Magazine Lifestyle

Dalla mia passione per i cappelli, intervista a Simona Abaton

Creato il 19 ottobre 2015 da Alessia Foglia @AlessiaFoglia

Cappelli Abaton

Le scoperte avvengono quasi sempre per caso e quella di Abaton non si è sottratta alla regola. Se mi seguite sapete già quanto io ami i cappelli: li trovo un accessorio di grande carattere e in grado di dare personalità a qualsiasi look.

Difficile definire i miei modelli preferiti: li amo in tutte le fogge e le discriminanti sono solo due: che siano adatti al nostro viso e che siano di buona fattura e qualità. Quest’ultima caratteristica in particolare è davvero difficile: la creazione di un cappello richiede grande abilità da parte di chi lo realizza e questa caratteristica è fondamentale per un’ottima vestibilità.

La premessa per spiegare il perché con Abaton è stato amore a prima vista: appena ho indossato questo cappello è stato come sentirmi a casa. Ma le sorprese non erano ancora finite perché questa azienda è di Savona (mia città Natale) e oltre ai cappelli produce anche profumi gourmet al Chinotto (una delle mie bevande preferite!). Impossibile per me non volerne sapere di più e così ho pensato di chiedere direttamente a Simona Giuliana Abaton, titolare dell’azienda che si è gentilmente prestata a questa intervista.

Simona come nasce Abaton e qual è lo spirito aziendale?

Il nostro progetto e’ nato  dalla profonda passione per la profumeria artistica. Dopo aver effettuato una piccola ricerca di mercato sul settore dei prodotti di nicchia, negli USA e in particolare negli Stati di  New York e New Jersey,  abbiamo concentrato le nostre risorse creative nella realizzazione di una  linea di prodotti d’eccellenza Made in Italy,  realizzati dai migliori artigiani Italiani. Ogni prodotto presentato nelle collezioni Abaton si contraddistingue per elementi di unicità correlati alla storia, alle materie prime o alle particolari tecniche di lavorazione. Abbiamo iniziato la distribuzione delle collezioni Abaton in Italia,  con la partecipazione alla manifestazioni Esxence e selezionando personalmente i migliori Concept Store e le migliori profumerie.

Abaton propone una serie di prodotti che vanno dall’abbigliamento al food fino ad arrivare al beauty: qual è il minimo comune denominatore che li lega?

Le collezioni “Abaton Top Business Niche” racchiudono in sé prodotti diversi fra loro ma con denominatori comuni quali l’alta qualità, l’originalità e l’eleganza che si completano armoniosamente fra loro. Sono essenzialmente prodotti nati non da esigenze commerciali ma come frutto di un percorso di ricerca tra le eccellenze di stile e gusto tipicamente italiano. Dai profumi ai saponi, dai prodotti da barba agli articoli per rasatura, dalle candele ai profumatori per ambienti, dagli accessori alla più esclusiva maglieria in cachemire, dai cappelli artigianali ai capolavori di gioielleria e persino con alcune golose prelibatezze.

La vostra è una produzione completamente “Made in Italy: la definireste una scelta coraggiosa o una necessità per restare coerenti con la vostra visione d’azienda?

Anche il più piccolo elemento delle nostre collezioni è realizzato al 100% in Italia e contribuisce a creare un prodotto artigianale di qualità. Sicuramente questa è una necessità per restare coerenti a una delle basi fondamentali del nostro progetto, rivolto principalmente a valorizzare e presentare le migliori eccellenze del nostro paese. Al tempo stesso una scelta laboriosa e costosa ma affascinante e vincente: per questo ne siamo molto orgogliosi!

Cappelli Abaton
Cappelli Abaton

La vostra nuova sfida prevede la produzione di una linea di cappelli dal mood vintage e una collezione di profumi al Chinotto, il tipico frutto di Savona che poi è anche la vostra città di appartenenza. Due prodotti molto sofisticati: qual è il vostro target di riferimento?

Due collezioni per noi molto importanti! I cappelli artigianali sono da sempre un simbolo esclusivo di classe ed eleganza e oggi sono tornati di gran moda. Estivi o invernali, sportivi o classici, tutti realizzati a mano con materiali pregiati: lana, feltro, cachemire, paglia di Firenze, cotone e canapa, rappresentano un’icona di stile che impreziosisce con originalità ogni abito e la personalità di chi li indossa.

Chinotto Abaton
E passiamo ai profumi: il chinotto di Savona è una vera e propria passione. Noi amiamo definirlo “ il brutto anatroccolo degli agrumi”, anche se è una pianta bellissima, estremamente delicata e preziosa e dai fiori e frutti molto profumati, ricchi di proprietà benefiche.

Il chinotto non si consuma al naturale perché troppo amaro ma, sapientemente trasformato, è in grado di dare vita ad indimenticabili delizie: dalla bibita, fenomeno cult degl’anni ’30 e ‘50, ai canditi, dalle confetture ai dolci, fino al piacere inebriante dei sui profumi.

Una lunga storia, una grande tradizione. Oggi il chinotto di Savona non è solo un frutto ma

Cappelli Abaton
un’attrazione che richiama sempre nuovi fans di tute le età, appassionati e fedeli estimatori di queste delizie dolci e amare. Basti pensare che esistono diverse associazioni di amanti del chinotto che si rispecchiano nella sua icona vintage. Un frutto che rappresenta una scelta al di fuori degli schemi, non solo per originalità ma soprattutto per gusto e tradizione.

Il chinotto è sintomo di un’identità e di uno stile vero, ricercato ma al tempo stesso naturalmente semplice. L’intramontabile fascino italiano al di sopra delle mode.

Nelle tre differenti alchimie dei suoi profumi “Dark”, “Gourmand” e “Fior di Chinotto” abbiamo voluto rappresentare tutte le sfaccettature di questo frutto e soddisfare gli amanti di questo prezioso agrume.

(Simona Giuliana Abaton – Titolare)

Se volete saperne, di più qui trovate il sito aziendale www.abatonbros.com

Alessia


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :