Magazine Attualità

Facciamo la rivoluzione!

Creato il 22 febbraio 2013 da Freeskipper @freeskipperIT
Facciamo la rivoluzione! di Antonio Di Pietro. Care amiche e cari amici, le prossime elezioni saranno di grandissima importanza per il nostro Paese. Non ci nascondiamo che sono a rischio la tenuta della nostra democrazia, che è già stata largamente svuotata, e lo stesso futuro del Paese, minacciato da una crisi che le politiche dei governi Berlusconi e Monti hanno solo reso infinitamente  più grave e più dura per i lavoratori e per il ceto medio basso della popolazione. Nessuna delle grandi coalizioni in campo  permette di sperare in un’inversione di marcia né per quanto riguarda i diritti dei lavoratori, che sono stati stracciati e riportati indietro di un secolo, né sul fronte vitale della lotta alla corruzione, che Berlusconi prima e Monti poi hanno reso più difficile che mai. Sono già in corso le grandi manovre per realizzare, subito dopo le elezioni, qualche torbido inciucio che permetterà, ancora una volta, alla Casta e alle banche di fare ciò che vogliono, aggirando così la volontà dei cittadini e degli elettori. E’ fondamentale che sia presente in Parlamento una forza politica pronta a denunciare i sotterfugi, capace di rappresentare una vera e ferma opposizione, e determinata a ostacolare manovre abiette come quella che, solo pochi anni fa, voleva privatizzare l’acqua e riempire il Paese di centrali nucleari. E’ altrettanto importante che ci siano, in Parlamento, persone capaci di mettere in campo un compiuto progetto alternativo di governo, senza limitarsi al ruolo comodo ma improduttivo di chi protesta senza proporre rimedi. Nel corso della scorsa legislatura questo ruolo è stato assunto da noi dell’Italia dei Valori. Siamo stati per anni la sola vera opposizione. Abbiamo più volte impedito che si realizzassero inciuci di ogni tipo e accordi sottobanco. E’ stata la nostra iniziativa referendaria a bloccare le centrali nucleari, le leggi ad personam, la privatizzazione dell’acqua. Siamo stati i soli a cercare davvero di modificare la legge elettorale, porcata che tutti gli altri criticavano a parole e si tenevano stretta nei fatti. Come sapete, noi abbiamo scelto di presentarci alle elezioni non con il nostro simbolo, ma sotto quello di Rivoluzione Civile-Lista Ingroia, insieme a tutti quei soggetti politici e, soprattutto, a quelle forze della società civile che, come noi, si erano opposte sia al governo Berlusconi che a quello Monti in nome dei diritti, della libertà, della giustizia e della legalità. Valori, questi, che si riassumono in una sola bandiera: la Costituzione repubblicana. Quella è la bandiera di Rivoluzione Civile-Lista Ingroia. La presenza in Parlamento di Rivoluzione Civile-Lista Ingroia è fondamentale perché solo noi ci opponiamo tanto alla sopravvivenza del regime partitocratico quanto alle pulsioni antieuropeiste e populiste che stanno, purtroppo, crescendo in un Paese deluso e smarrito. Siamo una presenza scomoda. Per questo, in campagna elettorale, siamo stati oscurati, silenziati e, spesso, hanno cercato di ridurre a caricatura il nostro progetto politico. La nostra sola forza siete voi. Non dovete solo votare per Rivoluzione Civile-Lista Ingroia, ma convincere a votarci, spiegare chi siamo in realtà, sbugiardare il coro mediatico di regime. Lo abbiamo e lo avete fatto già una volta, quando contro tutti i pronostici avete battuto col referendum gli stessi che oggi vorrebbero farci sparire. Possiamo ancora. Nei pochi giorni che restano da qui alle elezioni potete farlo di nuovo, perché loro sono il potere, ma noi siamo il popolo e la democrazia.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :