jack Daniel’s e di un profumo chicchissimo che crea dipendenza e continuo a spruzzarmi a ripetizione.

Natale

Un giorno tristissimo. Mio padre è venuto da noi, impedendoci di andare a mangiare dalla nonna. Poi mi si è rotto il cellulare e sono andata in crisi, una giornataccia insomma. Alché in serata sono uscita col Chitarrista e Mery Lane e abbiamo degnamente festeggiato il Santo Natale. Ho voluto offrire un giro dedicandolo alla memoria di Giorgio Bocca, la cui morte mi ha ferito molto. Dite quel che volete ma a me piaceva il suo stile e lo leggevo sempre con piacere. Al Perditempo c’erano tremila persone che frequentavano il mio stesso liceo e che credono che io me la tiri per misteriosi motivi, che pena, manco avessi fatto carriera.

Che mi dite del vostro Natale?


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Cronache di Surakhis 42: Tagli orizzontali.

    Era una estate strana quella. Niente temperature estreme come di consueto oltre i 60°C, niente cappa umida e densa di vapori che le centrali a merda spandevano... Leggere il seguito

    Da  Enricobo2
    CULTURA, VIAGGI
  • Vincenzo Natali

    Vincenzo Natali

    Elevated (1996) - Cortometraggio Cube - Il cubo (Cube) (1997) Cypher (2002) Nothing (2003) Getting Gilliam (2005) - Documentario Quartier de la Madeleine,... Leggere il seguito

    Da  Alejo90
    CINEMA, CULTURA
  • Cronache del mondo strambo

    Cronache mondo strambo

    Posted by Ayame on set 22, 2011 in Blog, Comunicati, Nuove uscite | 0 commentsCronache del mondo strambo era già uscito come eBook gratuito per eBooKingdom; si... Leggere il seguito

    Da  Ayameazuma
    CULTURA, LIBRI, TALENTI
  • Cronache di inizio millennio

    Cronache inizio millennio

    Che cosa rimane del decennio che ci stiamo lasciando alle spalle? Qual è l’evento “caratterizzante” degli anni 2001-2011? Se vi venisse chiesto di redigere una... Leggere il seguito

    Da  Letteratitudine
    CULTURA, LIBRI
  • Flann O'Brien, Cronache dublinesi

    Flann O'Brien, Cronache dublinesi

    Flann O'Brien (1911-1966) - al secolo, Brian O' Nolan - è un umorista straordinario. Nei suoi scritti, di qualunque natura essi siano, giochi di parole e... Leggere il seguito

    Da  Spaceoddity
    CULTURA
  • Cronache del basso futuro - Bruce Sterling

    Cronache basso futuro Bruce Sterling

    I ContenutiTecnologie impazzite, ribelli telematici, realtà virtuali, ecologie stravolte, guerre multimediali, manipolazioni genetiche: è questo il "basso... Leggere il seguito

    Da  La Stamberga Dei Lettori
    CULTURA, FANTASCIENZA, LIBRI, SCIENZE
  • "Cronache del Mondo Emerso"

    "Cronache Mondo Emerso"

    Buonasera ragazzi! Recentemente ho finito di leggere "Cronache del Mondo Emerso" della scrittrice Licia Troisi. Sono rimasta molto colpita dal capolavoro di... Leggere il seguito

    Da  Newslibri
    CULTURA, LIBRI

Magazines