Magazine Creazioni

Fin che la barca va…

Da Ideamamma

FIN CHE LA BARCA VA…

E’ in arrivo l’ESTATE: mancano solo 2 giorni e da calendario l’Estate avrà inizio. Come prepararsi? Cosa possiamo inventarci? Quali giochi possiamo creare per divertirci insieme? Di idee ne ho veramente tante e quindi… pronti, partenza, via!
Come primo gioco ho pensato a delle barchette che poi faremo galleggiare nell’acqua della nostra piscina oppure potremo portarle con noi durante una delle nostre “biciclettate” e farle galleggiare nel fiume seguendole e divertendoci a guardarle navigare.

Materiale: barattolo trasparente, tappo di plastica, cartone del latte, pennelli, tempere, stuzzicadenti piccoli e grandi, carta da cucina, tappo di sughero, pinzatrice e colla.
Procedimento: per prima cosa prepariamo la base della nostra barca e per farlo utilizzeremo il cartone del latte. Di certo non lo lasceremo grezzo ma bensì lo coloreremo e Simone ha scelto di farla blu quindi con un bel pennello grande l’ha colorato.

FIN CHE LA BARCA VA…
Mentre aspettavamo che asciugasse, abbiamo preparato la vela utilizzando gli stuzzicadenti grandi che ci sono serviti per creare la struttura e li abbiamo uniti tra loro con un punto metallico; abbiamo poi tagliato un triangolo dalla carta da cucina, abbiamo messo un pò di colla su entrambe i lati degli stuzzicadenti e ci abbiamo adagiato sopra la nostra vela. Ovviamente l’abbiamo anche decorata e per farlo abbiamo segnato il contorno con un pennello intriso di tempera rossa. Abbiamo poi deciso di creare anche la bandiera dell’Italia si sa che tutte le barche sono dotate di una bandiera di riconoscimento e quindi, anche la nostra; per farla abbiamo decorato con i colori della bandiera italiana un rettangolo di carta da cucina che abbiamo poi attaccato ad uno stuzzicandeti piccolo. Dove metterla? Abbiamo deciso di creare un posto d’avvistamento sopra il quale abbiamo adagiato la bandiera; per crearlo abbiamo ricoperto un barattolo trasparente con carta da cucina e l’abbiamo decorato con la tempera rossa così da restare in tema con la vela. Ci abbiamo poi attaccato sopra un tappo di plastica rovesciato dentro il quale abbiamo fissato lo stuzzicadenti con la bandiera; una volta che la base della barca si è asciugato, abbiamo iniziato a mettere insieme i pezzi. Per prima cosa abbiamo fissato la vela infilando lo stuzzicadenti dentro il cartone; poi abbiamo appoggiato la nostra torre d’avvistamento con la bandiera italiana sulla prua e come ultima cosa abbiamo attaccato un tappo di sughero nel retro, sarà il nostro motore. Adesso è tutto pronto, possiamo farla navigare e divertirci a guardarla mentre l’acqua la trasporta.

FIN CHE LA BARCA VA…


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazines