Magazine Cinema

Dai giornali giapponesi: "Anata he" di Furuhata Yasuo [あなたへ, Dearest]

Creato il 28 novembre 2012 da Makoto @makotoster

Takakura Ken sta molto bene nella parte del viaggiatore. Ma la sua figura sullo schermo non è quella di un viaggiatore spensierato, sembra sempre costretto ad agire così dalle circostanze.In Il fazzoletto giallo della felicità, Takakura Ken, dopo essere uscito di prigione, per capire quali erano i sentimenti della moglie da cui si era separato, doveva andare a Yūbari. In Mille miglia lontano, per esaudire il desiderio del figlio al quale restava poco da vivere, doveva andare in Cina. Ora, anche per l’ultimo combattente del cinema yakuza, dopo una lunga sopportazione, è giunto il momento del suo viaggio terminale.Anche il viaggio del protagonista di Anata he all’inizio è così. Il ruolo di Takakura è quello di un funzionario del penitenziario di Toyama, Kurashima Eiji. Alla guida della propria macchina, vuole andare a Hirato nella prefettura di Nagasaki, paese natale della defunta moglie (Tanaka Yūko) e ciò che spinge quest’uomo testardo sono due lettere di testamento della moglie. Nella prima c’è scritto “disperdi le mie ceneri nel mare del mio paese natale, mentre la seconda è stata spedita all’ufficio postale di Hirato senza rivelargli il contenuto, dicendo che lei vuole che lui la riceva sul posto. Il viaggio a Hirato per leggere il testamento della moglie comincia con un atteggiamento passivo ma, durante il viaggio, lo attende un incontro imprevisto. Gli tornano così alla mente le occasioni uniche di incontro con  i giovani del Il fazzoletto giallo della felicità e con i cinesi delle Mille miglia lontano. Anche per Kurashima ci sono quindi degli incontri insostituibili: l’ex-insegnante (Kitano Takeshi), il venditore di calamari ripieni (Kusanagi Tsuyoshi) e il suo socio (Satō  Kōichi), la coppia di giovani che aspetta di sposarsi (Miura Takahiro, Ayase Haruka) e l’anziano barcaiolo (Ootaki Hideji). Tutti, sembrano persone ordinarie ma il rimorso e il dolore che attanaglia i loro cuori sono pesanti. Ognuno a modo suo, sono persone il cui stato d’animo sembra essere vicino a quello di Kurashima. Ciononostante, si comportano e lavorano come se tutto fosse normale. Lui, invece, si interroga sul senso di cosa sta facendo. E’ possibile che solo lui viva nel ricordo di quando era felice? , si chiede Kurashima fra sé e sé.Kurashima prende ad agire come se comprendesse le reali intenzioni della moglie che lo ha spinto a fare quel viaggio. Il comportamento di quest’uomo maldestro che ha voluto provare a far bella figura, fa stringere il cuore.La telecamera segue a lungo il girovagare di Kurashima. Ciò che il regista Furuhata Yasuo vuole mostrarci non è solo Kurashima dopo aver fatto l’esperienza del viaggio. Kurashima che prosegue il cammino per intraprendere una nuova vita, è proprio Takakura.Tornato sugli schermi dopo sei anni, Takakura ha mostrato di essere una star diversa da quella che è stata finora con una presenza che colpisce profondamente. Ovunque lui si dirigerà, è certo che lo spettatore continuerà a seguirlo. [Kondō Takashi- Yomiuri Shinbun, 31/8/2012 - Traduzione libera di Franco Picollo]

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • “Fuga dai Piombi” – Giacomo Casanova

    “Fuga Piombi” Giacomo Casanova

    Per una volta metto da parte i miei amatissimi saggi e recensisco un romanzo; scelta dettata dal bisogno di rifarmi la bocca dopo l’assegnazione del Premio... Leggere il seguito

    Da  Temperamente
    CULTURA
  • Novità dai tumuli degli Orazi

    Novità tumuli degli Orazi

    Archeologi al lavoro su uno dei tumuli degli OraziSta per essere svelata la vera natura dei Tumuli degli Orazi sull'Appia Antica, a Roma. E' stato scoperto... Leggere il seguito

    Da  Kimayra
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Concerto #Campovolo visto dai reggiani

    Concerto #Campovolo visto reggiani

    Sabato si é svolto un evento importante, che a Reggio faremo fatica a dimenticare. Il concerto benefico I love Emilia in favore delle ricostruzione delle... Leggere il seguito

    Da  Mery12
    CULTURA, FOTOGRAFIA, LIFESTYLE
  • Ripartire dai libri

    Ripartire libri

    Lo confesso: ho parteggiato per Obama e sono felice che abbia vinto. I libri non hanno colore politico, ma io non sono un libro e le mie idee le ho ben chiare. Leggere il seguito

    Da  Marcodallavalle
    CULTURA, LIBRI
  • Libera dai libri

    Libera libri

    Scarica Titolo: Libera dai libri Autore: Gaia Conventi Formato: pdf Categoria: Racconti Licenza: Quest'opera è distribuita con licenza Creative Commons... Leggere il seguito

    Da  Camphora
    CULTURA, LIBRI
  • Dai cani di Helle Helle

    cani Helle

    Helle Helle, pseudonimo di Helle Olsen, nata a Nakskov in Danimarca nel 1965, con Dai cani è al suo quarto romanzo, che permette di definirla come autrice dedit... Leggere il seguito

    Da  Nasreen
    CULTURA, LIBRI
  • Recensione: A cena dai suoi

    Recensione: cena suoi

    A cena dai suoidi Dana BatePrezzo Brossura: € 9,90Prezzo e-book: € 4,99Editore: Newton ComptonPagine: 448Titolo originale: The Misfit’s Guide to Love and... Leggere il seguito

    Da  Annalisaemme
    CULTURA