Magazine Bambini

Disturbi del sonno: la sindrome delle apnee notturne

Da Paola

Disturbi del sonno: la sindrome delle apnee notturne

La sindrome delle apnee notturne è caratterizzata dal blocco del respiro durante il sonno, causato da un difettoso passaggio dell’aria, a sua volta determinato da una temporanea chiusura delle vie aeree superiori (naso, bocca, gola). Il blocco ha una durata media di 5-6 secondi, ma può protrarsi anche per 9-10 secondi. Viene chiamata sindrome perché si associano a questo sintomo principale una serie di manifestazioni di diverso tipo.

Infatti un bambino con apnee notturne può presentare i seguenti sintomi:

  • frequenti pause nella respirazione durante il sonno;
  • episodi ricorrenti di risveglio e mancanza del respiro;
  • russare cronico o respiro faticoso durante la notte;
  • respirazione con la bocca;
  • agitazione estrema durante il sonno;
  • infezioni ricorrenti come otite media, raffreddore, tonsillite;
  • mal di testa la mattina;
  • sonnolenza cronica durante il giorno;
  • irritabilità cronica, perdita dell’autocontrollo, scarsa concentrazione.

Le apnee notturne sono molto comuni nei bambini con tonsille ingrossate e/o adenoidi che bloccano il passaggio dell’aria, mentre l’eccesso di peso può complicare il problema ma, da solo, non le provoca. Per risolvere le apnee notturne è consigliabile consultare il pediatra o rivolgersi ad un centro del sonno innanzitutto per poter contare su una diagnosi accurata e corretta. La sindrome da apnea notturna può anche scomparire spontaneamente o, comunque, non aprire la strada a complicazioni severe.

Potrebbe, però, anche interferire sul corretto sviluppo del bambino, e, quindi è consigliabile prevenire questa possibilità. Le cure variano in base alla severità delle apnee e all’età del bambino. Il trattamento più comune è l’asportazione delle tonsille e delle adenoidi.

Il mio marmocchietto ha sempre sofferto di adenoidi ma per fortuna questo non gli provocava apnee notturne ma solo russamento. Ora che ha 7 anni devo dire che è migliorato moltissimo, non abbiamo asportato tonsille e adenoidi perché sembrava non ce ne fosse la reale necessità! E i vostri bambini soffrono di apnee notturne come avete risolto?

disturbi-sonno-bambini-apnea-notturna
disturbi-sonno-bambini-apnee-notturne
disturbi-sonno-bambini-sindrome-da-apnea-notturna

Immagini:
smh.com.au
theage.com.au
weightedblanket.net


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :