Magazine Attualità

DuemilaeCredici: la questione sociale, il futuro in Europa e l’attenzione ai giovani

Creato il 02 gennaio 2013 da Percentuale @Per100tuale

La questione Sociale. Per il Presidente Napolitano, “dobbiamo parlare non più di ‘disagio sociale’, ma come in altri momenti storici, di una vera e propria questione sociale da porre al centro dell’attenzione e dell’azione pubblica”. E ha continuato: “È una questione sociale, e sono situazioni gravi di persone e di famiglie, che bisogna sentire nel profondo della nostra coscienza e di cui ci si deve fare e mostrare umanamente partecipi. La politica, soprattutto, non può affermare il suo ruolo se le manca questo sentimento, questa capacità di condivisione umana e morale.

La questione Europa. Per il Capo dello Stato, “uscire dalla recessione, rilanciare l’economia, è possibile per noi solo insieme con l’Europa, portando in sede europea una più forte spinta e credibili proposte per una maggiore integrazione, corresponsabilità e solidarietà nel portare avanti politiche capaci di promuovere realmente, su basi sostenibili, sviluppo, lavoro, giustizia sociale. L’Italia non è un paese che possa fare, nel concerto europeo, da passivo esecutore ; è tra i paesi che hanno fondato e costruito l’Europa unita, e ha titoli e responsabilità per essere protagonista di un futuro di integrazione e democrazia federale, che è condizione per contare ancora, tutti insieme, nel mondo che è cambiato e che cambia.

La questione Giovani. Il Presidente della Repubblica si è rivolto ai giovani: “Sono loro – ha detto – che hanno più motivi per essere aspramente polemici, nel prendere atto realisticamente di pesanti errori e ritardi, scelte sbagliate e riforme mancate, fino all’insorgere di quel groviglio ed intreccio di nodi irrisolti che pesa sull’avvenire delle giovani generazioni. I giovani hanno dunque ragioni da vendere nei confronti dei partiti e dei governi per vicende degli ultimi decenni, anche se da un lato sarebbe consigliabile non fare di tutte le erbe un fascio e se dall’altro si dovrebbero chiamare in causa responsabilità delle classi dirigenti nel loro complesso e non solo dei soggetti politici. Importante è che soprattutto tra i giovani si manifesti, insieme con la polemica e l’indignazione, la voglia di reagire, la volontà di partecipare a un moto di cambiamento e di aprirsi delle strade. Perché in fondo quel che si chiede è che si offrano ai giovani delle opportunità, ponendo fine alla vecchia pratica delle promesse o delle offerte per canali personalistici e clientelari. E opportunità bisogna offrire a quanti hanno consapevolezza e voglia di camminare con le loro gambe : bisogna offrirle soprattutto attraverso politiche pubbliche di istruzione e formazione rispondenti alle tendenze e alle esigenze di un più avanzato sviluppo economico e civile”.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • >>Mezza Europa contro l’austerità

    >>Mezza Europa contro l’austerità

    In Italia, Spagna, Grecia, Portogallo, Irlanda e in altri paesi europei è un giorno di mobilitazione contro le riforme di austerità e rigore. Per quanto riguard... Leggere il seguito

    Da  Felice Monda
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Europa: è difficile immaginare un lieto fine

    Europa: difficile immaginare lieto fine

    Krugman: L’Europa in breve Per alcuni sono cose sentite migliaia di volte da Bagnai o da altri, ma fa piacere lo stesso leggere il Nobel Paul Krugman... Leggere il seguito

    Da  Informazionescorretta
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Chelsea – Basilea, finale Europa League

    Chelsea Basilea, finale Europa League

    I verdetti del calcio europeo son stati pronunciati. Giovedì sera si è infranto il sogno turco di portare a casa un titolo europeo; l’andata era stata favorevol... Leggere il seguito

    Da  Retrò Online Magazine
    ATTUALITÀ, POLITICA, POLITICA ITALIA, SOCIETÀ
  • Turchia. Più Europa, più democrazia

    Turchia. Europa, democrazia

    (pubblicato oggi sulla versione online della rivista Il Mulino) Più Europa, più democrazia. La crisi – inattesa e furibonda – che ha trasformato molte città... Leggere il seguito

    Da  Istanbulavrupa
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Euro o Europa?

    Euro Europa?

    Dopo il vertice di Bruxelles qualcosa è cambiato. Non le balle sulle inesistenti vittorie montiane con cui i media ci hanno deliberatamente preso in giro, ma... Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    CULTURA, SOCIETÀ
  • Europa fortezza di carta

    Europa fortezza carta

    di Davide D’UrsoLa crisi finanziaria dell’Eurozona non ha ancora distrutto l’Unione Europea (UE), ma senz’altro ne ha ridotto il peso e la capacità d’azione a... Leggere il seguito

    Da  Bloglobal
    POLITICA, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Mr gay europa: miguel ortiz

    europa: miguel ortiz

    E' SPAGNOLO MR GAY EUROPA 2012 E' spagnolo Mr Gay Europa 2012. Durante la finale dell'11 agosto, organizzata a Roma da GIAM e Gay Village, ricca di spettacolo... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, DA CLASSIFICARE

Magazines