Magazine Cultura

Editoria per l'infanzia: Anelli magici e ladri di fuliggine

Da Psychomer
Editoria per l'infanzia: Anelli magici e ladri di fuliggineCon il termine 'famiglia' non ci si riferisce solo alla mamma e al papà ma anche ai nonni, agli zii e ai cugini. A volte proprio con queste figure parentali i bambini stringono i rapporti più stretti o, forse, sarebbe meglio definire questi scambi d'affetto come 'speciali'. Questo avviene soprattutto con i nonni che, spesso, tendono a concedere piccoli e grandi vizi ai nipoti o che, forti di un'età più matura e consapevole, riescono ad tracciare un legame solidale e 'giocoso' con i più piccoli della famiglia. I nonni affascinano anche per le storie che hanno da raccontare, storie di un passato magico che non c'è più; e per quanto, crescendo, si trovino sempre più 'noiose' le solite avventure narrate ripetutamente dai nonni, queste restano fra i più vividi ricordi dei nipoti in età di formazione.
Recensione:
Roberto Denti, Anelli magici e ladri di fuliggine, Edizioni Piemme, Milano, 2009
Il piccolo Marcello ogni giorno lotta per la sua felicità: la mamma e il papà non fanno altro che sgridarlo e neanche a scuola va tanto bene; ogni momento che passa, Marcello fa qualcosa che non va, a volte senza neanche accorgersene, e prende qualche nota di troppo sul diario. E ad ogni nota arriva un nuovo rimprovero dei genitori. Marcello poi, ha un'amica conosciuta al mare che purtroppo abita dall'altra parte della città e quindi non può essere presente nella sua vita quotidiana a tirarlo su di morale. Tutto sembra andare per il peggio ma in realtà Marcello ha un infallibile rimedio per scacciare la tristezza: si tratta di suo nonno. Il nonno riesce sempre a restituire il buonumore al nipote grazie ai suoi racconti: le storie narrate sono appassionanti e negli anni a venire Marcello troverà i segni delle parole del nonno in molti libri di scuola e di lettura. Già, perchè i racconti che riescono a rendere il bambino tanto felice, sono in realtà delle libere reinterpretazioni di alcuni grandi romanzi realmente esistenti: Robinson Crusoe di Defoe, Cion Cion blu di Pinin Carpi, Il bambino sotto vuoto di Cristine Nostlinger. E insieme al bambino di 10 anni protagonista di questo libro, anche i lettori degli avvincenti racconti, pieni di personaggi, luoghi e nomi strani, inizieranno a farsi un'idea della grande letteratura moderna.
Sara

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog