Magazine Talenti

Giorni vissuti

Da Marimoreno @morenomari

Girando sul Web ho trovato un paio di blog che hanno pubblicato un mio testo, tutto quello che ho prodotto nella mia piccola carriera da autore si trova on-line gratuitamente da anni ormai, ma questa poesia non l’ho mai messa a disposizione perchè ho sempre avuto paura che mi fregassero la partenità (come è successo con tante altre opere).

Adesso che è presente sul mio libro però posso metterla a disposizone di tutti visto che la paternità ormai è legalmente mia, oltretutto le altre poesie che ho trovato in giro l’hanno storpiata in dei punti che mi fanno solo venire il nervoso.

Ecco quindi la poesia di fine settimana “Giorni Vissuti”, finale dello spettacolo da me inventato ” Giorni vissuti”… che fantasia è… La consiglio a tutti i capi animazione, l’effetto sul pubblico è quello che io chiamo “effetto molla”, a fine poesia scatta in automatico la standing ovation… o almeno fino a 5-6 anni fa con me funzionava così.

GIORNI VISSUTI:

Per noi animatori ogni stagione che trascorriamo in villaggio, è unica.

Giorno dopo giorno scriviamo nuove pagine della nostra vita, una vita zingara, senza un futuro ben preciso, una vita al centro dell’attenzione, ma paradossalmente tanto sola.

In ogni stagione che trascorriamo, ci costruiamo un piccolo mondo.

Ci guardiamo intorno per trovare qualcuno a cui confidare i propri segreti,una mano su cui poter contare, un amico che la prossima stagione sicuramente sarà dall’altra parte del mondo.

Fare l’animatore vuol dire anche questo, mettersi in gioco ogni volta, toccare il cielo con un dito, ma poi ripartire sempre da zero, soli e senza sapere mai come andrà a finire.

Essere animatore non è solo una professione è anche un modo di essere, sempre sorridenti da mattina a sera anche quando le cose non vanno nei migliori dei modi, essere pimpanti anche con quattro ore di sonno a notte, far felici gli altri prima di essere felici noi, questo è il nostro scopo, la nostra vita.

Una vita combattuta tra 2 desideri, Quello di stare al centro dell’attenzione 24 ore su 24 e quello di vivere una vita normale, a casa con gli amici a veder invecchiare i propri genitori.

Perché anche questo vuol dire fare l’animatore, pagare il prezzo delle lacrime di una mamma lontana, in cambio di tanti sorrisi regalati a degli sconosciuti.

E tutto questo in cambio di cosa? Scoprire il mondo? Soldi? Successo? Un’avventura in più …

A essere sincero non l’ho ancora capito neanche io.

Il villaggio per me è come una calamita, alcune volte penso di fermarmi, ma alla fine sono sempre qua, con la mia divisa colorata e un sorriso sempre pronto, giorno dopo giorno, anno dopo anno, provando ogni volta emozioni nuove e differenti. Ogni stagione bella o brutta rimane con noi per sempre, questi giorni trascorsi insieme, ridendo, scherzando e perché no, anche piangendo sono i nostri giorni e per tutta la vita ci ricorderemo questi belli, brutti, lunghi, faticosi … Giorni vissuti.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I giorni che abbiamo vissuto insieme

    giorni abbiamo vissuto insieme

    Me ne sto immobile incapace di parlare. Le parole scalpitano e muoiono dentro di me. Stringo le mani a pugno. Mi manca la forza. Roberto tira una boccata di fum... Leggere il seguito

    Da  Elys
    TALENTI
  • Quei giorni lì

    Ci sono giorni in cui la malinconia ti prende e ti porta via. Ci sono giorni in cui il passato sembra rotolarti addosso senza che tu abbia la minima forza per... Leggere il seguito

    Da  Paolob
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • "Ci sono giorni..."

    sono giorni..."

    Ci sono giorni,troppi ultimamente,nei quali,quando mi trovo insieme ai miei figli, sento un peso sul petto,il cuore agitato,le mani poco ferme,il pensiero veloc... Leggere il seguito

    Da  Silvia
    DIARIO PERSONALE, MATERNITÀ, TALENTI
  • non tutti i giorni sono uguali

    senza una parola. allora penso "è finita, per questa volta è finta" mi rannicchio nel letto e vado a Quinnipack. me l'ha insegnata Tool questa cosa. andare a... Leggere il seguito

    Da  Tinynoemi
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • 181 giorni dopo, italia finalmente

    Tornato in Patria dopo 181 giorni di quelle terre polverose, povere, desolate, in guerra.181 giorni di lavoro, soddisfazioni, incazzature, delusioni,... Leggere il seguito

    Da  Swelkor
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • Blues dei giorni dispari (di martedì)

    Beato il mondo, che gira su se stesso, tutto fiero e giubilante dei suoi brividi di sesso.Felice il giorno, che ogni notte cambia nome, ti chiedi perché mai e... Leggere il seguito

    Da  Spaceoddity
    DIARIO PERSONALE, TALENTI
  • I giorni passano

    giorni passano

    La preparazione di un viaggio e' bella ed emozionante quasi come il viaggio stesso,piu' lontana e' l'ultima vacanza piu' quella che sta' arrivando e' attesa... Leggere il seguito

    Da  Astonvilla
    DIARIO PERSONALE, TALENTI