Magazine Diete

Dieta Juice Color: depurarsi con cibi colorati

Da Andy04 @stilegamesnews

La dieta depurativa Juice Color

La Dieta Juice Color è adattissima dopo l’abbuffata ad un ricevimento di nozze, dopo le feste di Natale, ma anche per depurare l’organismo dopo i vizi delle vacanze. Via dolci, fritture e cibi grassi e con alto indice glicemico, l’organismo deve vivere un’intensa settimana di benessere alimentare. Più che una dieta per dimagrire, infatti questa laJuice Color e una dieta per “ripulirsi“. 

Cominciamo subito dal risveglio della mattina: per colazione, una bella spremuta di arance gialle e rosse, con succo di carote, tre fette biscottate integrali con marmellata di ananas o frutti di bosco, un integratore in capsule di alga kelp o fucus da 150 mcg e caffè o tè dolcificato con fruttosio.

In seconda mattinata come spuntino, vanno benissimo un bel succo di mirtillo nero ed una coppa di fragole o lamponi al limone, ma va anche bene un frullato di frutti rossi. Un bombardamento di vitamina C, betacarotene, bioflavonoidi, antocianine e polifenoli.

Tutte sostanze antiossidanti potentissime. Eccezionali per la circolazione e per il benessere “generale”. In lingua anglosassone questi principi attivi si chiamano “Scavengers”, spazzini, perchè fanno pulizia di tossine, cellule impazzite, mutagene, cancerogene e via dicendo.

A pranzo si può mangiare pasta o riso integrali con broccoli, spinaci o pomodoro. Ricordarsi di usare sempre poco sale e di preferire quello iodato. Poi una bella insalata mista condita con olio extra vergine d’oliva ed un succo di ananas a fine pasto.

Nel primo pomeriggio a scelta succhi di mirtillo rosso, carota e melograno, tutti super alimenti antiossidanti e yogurt magro ai frutti di bosco. Per cena, carne bianca, legumi o pesce con tanta verdura cotta o cruda sempre condita con olio e con l’aggiunta di limone o aceto e poco sale iodato, con una fetta di pane nero. Prima di andare a letto, sarebbe opportuno bere mezzo bicchiere di succo d’aloe concentrato.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Dossier Paperblog