Magazine Società

Genova, è scontro e rottura in Comune

Creato il 27 luglio 2013 da Asinistra
Tra privatizzazione delle società partecipate e difesa dei "beni comuni" Genova, è scontro e rottura in Comune Una  cosa è stata chiara fin dal momento dell’elezione del Sindaco Doria: il PD non era in grado di concepire che i rapporti di forza all’interno della maggioranza di centro-sinistra erano mutati rispetto alle amministrazioni precedenti dove, gli altri membri della maggioranza erano più simili ai soprammobili di casa, spolverati all’occorrenza ma non determinanti per le scelte strategiche della città. Non è neanche un mistero che i “poteri forti” della città abbiano trovato una sinergia col PD entrambi accomunati dall’esigenza di conservare nei rispettivi ambiti il controllo politico, sociale ed economico della città stessa. Se il sindaco Doria ha vinto le elezioni dello scorso anno è perché il fiducioso popolo votante vedeva in lui e nella sua lista l’apripista di un nuovo modo di gestire la politica e l’amministrazione genovese. E’ con non poca amarezza quindi, che si assiste alla dichiarazione del fallimento del “pubblico” da parte del Sindaco per accondiscendere alle ripetute richieste di “privatizzazioni” delle società partecipate del Comune, stravolgendo il concetto di erogazione di “servizio pubblico” stesso, aprendo nelle forme più o meno invasive capitali privati, quindi per definizione alla ricerca di utili, indipendentemente dalla qualità e della quantità di servizi erogati. Pensare ad Amiu  in parziale mano di privati, con lo spettro di sentirsi nuovamente aleggiare sulla testa possibili “inceneritori” non rasserena sicuramente gli animi, come non rasserena pensare che altri “beni comuni” possano diventare beni destinati a produrre profitti per pochi. Per queste ragioni lo strappo che si sta consumando tra Sindaco e PD da una parte e lista Doria, SEL e federazione della sinistra dall’altra è il simbolo tra chi all’interno di una crisi sistemica sceglie il mercato con le sue esclusioni di porzioni di società e chi la soluzione la cerca salvaguardando il bene comune come patrimonio irrinunciabile del vivere e sostenere una città a misura dei suoi abitanti. Genova, è scontro e rottura in Comune
Le delibere sono il prodotto della condivisione di contributi e la mediazione tra le diverse posizioni all’interno della maggioranza che ha sostenuto l’elezione del Sindaco. Aver sposato la sola posizione del PD e aver permesso una ricomposizione in sede di commissione di una maggioranza diversa da quella uscita dalle urne, da la cifra del livello di sbandamento che Sindaco e giunta hanno preso. “E’ un fatto gravissimo che il Sindaco, ascoltando solo una parte della maggioranza abbia avvallato questo documento non concordato. Un atteggiamento davvero scorretto, che per quanto mi riguarda, potrebbe anche portarmi a riflessioni importanti” ha dichiarato al Secolo XIX il capogruppo della lista Doria Enrico Pignone. Forse, aggiungo io, è giunto il momento di comprendere al di la di facili slogan chi è per i tanto declamati “beni comuni” e chi è per il “mercato”. Loris

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • "La comune di Parigi egiziana"

    comune Parigi egiziana"

    Una realtà senza precedenti si sta realizzando nella città di Port Said: una completa autogestione, un rifiuto di tutto ciò che rappresenta l'autorità. Leggere il seguito

    Da  Gianna
    SOCIETÀ
  • La Comune di Port Said

    Comune Port Said

    Difficile rimanere indifferenti al movimento che sta interessando l'insieme delle città del delta del Nilo. La città di Port Said è fra le più interessate a... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Dagli orticelli alla coltivazione comune

    Dagli orticelli alla coltivazione comune

    Circa tre anni fa scrissi questo articolo (Il Paese degli Orticelli) trattando il tema dell’associazionismo montegranarese e analizzando il fatto che, delle... Leggere il seguito

    Da  Laperonza
    SOCIETÀ
  • Occhio al nome in comune!!!

    Occhio nome comune!!!

    C. Chiarani, la giornalista trentina che lo scorso otto dicembre aveva twittato un messaggio di forte dissenso circa la “ridiscesa in campo” di Silvio... Leggere il seguito

    Da  Cristiana2011
    OPINIONI, SOCIETÀ
  • Genova 25 aprile 2013 - Video

    Genova aprile 2013 Video

    Per la sua attività antifascista la città di Genova è insignita, il 1° Agosto 1947, della medaglia d'oro al valor militare con la seguente motivazione:... Leggere il seguito

    Da  Asinistra
    SOCIETÀ
  • Genova, la vendetta della barbarie

    Genova, vendetta della barbarie

    Anna Lombroso per il SimplicissimusL’alba part umet mar atra sol,poy pas’a bigil, mira clar tenebras.Recita un distico giunto a noi dal secolo X. Leggere il seguito

    Da  Albertocapece
    POLITICA, SOCIETÀ
  • Il Premier Letta a Genova

    Premier Letta Genova

    Questa sera, il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, accompagnato dal Presidente dell’Autorità Portuale, Luigi Merlo, si è recato sul luogo dove si è... Leggere il seguito

    Da  Antonella Di Pietro
    SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazine