Magazine Cultura

Idelfonso Nieri, Chi mi cerca, mi trova!

Da Paolorossi

E quest’altra è poco bella!? State a sentire, ve’!
Una mattina entrava in Lucca per la porta di Borgo una donna: sapevo anco il nome, ma quello non verte. Era scalza e aveva le sottane tirate su quasi fino a mezzo polpaccio, perchè aveva sguazzignato.

Lucca - Porta di Borgo

Lucca – Porta di Borgo

Quando fu lì all’incancellata, uno di que’ gabellotti la cominciò a guardare nelle gambe:
«Gua’! quante vacche ha nelle gambe quella donna là! Uuh! quante vacche!»
(Sapete pure, quelle macchie che vengono nelle gambe a tenerle troppo al fuoco).

E tutti gli altri un dopo l’altro:
«Uuh! che vacche! Uuh! quante vacche!»

Lei stava zitta e gonfiava; e loro:
«Uuh! quante vacche! Uuh! quante vacche!»

E lei tutto a un colpo si rivolta, si scopre fino al ginocchio e fa:
«Guardate un po’ se vostra ma’ ce la scorgéssete!»

 

( Idelfonso Nieri, Chi mi cerca, mi trova!, tratto da “Cento racconti popolari lucchesi”, 1908 )

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :