Magazine Società

Gerhard Mumelter, La dittatura delle minoranze, da Internazionale » Opinioni »

Creato il 30 luglio 2014 da Paolo Ferrario @PFerrario

È impossibile spiegare a un lettore straniero com’è possibile che un partitino agonizzante come Sel possa bloccare il parlamento italiano con oltre seimila emendamenti alla riforma costituzionale. Un partitino che nei sondaggi viaggia sul 2 per cento e nel quale una taliban come Loredana De Petris ha firmato di propria mano oltre cinquemila emendamenti per diventare l’eroina dell’ostruzionismo trasversale.

cori da stadio, scene isteriche, insulti volgari, accuse di fascismo e dittatura strisciante e l’invito imbarazzante di Vito Crimi del Movimento 5 stelle a “tirare fuori le palle”. Il vergognoso caos al senato conferma la vocazione italiana al teatrino politico, alle beghe ideologiche, la predilezione per le barricate e il muro contro muro. …

Mentre in altri paesi in tempi di crisi si antepongono gli interessi del paese alle differenze politiche, ideologiche o religiose, in Italia si lotta con accanimento per affossare ogni cambiamento.

………

Con lo slittamento dell’ennesima riforma a settembre, l’Italia si conferma come paese dell’immobilismo, del settarismo e dell’eterna cialtroneria parlamentare. Dove chi cerca di sbloccare il paese deve temere sgambetti da tutte le parti, anche dalla propria.

Un paese in mano a un partito potente, anche se non ufficialmente costituito: quello contro le riforme. …

tutto l’articolo qui:

Internazionale » Opinioni » La dittatura delle minoranze.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog