Magazine Politica

Data fatale

Creato il 21 settembre 2010 da Speradisole

Da giorni e giorni i mass media ci stanno tempestando su questa data: il 28 settembre 2010, perché Berlusconi parlerà a Montecitorio e terrà un discorso “alto” (da come ne parlano si ha l’impressione che il suo corpo si solleverà da terra almeno tre metri e da lassù parlerà).

Sarà anche il giorno della conta, e Berlusconi dovrà spegnere sulla torta non 74 candeline, ma bensì 316, come vuole la Lega.

Abbiamo tanti difetti noi italiani, ma abbiamo un grandissimo pregio: ci adattiamo a tutto, ci adattiamo alle contingenze con la maggior serenità possibile.

Sono mesi che non abbiamo il Ministro per lo sviluppo economico, ma tiriamo avanti con eleganza, non è che protestiamo, siamo ottimisti e pensiamo che qualcosa prima o poi succederà. Del resto chi si è accorto che questo ministro manca? Possiamo farcela ancora per un po’.

L’unico problema “economico” di cui si sono occupati i giornali, è stato la “compravendita di una casa a Montecarlo”. Quello era il problema che andava affrontato quotidianamente. Per  la sopravvivenza di tutti noi quel problema era ed è ancora l’unico problema economico importante. Siamo autorizzati a pensare che quello di Montecarlo sia l’unico problema “fondamentale”economico che attanaglia noi italiani.

La sostanza di questo vitale Problema è che Fini si è trovato sul tavolo il portafoglio del padre e ne ha “sfilato alcune monete”.  Sappiamo che l’MSI (AN)sono ricchissimi. Praticamente Fini ha rubato in casa sua.

Sarà giusto dire che chi parla di “legalità” deve essere il primo a non mettere le dita nelle marmellata, ma insomma tra chi ruba allo Stato e quindi a tutti noi italiani e chi ruba in casa propria, ci passa un po’ di differenza, per il paese.

Se poi paragoniamo il rubare case, Berlusconi è un maestro, Non è che si sia comportato proprio da galantuomo, quando ha  letteralmente “rubato” la bellissima Villa San Martino di Arcore,  con tutto gli annessi, pagandola  mezzo milione di lire (circa 250 mila euro), quando valeva miliardi e poi su quella stessa casa  si è fatto dare dalle banche un fido, di 7 miliardi (di lire), subito stornati sulle sue Holding, a scatole cinesi. Non solo ha defraudato una minorenne del suo patrimonio, ma c’ha guadagnato sopra migliaia di volte il suo valore e per dieci anni ha continuato a fare pagare le tasse alla ragazza.

Berlusconi non ha “rubato” e defraudato il  partito,  ma una minorenne stordita dagli eventi che le sono caduti addosso, più grandi della sua capacità di rimanere lucida nella mente e capire che le stavano rubando il patrimonio.

Però in tutta questa storia di Montecarlo, tutti i giornali e le tv ci hanno rotto le scatole, le orecchie e anche qualcos’altro, mentre su Arcore, silenzio tombale.

E poi di che hanno parlato ancora i mass media?

  • Dell’aumento stratosferico della presenza della Lega.
  • Di Zaia, presidente della regione veneto, che litiga con Galan (PDL), che ha denunciato alla commissione europea il furto delle quote latte, la cui pesantissima multa, sarà a spese di tutti i coglioni cittadini italiani.
  • Della lega che vuole il ministero dello sviluppo economico o di nuovo il ministero dell’agricoltura.
  • Dei siciliani di Cuffaro (che ha un suo drappello di fedeli), argomento anche questo  assai propagandato dai giornali governativi,  che voteranno a favore del famoso e fatale discorso di Berlusconi a Montecitorio il 28 settembre. Tutta gente in fila per risolvere la situazione.
  • Dei siciliani di Lombardo che hanno fatto una nuova ammucchiata (la quarta), dalla quale sono stati cacciati i pidiellini.
  • Della scuola legaiola di Adro trasformata in una scuola per balilla verdi.
  • Di Gheddafi, di Putin (ah! gli amici che bella cosa).

Aspetteremo ancora qualche giorno e sopporteremo con pazienza. Poi sentiremo la bocca della verità!

Però problemi veri, che riguardano per esempio la salute, ce ne sono stati.

Uno in particolare ha colpito molto. Sembra che i medici abbiamo trasformato le sale parto in palestre, per mostrare i  muscoli, o aspettino la partoriente sfinita dalle doglie, per prendersi schiaffi.

Non è che tutta la categoria medica si sia trasformata in pugili,  è ovvio, ma in tutto questo si sente moltissimo la mancanza di un’autorità, di qualcuno che controlli,, Non si può certamente dubitare di una intera classe medica che ha tanti meriti, ma l’assenza di un’autorità è molto evidente.

Abbiamo un ministro della sanità? Non so, non si fa sentire. Si fa sentire solo quando dobbiamo spendere milioni e milioni di ero per  un vaccino, contro la suina o contro l’aviaria, pandemia che,  sembrava, dovessero mietere milioni di morti. E non sono neppure stati utilizzati. Adesso giacciono nei frigoriferi del ministero e presto andranno al macero. Milioni di euro sprecati e buttati via, ma nessuno dice niente, mentre dobbiamo romperci le scatole tutti i giorni, sulla casa privata di Montecarlo, che ai cittadini non costa niente.

Il problema è anche  politico, comprendiamo. E’ la credibilità di Fini quando parla di legalità, ma Berlusconi è più credibile di Fini? Non credo proprio, eppure è presidente del consiglio.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :