Magazine Cultura

Eugenio Müntz, Lucca

Da Paolorossi

Il tragitto da Pisa a Lucca non richiede che un'ora. [...] La regione è di una rara fertilità; solcata da numerosi corsi d'acqua, [...] la sua vegetazione è esuberante. Terreni e villaggi scompaiono sotto i vigneti e sotto gli alberi carichi di frutta. Presso a San Giuliano alcune aride montagne fanno risaltare la ricchezza della campagna. Lucca è una città di pianura, tutta unita, come le sue vicine Pisa, Pistoia, Prato ed Empoli; però qualche suo lembo spicca su di un ammirabile fondo azzurrognolo di montagna, il che la rende pittoresca in sommo grado.

Montaigne diceva che "era una des plus plesantes assiettes de ville ch'egli avesse mai visto, circondata da una bella pianura, bella per eccellenza, ed anche da belle montagne e da colline."

Le strade regolari, accuratamente selciate, illuminate a gas e d'una perfetta pulizia, s' intersecano per la maggior parte ad angoli retti; le case anche le più semplici hanno un'aria ridente; i negozi rigurgitano d'avventori; gli alberghi promettono le maggiori comodità alla loro clientela cosmopolita; i caffè e le birrerie, come la birreria Pfanner, hanno tutte un aspetto monumentale.

Una lunga serie di Consolati (persino la Repubblica Argentina v'è rappresentata) dimostrano l'importanza commerciale dell'antica città libera, l' ultimo Stato Italiano, con Venezia e San Marino, che abbia conservato fino alla fine del secolo XVIII la forma di repubblica.

Allorché si tratta d' indicare la fìsonomia di tali città italiane, non bisogna limitarsi a considerare solo le lince architettoniche, ma bisogna badare ad una quantità di minuti particolari che troppo spesso si trascurano : il colore della pietra, del mattone, delle tegole, la qualità del suolo o del selciato, la disposizione dei negozi, delle imposte e delle tende. Queste mille sfumature danno il carattere e l'individualità. [...]

Ora ecco dove la correlazione tra la vita d'una città e l'aspetto delle abitazioni appare in piena luce : l' intonacatura più spesso rinnovata, le imposte dipinte a colori più gaj, le finestre semiaperte che sembra sorridano ai viandanti, le tende disposte con abile mano, i negozi, - domando scusa - dovrei dire i magazzini, protetti da una vetrina, mentre nella maggior parte delle altre città della Toscana tutte le merci sono esposte all'aria libera. [...]

Se poi volessimo penetrare nell' interno delle case, un tale schizzo s'arricchirebbe certamente di nuove pennellate; ma in Italia, più che altrove, una muraglia, quasi insormontabile, protegge la vita privata contro la curiosità del forestiero. Forse la seduzione che esercita l'antica città toscana è dovuta pure in parte all'alternarsi del raccoglimento e dell' animazione, intendo dire al succedersi delle vie animate e delle innumerevoli piazze o piazzette che si trovano presso alle chiese o agli altri pubblici monumenti, a cui esse fanno invidiabile cornice. [...]

( Eugenio Müntz, brano tratto da "Firenze e la Toscana", Fratelli Treves Editori, 1899 )

Categories Tags

Eugenio Müntz, Lucca
Lucca, Lucca, Müntz Eugenio, Toscana, Tuscany Müntz Eugenio

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :