Magazine Cultura

I figli degli eroi, di Lyonel Trouillot

Creato il 31 gennaio 2011 da Libriconsigliati

I figli degli eroi

I figli degli eroi

I figli degli eroi

Autore: Lyonel Trouillot

Traduzione: Maria Valeria Caredda
Editore: Atmosphere Libri
Pagine: 142
Prezzo: € 14,00
Pubblicazione: gennaio 2011
ISBN: 978-88-6564-002-9

Valutazione Libri Consigliati: consigliato.

Poco più di cento pagine per una storia commovente, che sa toccare nel profondo senza mai scadere nel sentimentalismo o nel pietismo. Il romanzo, ambientato in una Port-au-Prince molto reale nelle sue miserie, benché ormai appartenga al passato, ci regala due protagonisti dall’umanità coinvolgente, tenera e forte a un tempo, segnati da un destino che appare ineludibile e fatale.

Magistralmente scritta, la narrazione si dipana dal nodo vero e proprio della storia: i due ragazzini fuggono da casa immediatamente dopo aver ucciso il padre. Non c’è mistero, non c’è suspense: il lettore è messo al corrente fin dalle prime righe dell’oggettività dei fatti. Scappano per non essere accusati del delitto e si lasciano alle spalle la baracca con il corpo di Corazón inerte sul pavimento, semi-seppellito sotto un cumulo di squallidi oggetti racimolati in casa, e Joséphine, svenuta dopo l’ennesimo violento litigio.

Colin, la voce narrante, è un ragazzino pavido e malaticcio, timido e succube della decisa Mariéla, la sorella più grande, brillante e decisa. È Mariéla a brandire la chiave inglese, lei a sferrare il colpo letale, ma Colin non si tira indietro, non nega la sua corresponsabilità. Accanto a loro, nei ricordi del ragazzo e nelle vie di Port-au-Prince, una folla di personaggi: i due controversi genitori, Jhonny Bla-bla, Maynard il ciccione, Man Yvonne e gli abitanti della bidonville.

Ogni capitolo de I figli degli eroi è un viaggio che parte dal presente, tocca alcuni aspetti del passato drammatico fino ad anticipare un frammento del futuro dei due fratelli. Il linguaggio che Colin utilizza nel narrare i suoi pensieri è semplice e, allo stesso tempo, evocativo. D’altro canto la fine analisi psicologica che spinge il lettore a immergersi nei diversi livelli di realtà è troppo sofisticata e affascinante perché possa essere attribuibile a un ragazzino quasi totalmente analfabeta.

Una storia che scava nelle profondità dell’animo umano, restituendo alla realtà la sua complessità. Lo sguardo del lettore è spinto a guardare oltre la miseria e la povertà per fissarsi sul coraggio di inseguire i propri sogni e, al tempo stesso, di assumersi la responsabilità delle proprie azioni, senza cercare scorciatoie o facili giustificazioni. Due piccoli eroi, figli della loro bellissima e tormentata terra.

Federica Pittaluga per Libri Consigliati

L’AUTORE

Lyonel Trouillot, nato a Port-au-Prince nel 1956, insegna letteratura all’Istituto Francese di Haiti e all’Università dei Caraibi, scrive poesia in creolo e narrativa in francese. I suoi libri hanno sempre avuto un grande successo internazionale.



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I miserabili

    miserabili

    di Victor Hugo Voto: ?/10 Nel 1815, monsignor Charles-François-Bienvenu Myrial era vescovo di Digne. Era un vecchio di circa settantacinque anni; occupava la... Leggere il seguito

    Da  Phoebes
    CULTURA, LIBRI
  • I miliardari

    miliardari

    BICEFALO - Vuoto o con il cervello? E... il cuore? Il denaro, dunque, rappresenta una grossa incognita. A quanto pare, il mestiere del miliardario è difficile;... Leggere il seguito

    Da  Renzomazzetti
    CULTURA
  • I Templari

    Templari

    ... nonostante tutto il sangue versato nel Nome Santo di Cristo ...Nato dall'unione di nove Francesi l'Ordine dei Poveri Cavalieri di Cristo e del... Leggere il seguito

    Da  Iside
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • I cinetelepanettoni

    cinetelepanettoni

    Siccome come ogni anno stanno arrivando, o sono già arrivati, i cinepanettoni, un giornale per cui scrivo mi ha chiesto di scriverci su un pezzo. Leggere il seguito

    Da  Robomana
    CULTURA
  • I nomi

    nomi

    Come è noto, la nostra Costituzione pur stabilendo che “la sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione” (Art. 1... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • Confutationes (I)

    «Il critico vive di seconda mano. Egli scrive su qualcosa. La poesia, il romanzo o il dramma bisogna darglieli; la critica esiste in virtù del genio altrui»... Leggere il seguito

    Da  Fabry2010
    CULTURA
  • I suicide

    suicide

    sono un gruppo rock statunitense attivo ad intermittenza dal 1971 e composto da Ala Vega e Martin Rev Come i Silver Apples, sono prevalentemente un duo synth e... Leggere il seguito

    Da  Achess
    CULTURA, MUSICA

Magazines