Magazine Cultura

I sommersi e i salvati

Creato il 02 maggio 2015 da Farfalla [email protected] @annamariaa80
  • La memoria umana è uno strumento meraviglioso ma fallace.[..]
  • E' certo che l'esercizio mantiene il ricordo fresco e vivo, allo stesso modo come si mantiene efficiente un muscolo che viene spesso esercitato; ma è anche vero che un ricordo troppo spesso evocato ed espresso in forma di racconto, tende a fissarsi in un stereotipo, in una forma collaudata dell'esperienza, cristallizzata, perfezionata, adorna che si installa al posto del ricordo greggio. [...]
  • La pressione che un moderno stato totalitario può esercitare sull'individuo è paurosa. Le sue armi sono sostanzialmente tre: la propaganda diretta, o camuffata da educazione, da istruzione, da cultura popolare; lo sbarramento opposto al pluralismo dell'informazione; il terrore.[...]
  • L'oppressore resta tale e così la vittima: non sono intercambiabili, il primo è da punire e da esecrare, la seconda è da compiangere e da aiutare; ma entrambi, davanti all'indecenza del fatto che è stato irrevocabilmente commesso, hanno bisogno di rifugio e di difesa e ne vanno istintivamente in cerca. Non tutti, ma i più e spesso per tutta la loro vita.[...]
  • E' generalmente difficile negare di aver commesso una data azione o che quest'azione sia stata commessa; è invece facilissimo alterare le motivazioni che ci hanno condotto a un'azione e le passioni che in noi hanno accompagnato l'azione stessa. Questa è materia molto fluida, soggetta a deformarsi sotto forze anche molto deboli, alle domande "perché lo hai fatto? " o "cosa pensavi facendolo? " non esistono risposte attendibili, perché gli stati d'animo sono labili per natura e ancora più labile è la loro memoria.[...]
  • Anche nel campo più vasto delle vittime si osserva una deriva delle memoria, ma qui manca il dolo. Chi riceva un'ingiustizia o un'offesa non ha bisogno di elaborare bugie per discolparsi di una colpa che non ha, ma questo non esclude che anche i suoi ricordi possano essere alterati. E' stato notato che molti reduci da guerra e da altre esperienze traumatiche tendono a filtrare inconsapevolmente i loro ricordi rievocandoli tra loro o, raccontandoli a terzi, preferiscono soffermarsi sulle tregue, sui moment i di respiro e sorvolare sugli episodi più dolorosi. Questi ultimi non vengono richiamati volentieri alla memoria e perciò tendono ad annebbiarsi col tempo e perdere i loro contorni. [...]

I sommersi e i salvati, La memoria dell'offesa, Primo Levi.

Messo il tag: I sommersi e i salvati, La memoria dell'offesa, Primo Levi


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • I pilastri della terra

    pilastri della terra

    Il sole mi accarezza il viso e arrossa la mia pelle. La luce rischiara l’aria profonda attorno a me. Ho voglia di stimoli ed energia. E’ estate. Ecco che mi... Leggere il seguito

    Da  Luna
    CULTURA, LIBRI
  • Il Senato – I

    Senato

    Premessa Lo studente ricorderà che il Senato durante il Regno d’Italia (1861-1946) non aveva carattere elettivo e i senatori venivano scelti dal Sovrano. Dal... Leggere il seguito

    Da  Albix
    CULTURA, LIBRI
  • I Batman di Altroquando

    Batman Altroquando

    Leggere il seguito

    Da  Lospaziobianco.it
    CULTURA, FUMETTI, LIBRI
  • I capelli di Harold Roux...

    capelli Harold Roux...

    Aaron Benham insegna letteratura inglese in un’università del New England. Ha una bella casa nei sobborghi residenziali della città, una moglie e due figli che... Leggere il seguito

    Da  Omar
    CULTURA, LIBRI
  • I miei primi sedici anni e i secondi

    La colazione nel solito bar, il solito cappuccio e pasta molto zuccherata, le stesse piccole variazioni nei titoli dei quotidiani. Queste sono le nostre... Leggere il seguito

    Da  Leggere A Colori
    CULTURA, LIBRI
  • Prestare i libri

    Prestare libri

    Non prestare mai i libri, perchè nessuno li restituisce. I soli libri della mia biblioteca sono quelli che mi hanno prestato. Anatole FranceL'ironia di Anatole... Leggere il seguito

    Da  Luz1971
    CULTURA, LIBRI
  • Facebook e i libri

    Facebook libri

    Fa un certo effetto apprendere che Zuckerberg, ovvero Mr Facebook, ha lanciato una sorta di club del libro e che invita a leggere due libri al mese. Leggere il seguito

    Da  Marcodallavalle
    CULTURA, LIBRI