Magazine Società

Dio è figlio dell’uomo, o l’uomo è figlio di Dio? Una contraddizione da idioti che ci costa l’NWO.

Creato il 24 settembre 2011 da Tnepd

Dio è figlio dell’uomo, o l’uomo è figlio di Dio? Una contraddizione da idioti che ci costa l’NWO.

SI SOLLEVANO_GLI OCEANI DI FUOCO!
Dio è figlio dell’uomo, o l’uomo è figlio di Dio? Una contraddizione da idioti che ci costa l’NWO.

-   È sempre più difficile portare alla bocca cibi che non siano OGM.
-   La maggior parte dei bambini che vediamo in giro hanno un “destino da uomini inscatolati” già segnato.
-   Proclami vittoriosi di grandi promesse della scienza infestano le TV di regime
-  Le città sembrano dormire mentre la vita scorre solo superficialmente: i ragazzini imitano la seduzione ingannando se stessi, le ragazzine recitano in apposite favole romantiche, programmate perché entrambi i sessi ci credano.

Ma fuori…

Fuori il mondo è in fiamme, erutta energia in ogni singolo abitante. Onde di umani sempre più esperte, ardite, giocano nuovi progetti di vita, dal vivere quotidiano, alla scuola, alla coltivazione, all’energia, all’interiorità all’interezza, dell’uomo.
Ed io sto qua a scrivere, anche oggi, perché c’è una parte di voi che non crede che stiamo vincendo, perché gli sembra impossibile. Ma anche perché devo confidarvi che sono qui per tisvegliare alcune coscienze. Sento che è tempo, è l’ora che gli combattenti ammettano cosa c’è dietro la loro guerra.

LETTERA DAL FUTURO: RACCONTI DI DIO.

Dio è figlio dell’uomo, o l’uomo è figlio di Dio? Una contraddizione da idioti che ci costa l’NWO.
Il mio odio, la mia rabbia a quale magico mondo fittizio della mia testa appartengono? Accuso organizzazioni, gruppi, entità, meccanismi. Io declamo, attacco, fomento, ma in tutta onestà io stesso reputo ogni essere umano responsabile, sebbene non colpevole, del proprio stesso male. Io vivo il conflitto, ascolto le divergenze tra il mio cuore e la mia mente. Perché solo io posso capire IO, anzi: io solo con DIO.
Io di lavoro ‘faccio’ la persona. Ma appena accetto il ruolo, scopro che subito esso si contamina con qualcosa che mi è sconosciuto: qualcosa con cui sono stato colpito, che mi porta quasi a piangere leggendo parole come le seguenti:

Fonte

Questo processo inizia quando nella vita incontri una persona… intelligente ma che… inizia ad invalidarti, aggredirti, ma anche corromperti e lusingarti. Insomma manipolarti… Ciò che davvero sta scavando sono… dubbi.
Scopri che davvero c’è gente intorno a te che ti sta trattando, e continua a trattarti, anche nei momenti più inaspettati, come non dovrebbe… 
Fonte
“Così, oggi il mondo occidentale appare libero, proprio come un luogo in cui tutto è oggettivamente possibile, nel quale la libertà di espressione è garantita e dove hanno spazio le più diverse opinioni.
Al contrario, vi sarebbe un mondo oppresso, nel quale tutto ciò ancora non avviene (o per lo meno non avviene del tutto), nel quale questi presupposti non esistono (o esistono soltanto in minima parte).”
Ma questo non è reale! Lo capite?!   Tutto l’opposto!
Come spiega Orwell in 1984, avere fede cieca nella logica, significa, in parole povere, NON AVERE ALTRO MODO PER DARE VALORE AL PROPRIO PENSIERO, se non rifacendosi alla DEA LOGICA. 
Fonte
Il nodo polemico del vecchio film di Carpenter “Il seme della follia” (In the Mouth of Madness; Il seme della follia, 1995; di John Carpenter) è che IN UN SISTEMA dominato dall’industria culturale… l’unica forma di conoscenza possibile è la sovrapposizione/confusione dei fruitori e degli autori con il prodotto stesso. L’ultimo libro dello scrittore di best seller n°1 al mondo Sutter
Cane, va a modificare la stessa realtà col potere della comunicazione
mediatica:
“Lei è una mia creazione…come tutto il resto!” dice lo scrittore burattino di Satana che crede di comandare il mondo ipnotizzando l’intera razza umana con le sue parole.
“Io so cosa è reale… io so chi sono… non sono il personaggio di un libro!” dice l’uomo che crede nella scienza. E che alla fine sarà uno dei primi ad essere sconfitto, proprio come il burattino di Satana, che è schiavo del suo stesso sogno.
Esattamente lo stesso accade al protagonista Winston di 1984 di Orwell, che dicendo che “la libertà è poter sostenere che 2 + 2 = 4,” intende dire che lui esisterà finché la logica dominerà il mondo. Naturalmente anche la sua storia finirà male.

LOGICA, NUMERI, non hanno alcun DIRITTO di governare la realtà. 

La scienza è come un film, un film in cui crediamo, o come nel film di Carpenter: un falso libro di verità che manipola la nostra vita.

ACCUSA

In questo immenso ingranaggio di illusione l’uomo sarà finito prima che si possa dirgli “FERMATI”.

Eppure TU PUOI… tu puoi cose decisamente al di sopra di ciò che è “mainstream”, di ciò che è rinvenibile nel tuo DNA, o nel tuo cervello. Li puoi fregare tutti, lo sai?
Un sacco di esaltati vogliono far credere che una informazione del tutto scientifica permetta all’uomo di manipolare la propria mente [computer] e il proprio corpo [macchina anch’essa] per portarli a dargli ciò che egli “Vuole”.
Il rischio più grave che potrebbe provocare questa scienza è la scomparsa delle nostre autentiche facoltà umane, che non sono il ragionamento logico, il pensiero, ma qualcosa che ci lega a “capacità superiori”, quelle che possiamo chiamare “i collegamenti di Dio”.

PARLARE DI DIO

Finché l’uomo non prova su di sé l’esperienza della saggezza e della conoscenza di parole divine, le parole più sagge e profonde per quanto inebrianti o spaventevoli risultano inutili.
Una profonda saggezza SA che l’uomo che vuole approdare alla conoscenza massima, arriverà dapprima ad accettare l’esistenza di Dio, poi conoscera la saggezza, e in ultimo, arriverà a conoscere Dio. Che sia “DIO a definire l’essere umano”, come credono i fondamentalisti, o viceversa: “L’uomo che si crea il suo Dio”, come credono gli altri, mostrando due strade apparentemente in aperta contraddizione, è l’inutile e sterile dibattito da idioti. Perché sapete: sono gli uomini che si credono idioti, non Dio

Arrivare a conoscere Dio non significa raggiungere un nirvana meditativo, né diventare “martiri del signore” ma tornare sulla terra secondo le leggi del cielo.
La battaglia del cielo si combatte contemporaneamente sulla terra: lo spirito vive coi suoi demoni, i demoni che lo tengono lontano da Lui, PERFINO MENTRE LO CERCA, anzi, proprio MENTRE LO CERCA, e i demoni mettono uomini contro altri uomini. Magari tutto in nome di Dio.
Tutto ciò che si muove oltre lo spirito sono “parole, immagini, film, numeri”, o per dirla alla maniera d’altri: è prigione, senza il Dio reale.

Combattete dunque, non demordete, combattenti.
Costruite, insegnate, progettate, pensate ancor più reali i vostri sogni, accorciate i tempi, amate, godete ora, non rimandate. 
Siate fuoco su questa terra.

FINALE

La terra si sta dividendo in due. Due mondi materiali a cui appartengono due mondi spirituali. Ci occorre iniziare a provarlo sulla nostra pelle.

Year 2028, L’Hacker


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Dio si è umanizzato

    ...e lo si incontra in ogni donna e in ogni uomoUna chicca del discorso di investitura del teologo spagnolo Josè Maria Castillo, in occasione del conferimento... Leggere il seguito

    Da  Federicobollettin
    SOCIETÀ
  • «Perché crediamo in Dio», una spiegazione evolutiva della religione

    «Perché crediamo Dio», spiegazione evolutiva della religione

    Why We Believe in God(s): A Concise Guide to the Science of Faith («Perché crediamo in Dio/negli Dei: una guida compatta alla scienza della fede») è il titolo... Leggere il seguito

    Da  Andream
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Un Dio masochista

    «Siccome Dio poteva creare una libertà che non consentisse il male (cfr. lo stato dei beati liberi e certi di non peccare), ne viene che il male l'ha voluto lui... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Dio esiste?

    esiste?

    Vi è chi passa tutta la vita a cercare di confutare (e penso vi riesca) l'esistenza di Dio sulle basi che ne offrono le religioni praticate al giorno d'oggi, tr... Leggere il seguito

    Da  Paopasc
    SOCIETÀ
  • Il buon Dio

    buon

    Alcune settimane fa, all’Ospedale «Sant’Orsola» di Bologna, sono nate due gemelline affette da toracopagia. Si tratta di una di quelle malformazioni fetali che... Leggere il seguito

    Da  Malvino
    SOCIETÀ
  • Perché non credo in Dio?

    Perché credo Dio?

    «Go away and read a book.» Richard DawkinsGià. Perché ho preso alcuni libri in biblioteca e perché altri li ho comprati in libreria (vera od online).Non lo so... Leggere il seguito

    Da  Lucas
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Yes, dio can

    Yes,

    Prima che l’impero americano cessi definitivamente d’esistere e prima che l’avvento di una nuova egemonia culturale ci ricordi che siamo tutti uguali e con gli... Leggere il seguito

    Da  Tnepd
    SOCIETÀ