Magazine Arte

i rami dell'albero

Creato il 05 gennaio 2016 da Odio_via_col_vento

i rami dell'albero

Victorian Christmas Tree

I neo sposi, gli sposi maturi, i neo-genitori e i neo-nonni, i minuscoli nipotini (l'inizio della terza generazione);

gli amanti dei cani e i fanatici dei gatti;

chi soffre di colesterolo, chi era vegetariano e ormai mangia di tutto, chi è astemio e chi invece il vino (e che vino!) lo ha prodotto tutta la vita;

i cittadini e i campagnoli; gli italiani che parlano tedesco, gli svizzeri che parlano italiano, l'inglese con accento irlandese, quelli che ascoltano e sorridono;

chi cammina, chi corre, chi preferisce ora (ma ha preferite sempre) stare a guardare;

la fettunta con l'aglio e la fettunta senza aglio; l'olio nuovo che pizzica e i salumi di cinta senese;

il presepe e l'albero: ancora per un giorno; le candele rosse; le calze appese, per ridere e per ricordare;

l'albero genealogico faticosamente ricostruito, le improbabili parentele illustri, la storia fatta di aneddoti, la saga familiare, le frasi fatte, certe parole quasi inventate che solo noi capiamo;

i ragazzi che erano bambini e sono adesso giovani uomini e giovani donne; quelli che si aggiungono e vengono fagocitati, avviluppati, inglobati con amore, il tanto amore di una famiglia allargata allargatissima.

Domani si chiude alla grande: con il pranzo della Befana dei cugini, la nostra tradizione che rende più bello ricominciare l'anno nuovo, quelle vero. Il pranzo che raccoglie tutti, cui nessuno vorrebbe mai mancare. Per cui si cercano le offerte speciali dei biglietti del treno e dei biglietti aerei. A cui si pensa dall'inizio delle vacanze, dall'inizio di dicembre, quasi da un anno all'altro. Si arriva come in corteo, come nel corteo dei Magi, portando vassoi e ciotole e bottiglie. Godendo i profumi e i sapori di una voglia di tradizione.

Come rispose mio figlio lo scorso anno alla zia che si scusava: "Non ti aspettare niente di nuovo: saranno le solite cose". È lui: "Veniamo proprio per quello, guai se ci fosse qualcosa di diverso!".


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I minions

    minions

    Un film di: Pierre Coffin e Kyle BaldaCon le voci (italiane) di: Alberto Angela, Luciana Littizzetto, Fabio Fazio, Selvaggia Lucarelli, Riccardo Rossi. Leggere il seguito

    Da  Beatrixkiddo
    CINEMA, CULTURA
  • The tree of life

    tree life

    Il 2011 è un anno che è stato principalmente segnato dal mio soggiorno torinese. In quel periodo studiavo all'Accademia di Comics ed ero in un momento molto... Leggere il seguito

    Da  Jeanjacques
    CINEMA, CULTURA
  • I crochi

    Avevo le cuffie? Chissà. Lunghi filari di kiwi circondavano la scuola e proseguivano fino ai campi. I muretti a secco, le macchine che restituivano il caldo di... Leggere il seguito

    Da  Foscasensi
    CULTURA, TALENTI
  • I Fasciodem

    Paolo Galante, ex dirigente di AN con legami mai rinnegati con Gabriele Adinolfi, fondatore di Terza Posizione e guru di CasaPound, è l’uomo di punta del Partit... Leggere il seguito

    Da  Rulm
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Victorian ladies' outdoor pastimes.

    Victorian ladies' outdoor pastimes.

    ℐ primi giorni dell'autunno sono i più lieti ed i più giovevoli per godere del tepore del sole delle ore del primissimo pomeriggio, quelle che ancora recano... Leggere il seguito

    Da  Daniela
    CULTURA, STORIA E FILOSOFIA
  • Amama (When a Tree Falls)

    Amama (When Tree Falls)

    Presentato nella Selezione Ufficiale della X Festa del Cinema di Roma, Amama (When a Tree Falls), scritto* e diretto dal regista basco Asier Altuna, al suo prim... Leggere il seguito

    Da  Af68
    CINEMA, CULTURA
  • I piatti

    Una sera, nonna, mi hai chiesto se potessero servirmi dei piatti. Dal capotavola mio padre ha preso la parola e ha risposto: < per la casa nuova certo le... Leggere il seguito

    Da  Foscasensi
    CULTURA, TALENTI

Magazines