Magazine

“Formula Fuffa”: come recuperare il giusto atteggiamento. Da Il Tasto G di Rossella Calabrò rappresentato da i NomadiDiParole

Creato il 31 ottobre 2013 da Assugoodnews @assunta73

tastog
Sono tornata a trovare i NomadiDiParole durante una delle loro presentazioni che amo tanto. Questa volta protagonista della serata è stato il romanzo “Il Tasto G” di Rossella Calabrò. Simone Gerace e Vera Verace hanno portato in scena i personaggi del romanzo che ho acquistato e presto inizierò a leggere. La serata è stata molto piacevole, divertente, ironica ma al tempo stesso riflessiva. Si, perché Rossella Calabrò non si prende affatto sul serio e proprio per questo lancia dei messaggi molto forti attraverso le pagine dei suoi lavori. Lo fa anche in questo caso dove si discute di tematiche comuni a tutti noi. In particolare vorrei condividere con voi un monologo del personaggio Distacco, detto il “Fuffa”, che sono certa vi farà riflettere come è capitato a me.

Nel libro, Distacco racconta del suo rapporto con Serena: diametralmente opposti ma per questo complementari. Stiamo parlando di atteggiamenti di vita diversi tra noi donne – spesso capaci di creare problemi inesistenti – e gli uomini della categoria opossum, ossia quelli che in una situazione difficile si fingono morti. Accade in natura ed è una metafora molto efficace utilizzata dalla Calabrò.

Durante il suo monologo Distacco ammette questo suo atteggiamento sottolineando che “tutto ciò che ostacola il mio raggiungimento dell’obiettivo lo considero solo fuffa”. Ecco, questa è la chiave. Durante la rappresentazione di Simone Gerace ho sorriso molto. Sono tornata a casa e ho riflettuto a lungo su questa infallibile formula fuffa: “mi piace” mi sono detta. L’ho testata nel mio quotidiano per qualche giorno e ora eccomi qua a dirvi: funziona!

Il concetto è semplice ma preferisco farvelo raccontare dallo stesso Distacco (nella bellissima interpretazione di Simone Gerace dei NomadiDiParole).

Che sia questo metodo in particolare o un altro che vi aiuti a ironizzare su quanto disturba il raggiungimento del vostro obiettivo, scegliete una formula alleata da utilizzare per liberare la mente e occuparvi dei problemi solo quando si presentano davvero. E’ importante . La nostra mente è in grado di rovinare qualunque attimo che non venga vissuto per quel che è nel presente.

Provateci durante questo ponte. E poi se vi va raccontatemi come è andata. Approfittate del tempo libero per andare in libreria a comprare Il Tasto G di Rossella Calabrò – gli spunti di riflessione sono diversi – e per girovagare sulla pagina Facebook dei NomadiDiParole .



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog