Magazine Informazione regionale

Derivati, alla Regione Calabria 24 milioni

Creato il 13 marzo 2014 da Makinsud

Si è conclusa nel migliore dei modi per la Regione Calabria e per i contribuenti calabresi la causa civile relativa ai derivati sottoscritti dall’ente regionale dal 2004 al 2006 con la banca giapponese Nomura. L’istituto bancario nipponico dovrà corrispondere all’ente regionale una somma pari a 24 milioni di euro e la transazione è stata chiusa nelle aule giudiziarie di Londra poiché la Banca Nomura aveva invocato la giurisdizione inglese. Inoltre, la stessa Banca Nomura è implicata in un’inchiesta penale condotta dai sostituti procuratori di Catanzaro, Gerardo Dominijanni e Domenico Guarascio, che stanno indagando sui derivati sottoscritti dalla Regione Calabria dagli anni 2004 al 2006 con l’Istituto bancario giapponese, e che ha portato la Procura della Repubblica di Catanzaro il 30 Ottobre scorso a chiedere il rinvio a giudizio di sei indagati, tra cui la Banca Nomura. Mentre, per un settimo indagato, l’ex funzionario della Banca Nomura Armando Vallini, è stata chiesta l’archiviazione.

Gli indagati sono accusati, a vario titolo, di truffa aggravata in danno della Regione Calabria, frode in pubblica fornitura e falsità ideologica. La richiesta di rinvio a giudizio riguarda l’ex consulente della Regione, Massimiliano Napolitano; l’ex dirigente del settore bilancio dell’Ente, Mauro Pantaleo; la moglie di quest’ultimo, Chiara Cavallo, la Banca Nomura e due funzionari dell’istituto di credito giapponese.

derivati

Durante le indagini dei sostituti procuratori di Catanzaro, è emerso che l’istituto di credito giapponese, attraverso diverse società estere e conti cifrati, aveva versato nel conto corrente di Napolitano una somma pari a 2,5 milioni di euro per la sua consulenza. Il movimento di denaro ha avuto quale rapporto bancario di transito un conto corrente acceso presso la Barclays Bank di Londra ed intestato alla società Keaton Llc, registrata a New York e riconducibile allo stesso Napolitano.

La vicenda in questione riguarda nel caso specifico la Regione Calabria ma lo scenario risulta essere molto simile a quello che ha visto protagoniste altre Regioni e diversi Comuni italiani che, negli anni scorsi, hanno sottoscritto diversi contratti sui derivati per ottenere maggiore liquidità, senza tener conto che diversi istituti di credito erano pronti a truffare tali enti. Fortunatamente, per la Regione Calabria la vicenda ha avuto un lieto fine: molti piccoli Comuni, però, si trovano attualmente in dissesto finanziario a causa di tali banche truffatrici e, come al solito, a pagare sono i cittadini, costretti ad accollarsi il debito contratto per i prossimi decenni.

Derivati, alla Regione Calabria 24 milioni, 10.0 out of 10 based on 1 rating

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Iodio 131, in Calabria si “rifiuta”

    Iodio 131, Calabria “rifiuta”

    Alluminio, Piombo, Nichel, Stagno, Arsenico, Cromo, Mercurio, Rame, Cadmio, sono nomi di elementi chimici della cui pericolosità negli ultimi anni abbiamo più... Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE
  • La calabria raccontata per immagini

    calabria raccontata immagini

    Un progetto tutto calabrese per coinvolgere e far emergere i talenti del nostro Sud, la collettiva fotografica “Calabria” è un progetto UIF (unione italiana... Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE
  • Ryanair scommette sulla Calabria

    Ryanair scommette sulla Calabria

    Ottime notizie per lo scalo aeroportuale internazionale di Lamezia Terme, per il quale Michael O’Leary, numero uno della compagnia aerea irlandese Ryanair, ha... Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE
  • Emergenza rifiuti, Calabria nel caos

    Emergenza rifiuti, Calabria caos

    Dopo qualche mese di quiete, in questi giorni è tornata l’ emergenza rifiuti in Calabria, a causa della chiusura della discarica di Pianopoli il sito in cui si... Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE
  • BIT: la Calabria risponde “presente”

    BIT: Calabria risponde “presente”

    La BIT si è svolta dal 13 al 15 Febbraio ha visto la partecipazione delle Regioni del Mezzogiorno con l’intento di promuovere la propria offerta turistica. Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE
  • Progetto Med, la Calabria nel mercato tedesco

    Progetto Med, Calabria mercato tedesco

    La Calabria cerca di uscire dalla crisi utilizzando le proprie eccellenze e, per farlo, punta al mercato estero facendo leva sui propri prodotti e sul turismo,... Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE
  • Pianopoli riapre e la Calabria respira

    Pianopoli riapre Calabria respira

    Dopo circa due settimane di emergenza rifiuti in Calabria, con le città invase da cumuli di rifiuti per le strade, sembra esserci uno spiraglio, con la... Leggere il seguito

    Da  Makinsud
    INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ, SUD ITALIA & ISOLE

Dossier Paperblog