Magazine Cultura

Giorgio Manganelli, Lucca

Da Paolorossi

Roma, 27 agosto 1961 (forse bastava mettere l'anno per distinguerla dalle altre lettere) [...].

Ad ogni modo, se voi gente casalinga e sedentaria, al punto che dove sosta ha bisogno di costruirsi una casa con doppi servizi, bar, doccia, garage, frigorifero e modern fold, se no uno mica si sente a son aise, è come un albergaccio, se voi, dico, volete sapere qualcosa dell'Italia, ecco alcuni appunti sul mio viaggio dopo il rossese.

[...] Dunque messo sul treno con affettuosa fermezza dal nipote, raccomandato da costui al guidatore, al frenatore e al fuochista: sceso a Genova, risalito a Genova, sceso a Viareggio, risalito a Viareggio, a mezzogiorno ero a Lucca.

Città che VOI non avete visto, che IO ho visto.

Lucca è una città dolcissima con cose molto belle, ma educatamente moderate; non capolavori inquietanti, ma una squisitezza media, abitabile, tranquilla, un poco inefficiente; è la provincia italiana, con ancora poche offese edilizie; ci si mangia discretamente, si spende poco.

( Giorgio Manganelli, lettera del 1961 dello scrittore alla famiglia, pubblicata, con il titolo "Tanti saluti da Sioscrofa", dal quotidiano "L'Unità" il 18 ottobre 1993 )

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • Giorgio Manganelli

    Giorgio Manganelli

    Giorgio Manganelli ( Milano, 1922 – Roma, 1990 )   Hilarotragedia, 1964 La letteratura come menzogna, 1967 Nuovo commento, 1969 Agli dèi ulteriori, 1972... Leggere il seguito

    Da  Paolorossi
    CULTURA, RACCONTI
  • Giorgio Manganelli, Prato

    Giorgio Manganelli, Prato

    Facendo perno su Lucca sono andato a Pistoia e a Prato. A Prato, uno dice, che c’è?Il Vescovo, ma quello mica lo fanno vedere ai turisti generici; è il piatto... Leggere il seguito

    Da  Paolorossi
    CULTURA, RACCONTI
  • Giorgio Manganelli, Pisa

    Giorgio Manganelli, Pisa

    Poi, giro di Pisa, e ricognizione alle sinopie: una goduria.Pisa – Museo delle SinopieBello specialmente il venditore di brigidini davanti alla porta del... Leggere il seguito

    Da  Paolorossi
    CULTURA, RACCONTI
  • Giorgio Manganelli, Pistoia

    Giorgio Manganelli, Pistoia

    La mattina di venerdì mi venne voglia di andare a Pistoia: ma l’idea mi venne alle 9 e mezzo. Troppo tardi: quindi ci andai.Arrivai alle dodici, quando già... Leggere il seguito

    Da  Paolorossi
    CULTURA, RACCONTI
  • Giorgio Manganelli, Volterra

    Giorgio Manganelli, Volterra

    Da Pisa io volevo raggiungere Volterra. Avrete già ricevuto una mia postcard da Volterra, per cui non posso sperare di indurvi in una condizione di artificiosa... Leggere il seguito

    Da  Paolorossi
    CULTURA, RACCONTI
  • Lorenzo Viani, Lucca – Santo Stefano

    Lorenzo Viani, Lucca Santo Stefano

    Fino agli ultimi anni dell’ottocento le famiglie che custodivano i «luoghi» le chiamavano col nome dei padronati. A quella di mia madre le dicevano «I Fondora». Leggere il seguito

    Da  Paolorossi
    CULTURA, RACCONTI
  • Giacomo Puccini, L’olio di Lucca

    Giacomo Puccini, L’olio Lucca

    Carissima Mamma,Ieri ho avuto la 2° lezione di Bazzini, e va benissimo. Per ora, ho quella sola; ma venerdì incomincerò l’estetica. Leggere il seguito

    Da  Paolorossi
    CULTURA, RACCONTI