Magazine Arte

Donna e Arte: Alice Olimpia Attanasio

Creato il 11 aprile 2010 da Ilbicchierediverso

Donna e Arte: Alice Olimpia AttanasioAbbiamo scoperto un movimento artistico milanese, se vogliamo “underground” che ci è molto piaciuto. Da qui la voglia di iniziare ad addentrarci in esso attraverso le parole di alcuni protagonisti.

Cominciamo con Alice Olimpia Attanasio (www.aliceattanasio.com) che tra poco a Milano esporrà in una sua personale intitolata Medication.

Chi è Alice, chi Olimpia e chi l'artista?

Se è vero che nei nomi cè un destino, i miei calzano a pennello: Alice èla parte irrazionale, Olimpia la parte razionale, l’artsita èl’unione delle due metà.

Cos'è la materia che usi per dipingere?

Uso una pasta colorata comunemente chiamata ‘colore ad olio’, con cui spesso, mentre dipingo, mi ci sporco per giocarci con le dita.

L'anima e la tela cosa sono per te?

La tela è la mia possibilità di esternare l’anima.

Cosa si può usare per esprimersi davanti ad uno sguardo?

Tutto e niente. In questo caso io uso strumenti medicali ma trasfigurati da un dolce contenuto per trasmettere un messaggio puramente allegorico; la vita va affrontata positivamente e la miglior cura è questa.

Donna, femminilità e pennello. Che file rouge c'è?

E’ possibile che i mezzi espressivi che utilizzo siano influenzati dalle mie esperienze al femminile; ma i concetti che li animano sono universali.

L'importanza della trasgressione

Non credo che la trasgressione sia importante se fine a se stessa.

Nella grande maggioranza dei casi è forzata e scontata con l’unico scopo di attirare l’attenzione, ma, per me, ha un senso solo se rivela un reale bisogno.

Donna e Arte: Alice Olimpia Attanasio
Quali sono i tuoi riferimenti artistici?

Non ho dei riferimenti artistici particolari, mi interesso e archivio mentalmente tutto quello che posso, perché ogni input alimenta la mia creatività.

Sicuramente ho però dei miei favoriti, che per il panorama contemporaneo possono essere Jenny Saville, per la pittura, e Damien Hirst per il pensiero.

La bellezza deve finire?

Bisogna vedere cosa s’intende per bellezza.

Nella mia accezione filosofica no.

Salutaci con una pennellata

Siamo solo all’ inizio… il resto alla prossima puntata!

Buona scelta

IBD


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines