Magazine Cucina

Crostatine alla Nutella

Da Lauradv @antroalchimista
Crostatine alla Nutella
Una tra le merende più golose di casa. Queste semplicissime crostatine, almeno qui da noi sono sempre apprezzate, sempre richieste e sempre divorate in un baleno! Sono inoltre un buon modo di riciclare anche avanzi di pasta frolla. Per quanto riguarda la ricetta della frolla vi metto quella che uso solitamente, che faccio con il bimby e che mi soddisfa ampiamente. Se invece impastate a mano potete seguire questa ricetta corredata delle preziose indicazioni delle Sorelle Simili che vi insegneranno l’impasto con la tecnica del burro a freddo.
Curiosità: di un impasto simile alla pasta frolla si inizia a parlare a Venezia dopo l’anno mille quando arrivò lo zucchero importato dall’Oriente. La prima ricetta codificata di pasta frolla risale invece al secolo XIV. Nel ‘700 la pasta frolla veniva ampiamente impiegata per timballi e pasticci di carne. Il nome “frolla” deriva dalla sua consistenza che una volta cotta deve essere assai friabile sino a sciogliersi in bocca I consigli delle Sorelle Simili: per avere una frolla perfetta l'unica cosa che dovete fare è NON lavorarla ed usare la tecnica del burro a freddo. La frolla si può conservare in frigorifero fino a 4-5 giorni, dopo di che la dovete mettere nel freezer dove la potete tenere fino a 2-3 mesi. Naturalmente se la preparate per avere una scorta la potete mettere subito direttamente nel freezer. Ricordatevi che quando vi serve la dovete prendere fuori dal freezer la sera precedente perché va sempre ed esclusivamente scongelata in frigorifero e mai a temperatura ambiente.
Quando la frolla esce dal frigorifero è molto dura per cui prima di tirarla la dovete battere col mattarello facendola ruotare sul tavolo sino a che diventa più duttile. Sotto la battuta il burro allenta ma non fonde per cui sarà più facile a tirarla. Non la prendete fuori dal frigorifero in anticipo perché in questo caso il burro si scalda sulla superficie, rimanendo duro al centro dandovi una serie di problemi.
Potete aromatizzare la frolla con scorze d'arancia, limone, pompelmo, mandarino ma l'aroma classico è la vaniglia.
Crostatine alla Nutella
Ingredienti per circa 6 crostatine
180 g farina 00 (per l’Antro Farina di Grano Tenero Macinata a Pietra Ruggeri)
80 g zucchero
1 uovo
120 g burro a pezzettini
Un pizzico di sale
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di lievito vanigliato (facoltativo ma consigliato per quelle frolle che devono contenere crema)

Inoltre
1 barattolo di Nutella
Preparazione
Mettere nel boccale del Bimby la farina, lo zucchero, l’uovo, il burro fatto a piccoli pezzettini, la vanillina e il lievito: impastare 20 sec.vel.5. Avvolgere la frolla in pellicola trasparente e riporre in frigorifero per almeno 1 ora.  Stendere la frolla in 6 stampi da crostatine imburrati e infarinati. Punzecchiate il fondo con i rebbi di una forchetta e passatele in frigo per 20 minuti.  Preriscaldare il forno a 170°. Riempire con la Nutella e infornare per circa 20 minuti o sino a doratura della frolla. Fare raffreddare completamente, levare dagli stampini e servire.
Abbinamento consigliato: in questo dolce spicca la grassezza del burro della frolla e della crema di cioccolato, l’aromaticità e una certa untuosità della crema. In abbinamento si propone un “vino delle feste”, una Malvasia di Bosa Dolce Naturale. Un vino sardo particolarmente raro che alla vista si presenta giallo paglierino dai bei riflessi dorati. Al naso si presenta delicato, con sentori di frutta matura, di frutta secca in particolare la mandorle e spezie dolci. In bocca è rotondo, vellutato e caldo e finale delicatamente ammandorlato.
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano FORUM o ALTRO, senza preventiva richiesta perché sono protette dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright © Laura De Vincentis All Rights Reserved

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog