Magazine Salute e Benessere

Gravidanza: l'ibuprofene aumenta il rischio di aborto

Creato il 08 settembre 2011 da Informasalus @informasalus

gravidanza
Assumere l'ibuprofene durante la gravidanza può raddoppiare il rischio di aborto

Assumere l'ibuprofene durante la gravidanza, uno dei principi attivi più comuni negli analgesici, può raddoppiare il rischio di aborto. A sostenerlo è uno studio pubblicato sul 'Canadian Medical Association Journal'.
Su 4.700 donne esaminate che avevano abortito, 1 su 13 aveva preso un antinfiammatorio non-steroideo, come l'ibuprofene, contro 1 su 38 che aveva avuto una gravidanza normale. Precedenti studi avevano già suggerito che l'uso di ibuprofene e simili nelle prime fasi di gravidanza potesse aumentare il rischio di anomalie alla nascita.
“Questi farmaci dovrebbero essere usati – sostengono gli scienziati - con attenzione durante la gestazione”.  L'ultimo studio ha evidenziato che il rischio più alto di aborti registrato si è verificato con il diclofenac, un potente analgesico.
Secondo la ricerca se questo tipo di farmaci viene assunto tra i 15 giorni precedenti il concepimento e la ventesima settimana di gestazione aumentano di 2,4 volte il rischio di aborto spontaneo, poiché impediscono il corretto impianto dell'embrione nell'utero.


Hai un account google? clicca su:



Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog