Magazine Lifestyle

Expo con Gipsy. Liguria

Creato il 30 giugno 2015 da Agipsyinthekitchen

Le nostre persone di riferimento. I nostri fari nella notte. I nostri Guru.
Le nostre bussole.

Io ho avuto la fortuna di avere luci che mi hanno condotta dove sono ora. La prima è stata Suor Maria Chiara: 1mt e 50cm di bontà e saggezza. Io ragazzina un po’ superficiale e sconvolta dalla separazione dei miei genitori, vagavo tra dizionari di greco ed escamotage di bigini per evitare la fatica dello studio. E lei con tenacia e dolcezza, con parole giuste e uno sguardo cristallino, mi ha sempre accompagnata per mano verso scelte consapevoli, laddove la consapevolezza in un’età così transitoria e fragile erano il baluardo della salvezza. Vai nel mondo e fai bene. Ma soprattutto crea bene. Di base questo è sempre stato il suo punto di partenza. E nonostante avesse una morale cattolica evidentemente spiccata- tanto da farla diventare una missione – non ho mai sentito tra di noi la pesantezza di insegnamenti religiosi. Solo parole dal cuore e dette con il cuore.
Poi c’è stata Raffaella: quando lavoravo da Chanel lei è stata il mio superiore. Mi ha insegnato il valore della gentilezza e la preziosità di un sorriso, anche quando magari ti senti urlare dietro. Mi ha mostrato come fare così che io potessi ricordarmi come agire in conseguenza. mi ha sempre coinvolto in ogni responsabilità – dalle più piccole alle più importanti – così che io potessi essere responsabilizzata.
Il comune denominatore di queste persone magiche entrate nella mia vita come un dono è che entrambe non solamente erano fantastiche, talentuose, preparate e perfette. Ma soprattutto quello che le distingueva da tutto il circondario è sempre stato il bene che provavano per me e che mi dimostravano quotidianamente condividendo con la sottoscritta il loro know how.
I loro insegnamenti sono con me sempre. Come quasi fossero coperte di linus di ricordi magici che riescono a farmi transitare da momenti di scoramento a una rinnovata forza centrifuga che mi ribilancia con il mondo.

Il valore aggiunto è che sono riuscite a donarmi qualcosa che prescindeva dalla loro stessa presenza, quanto piuttosto si rivelava quando non le ho più avute accanto. Nel mio cuore e nei miei passi, è come se loro fossero sempre qui con me, a illustrarmi la via e a sorridermi se faccio bene, o a tenermi la mano se faccio male.

b-23

Ogni fase della vita è grazie al cielo costellata da anime che incrociano il nostro destino per un motivo ben preciso: insegnarci. Rimetterci sulla retta via. Oppure farci sbandare, per poi farci trovare la strada giusta.
Quando ho scelto di abbandonare il percorso stabilito e dedicarmi alla mia passione, ho trovato ispirazione in Nigella Lawson che ho avuto la fortuna di conoscere proprio un paio di Natali fa. E poi ancora: amiche che con il loro sostegno mi hanno dato l’energia per continuare a perpetuare la forza del sogno stesso, al di là di ogni retorica e aspettativa stessa.

Da quando sono diventata il mio capo, procedo a tentoni, per tentativi e quello che imparo, questa volta, lo imparo battendoci il muso. Ti arrabbi, ti scontri con opinioni contrastanti. Ma non smetti di sognare , con l’unica eccezione che rendi praticità ogni minuto del sogno stesso.
Bisogna settare obbiettivi e poi, rimanere fedeli a essi, rispondendo in ogni fase a ciascun successo e/o fallimento.
Però c’è una felicità che va oltre il sogno stesso: la felicità coraggiosa che rende contagio ogni progetto.

E non importa a quanto dovremo rinunciare perché il profumo di libertà che ne consegue è eccezionale.

a-23

a-19

a-18

a-4

Ho deciso di intraprendere un nuovo percorso con TomTom, proprio sull’onda dell’entusiasmo EXPO. Ma invece di andare su  percorsi già battuti, ci dirigiamo verso  quelle unicità territoriali, le specificità regionali che danno il valore aggiunto alla nostra bella Italia.

Siamo partiti da Milano, impostando il nostro GPS TomTom Go verso Alassio, in Liguria.
Oh la Liguria. La mia nonna era genovese. Una delle mie chef preferite, Serenella Medone, si trova a Nervi. E poi il mare, la focaccia, l’accento savonese e le trofei con tutto quel basilico che amo.
Questa regione conserva immensi patrimoni storici e culturali.
Confina con la Francia, ed in un attimo trovi influenze bivalenti, peculiarità gastronomiche che rimandano a storie antiche. E poi c’è la parte invece che subisce influssi toscani ed allora ecco le straordinarie cinque terre, ancora così poco conosciute ma tanto amate dai nostri americani che di buon vivere forse se ne intendono più di noi.
Una repubblica marinara ante litteram, viaggiatori per passione e per bisogno, i liguri hanno portato con se da ogni viaggio il mistero dei mari in tempesta e la bontà di spezie sconosciute.

Vicoli stretti dove baciarsi d’estate e grandi sorrisi tra fiori profumati e gelati alla nocciola. Ginestre, lentisco, corbezzoli, rosmarino e pino marittimo.
Avete mai provato la straordinaria qualità del loro pomodoro cuore di bue o della zucca trombetta? E poi olive, asparago violetto, carciofo.
Pansotti. Cappon Magro. Minestrone alla genovese. Farinata.Amaretti di Sassello .
E a farmi da guida un’eccellenza, la straordinaria Mirella Porro. Allieva di Gualtiero Marchesi, mamma di due ragazzi eccellenti, donna dalle mille risorse.
Siamo andati su e giù per questa regione, scoprendone tesori e segreti.
Abbiamo cucinato e ci siamo gustati il mare esclusivo della sua spiaggia.
Ho scoperto viticoltori bio e un mercato di frutta e verdure antiche. Un forno che si chiama zio pagnotta e che fa una focaccia eccellente.

b-29

b-26

b-13

Ecco alcuni indirizzi da non perdere assolutamente:
Ad Albenga in piazza del popolo il mercato di frutta e verdura.
L’Azienda Agricola Bio Vio Bastia
Una passeggiata sulla Laigueglia
In spiaggia solo al BabaBeach di Alassio. Qui potrete anche assaggiare i manicaretti della nostra Mirella.
Zio Pagnotta ad Albenga per la focaccia più buona
Per dormire Da Peppuccio della dolce signora Maurizia a Villanova d’Albenga
Da Serenella  per mangiare nel suo favoloso ristorante, Al Solito Posto  a Genova Bogliasco.

Powered by TomTom
Il mio partner in crime di questo percorso eccezionale è stato TomTom Traffic che grazie alle nuove impostazioni del navigatore mi ha fatto arrivare a destinazione, guidandomi nelle strade meno trafficate, e segnalandomi ingorghi e incidenti.
Inoltre, alcune delle riprese sono state fatte con la nuovissima TomTom Bandit, che si tuffa persino nel mare con noi :)

Credits
Abiti Co Te // Stella Jean // Levi’s
Photos: Alessandro Madami
Video: Alba Russo
Make Up: Giulia Lazzarini

Ricette

Pescatrice alla mediterranea
Soffriggere lo scalogno in olio extra vergine oliva, adagiare le zucchine trombetta tagliate a julienne i medaglioni di pescatrice rosolarli da ambo i lati e in ultimo i pomodori cuore di bue a cubi. Salare e disporre nel piatto con paté d’olive taggiasche.

Calamari grigliati con scorzette di limone patate al timo e olive taggiasche
Grigliare i calamari tagliati a julienne, rosolare le patate precedentemente bollite e tagliate a cubetti.
Disporre nel piatto i calamari e le scorzette di limone e qualche oliva taggiasca.
Condire con citronette e qualche foglia di maggiorana fresca.

a-22

b-5

a-25

a-20

a-15

a-13

a-3

a-1

a-10


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog