Magazine Cultura

Francesca Baldacci presenta Luca

Da Chichili123
Oh, ci voleva proprio una chiacchierata tra amiche... eh sì, perché io ormai Francesca Baldacci la considero quasi di famiglia.Oggi è qui con me per parlarmi di un ragazzo molto speciale...
1.) Francesca, ma tu scrivi sempre? Parlaci un po' delle tue ultime pubblicazioni.
Sì. Non posso farne a meno. Scrivere per me è come respirare...
Le mie ultime pubblicazioni? Per Chichili ho scritto il racconto chick-lit "Nuvole a colazione", numero tre della serie Chick Chick Urrà, uscito alla fine del 2011,e il serial "Ciao Luca", di queste settimane. Ma la mia firma appare anche su riviste di narrativa popolare ad alta tiratura, dove scrivo racconti e romanzi. Inoltre è di prossima uscita un altro lavoro, di tipo giornalistico.
2.) So che ci tieni molto al tuo romanzo "Ciao Luca!". Perché?
Francesca Baldacci presenta Luca
"Ciao Luca" è stato scritto quando avevo solo diciassette anni. Lo scrivevo a scuola, durante l'intervallo. Ed è ispirato alle figure della letteratura latina, italiana, della filosofia, che maggiormente mi hanno colpito in quel periodo: frequentavo la seconda liceo classico.  Anche in quegli anni scrivevo tanti romanzi, ma in assoluto questo è il mio preferito.Ovviamente è stato rivisitato e attualizzato, ma penso che sia venuto un lavoro valido. Ce lo diranno i lettori!
3.) Vuoi presentarci Luca?
 Luca è un "bello e dannato" con tutti i crismi del caso. E' ispirato all'autore latino Tito Lucrezio Caro, ma solo ispirato, intendiamoci. Io l'ho "amato" moltissimo, descrivendolo. Forse risulterà altrettanto affascinante per chi lo leggerà, almeno lo spero.  4.) Che tipo di legame hanno Elisa e Luca?  Un legame sentimentale fortissimo: ma per Elisa amare Luca, pur se inevitabile, è anche segno di sofferenza, perché deve cozzare  contro il suo inguaribile pessimismo, tra alti e bassi che peraltro le lasciano anche qualche barlume di speranza. 5.) La comitiva, gli amici, hanno un ruolo portante in questo romanzo? Direi di sì: in positivo e in negativo. In positivo, incoraggiante è il ruolo del cugino René (ispirato a Cartesio); in negativo gli altri, che fanno da cornice e spesso boicottano Elisa e Luca, coppia sui generis, lontana dai loro cliché standard. La comitiva fa parte della società bene, un po' ipocrita, da cui lei si distacca. 6.) Progetti per il futuro?Be', direi, scrivere, scrivere e ancora scrivere. Senza sosta!

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines