Magazine Società

Fragments of a baltic trip - Appendice colonialcurlandese

Creato il 06 agosto 2011 da Mapo
Mi permetto di aggiungere questa piccola appendice alla storiella scritta poc'anzi.Il ducato di Curlandia che, abbiamo visto, aveva una vivace vita politica interna, era tutt'altro che isolato dal resto del globo.Jacob Kettler, per esempio, che fu duca di Curlandia tra il 1642 e il 1682 fu uno dei principali rappresentanti di quel movimento noto come "Movimento coloniale curlandese" (Risate fuori campo).Posto direttamente da Wikipedia, così non mi prendete per scemo:
Kettler nacque a Kuldīga. Suo padrino di battesimo fu Giacomo I d'Inghilterra. Sotto il suo governo la Curlandia iniziò rapporti commerciali con i Paesi Bassi, il Portogallo, l'Inghilterra e la Francia. Nel 1651 iniziò la costruzione di Fort Jacob sul fiume Gambia sull'isola che successivamente sarebbe divenuta nota col nome di Sant'Andrea nell'Africa occidentale. Nel1654 conquistò Tobago con la Das Wappen der Herzogin von Kurland, una potente nave da battaglia armata di 45 cannoni e di 25 ufficiali, 124 soldati e 80 famiglie di coloni. La colonia in Tobago prese il nome di Neu Kurland ("Nuova Curlandia").Il duca venne tenuto prigioniero dagli svedesi dal 1658 al 1660, durante la Grande Guerra del Nord. Durante questo periodo le sue colonie vennero attaccate e le abitazioni distrutte. Alla fine della guerra, egli ricostruì la flotta del ducato, e riottenne Tobago dagli olandesi. Molti credono che intendesse colonizzare anche l'Australia, che era stata da poco scoperta dagli olandesi. Per questa spedizione ricevette la benedizione del papa Innocenzo X. Ma sfortunatamente per lui il Papa morì poco dopo e il suo successore non vedeva di buon occhio quest'impresa[senza fonte]. Il duca morì a Mitau il 1º gennaio 1682.
Fragments of a baltic trip - Appendice colonialcurlandese
Nella foto Von Mapellur, ammiraglio capo della flotta di navi che si spinsero fino a Tobago e che, sul finire del 1600, si dice fossero pronte ad un solo ordine, ad attaccare l'odierna Sidney per riportare come prigionieri, nei giardini di Rundale, interi branchi di canguri australiani.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Dossier Paperblog

Magazine