Magazine Attualità

G20: Putin e Obama uniscono il mondo con una stretta di mano.

Creato il 16 novembre 2015 da Retrò Online Magazine @retr_online

G20 di Antalya. Ecco la bozza del comunicato ufficiale

Nel vertice del G20 ad Antalya (Turchia) viene messa in evidenza la situazione emersa in seguito agli attentati di Parigi che placano gli animi conflittuali all’interno del G20, avendo la priorità su qualunque altro tema.

L’obiettivo comune è quello di trovare una strategia mirata a combattere agli attentati e a sconfiggere il terrorismo, ponendo fine al sostegno in qualunque forma allo Stato Islamico.

Photo credit: theglobalpanorama / Foter.com / CC BY-SA

Photo credit: theglobalpanorama / Foter.com / CC BY-SA

Barak Omaba e Vladimir Putin si sono seduti e, guardandosi negli occhi, su due poltrone di cuoio, hanno preso in mano le redini del mondo in un fuori programma definito “costruttivo” dalla Casa Bianca.

Secondo il Cremlino “Gli obiettivi strategici nella lotta allo Stato Islamico sono molto vicini, ma restano differenze tattiche”. Differenze che ci sono sempre state tra USA e Russia, ma che oggi si ritrovano ad unire le forze in una inedita collaborazione. Secondo il comunicato della Casa Bianca, infatti, i due Paesi hanno raggiunto un accordo sulla necessità di una transizione politica in Siria, con l’ONU a fare da mediatore fra l’opposizione e il Regime di Bashar Al Assad.

Nella bozza del comunicato ufficiale i Leader precisano che:

Vengono condannati, nel modo più forte possibile, gli inumani attacchi a Parigi e tutti gli altri attacchi terroristici come quello del 10 Ottobre ad Ankara. Gli attacchi sono un affronto inaccettabile per tutta l’umanità. Lotteremo contro il terrorismo in tutte le sue forme e dovunque avvenga. Condanniamo inequivocabilmente tutti gli atti, i metodi e le pratiche di terrorismo che non possono essere giustificati in nessuna circostanza, a prescindere dalle loro motivazioni, in tutte le loro forme e manifestazioni, ovunque e da chiunque siano commessi. Tuttavia, riaffermiamo che il terrorismo non può e non deve essere associato a nessuna forma di religione, civiltà, nazionalità o gruppo etnico”.

Quello a cui stiamo assistendo è senz’altro uno degli avvenimenti più significativi su base storica dalla Seconda Guerra Mondiale ad oggi.

S.C.

Tags:#g20 #siria #parigi #obama #putin #summit

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :