Magazine Cultura

I Corti di moda per Louis Vuitton

Creato il 15 novembre 2012 da Crichi87

I Corti di moda per Louis Vuitton

La prima volta che sentiamo nel mondo delle grandi maison del fashion l’espressione, corto di moda, avviene nell’estate del 2008, quando in occasione della mostra “Travelling”, l’Espace Louis Vuitton dal 7 giugno al 31 agosto del 2008 invitò quattro registi internazionali a esprimere la loro arte usando le conosciutissime borse.

Quella volta la mostra fu allestita da Ange Leccia, artista francese contemporaneo e conosciuto in tutto il mondo tanto per le sue opere e i suoi film, quanto per essere stato il direttore artistico della sua ottava esposizione dal titolo “Travelling”, una strizzatina d’occhio al cinema. Infatti, decise di dare una tela bianca, accompagnata dalla famosissima borsa, Louis Vuitton, a quattro registi provenienti da quattro diversi angoli del mondo: Cile, Belgio, Italia e Tailandia. A ognuno di loro Leccia chiese d’ideare e realizzare un cortometraggio di circa 10 minuti appositamente per la mostra; raccontandoci il loro universo, ci trasportano in unica, tenera, poetica esperienza cinematografica.

Abbiamo ammirato il delicato universo di Jean – Philippe Toussaint strofinare le spalle al realismo etnologico di Edoardo Winspeare, dall’altra parte l’ incontro dell’ occhio politicamente impegnato di Carmen Castillo con la dolce sensazione soprannaturale, nata nel film di Apichatpong Weerasethakul.

Sono quattro viaggi apparentemente molto diversi e lontani, ma che sono stati narrati con l’intento di osservarli con grande acutezza e soprattutto sensibilità.

In particolare vi propongo il video del cortometraggio italiano di Edoardo Winspeare, dal titolo “Il primo anniversario”, che racconta la prima ricorrenza matrimoniale di uno spiantato ausiliario del traffico (interpretato da Gustavo Caputo) e della moglie, una barista (Barbara De Matteis), che non pensa ad altro che ad avere una di quelle borse firmate, che solo le signore di un certo ceto sociale possono permettersi. Infatti, aspira a possedere la borsa delle borse, una Louis Vuitton, ma il marito decide di accontentarla, regalandogliene una falsa. Infine, scopriremo che realmente non è mai facile per un uomo fare un regalo.

I Corti di moda per Louis Vuitton

Jean – Philippe Toussaint nasce a Bruxelles nel 1957. Scrittore e regista, pubblica nel 1985 e nel 1986 due romanzi, Il bagno e Monsieur, che non solo sono tradotte in più di venti lingue, ma lo stesso Toussaint li rielabora in sceneggiature. Infatti, da allora dirige tre film: Monsieur (1989), La Sévillane (1992) e La pista di ghiaccio (1999), distribuiti in numerosi paesi. Per l’Espace Louis Vuitton, Jean – Philippe Toussaint scrive Vivant, liberamente ispirato da una scena del suo romanzo Fuir, vincitore del premio Prix Médicis nel 2005.

Apichatpong Weerasethakul  nasce a Bangkok nel 1970. Laureato all’Art Istitute di Chicago nel 1997 in cinema, si appassiona alla regia e alla sceneggiatura, così dal 2002 comincia a dirigere il primo dei suoi lungometraggi: Beatamente tuo, nel 2004 è la volta di Tropical Malady e nel 2006 di Syndromes and a Century.

Il regista italiano, Edoardo Winspeare nasce a Salisburgo nel 1965. Dopo aver studiato letteratura a Firenze si reca alla scuola di cinema di Monaco, occasione che lo porta a dirigere numerosi documentari e ad approdare al lungometraggio nel 1996 con Pizzicata, nel 2000 con Sangue Vivo e nel 2003 con  Il Miracolo.

La regista cilena, Carmen Castillo nasce a Santiago del Cile. Membro del movimento rivoluzionario cileno di sinistra dal 1965, decide di andare sotto le armi, dopo il colpo di stato militare del generale Pinochet dell’ 11 settembre 1973. L’anno successivo, il compagno Miguel Enriquez muore in combattimento e Castillo trova rifugio nel 1976 in Francia, dove scrive poi dirige dei documentari, come E’tat de guerre: Nicaragua(1985), La Légende du Véridique sous – comandante Marcos (1995) e La Rue Santa Fe (2007)

L’artista di fama internazionale, Ange Leccia nasce a Marsiglia nel 1952. Ex residente dell’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici, ha esposto in numerosi musei, come ad esempio il Museo d’Arte Moderna di Parigi o il MOMA di New York. Dalle sue primissime opere, si evince un rapporto speciale con il cinema, che ha poi preso forma concreta nella direzione di film come Île de Beauté (1996) e Gold (2000) in collaborazione con Dominique.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :